Supersport Jerez, Prove 1: Parte forte Lucas Mahias

Lucas Mahias inizia bene il weekend di Jerez prendendosi il miglior tempo nelle prime prove libere del Mondiale Supersport. 3° e 4° Federico Caricasulo e Michael Canducci.

20 ottobre 2017 - 10:15

Lucas Mahias ha la concreta possibilità di conquistare già a Jerez il titolo di Campione del Mondo Supersport 2017 e il pilota transalpino ha subito mandato un segnale forte e chiaro a tutti i suoi avversari ottenendo il miglior tempo nelle FP1 del round di Jerez de la Frontera.

L’alfiere del team GRT Yamaha si è portato in testa dopo pochi minuti girando in 1’44.667 e si è poi migliorato a metà dell’ora di prove a disposizione facendo segnare un tempo di 1’44.643. Scavalcato successivamente da Federico Caricasulo, Mahias ha risposto al suo compagno di team con un giro in 1’43.676 quando mancavano dieci minuti alla bandiera a scacchi e questo tempo ha messo il sigillo sul primo posto nelle FP1 del pilota francese, rimasto imbattuto fino al termine della sessione.

Il tempone messo a segno da Mahias non è stato nemmeno avvicinato dai suoi inseguitori e infatti Jules Cluzel ha chiuso la sessione al secondo posto con un tempo di quasi sei decimi più alto (1’44.334). Dietro ai due francesi terzo e quarto tempo per i nostri Federico Caricasulo (1’44.340) e Michael Canducci (1’44.387), con quest’ultimo scivolato nell’ultimo settore a pochi minuti dal termine. Chiude la top 5 di queste FP1 il vincitore di Magny Cours Niki Tuuli, quinto col tempo di 1’44.408.

Da segnalare l’ottimo sesto tempo di Alessandro Zaccone. Il giovane pilota del team MV Agusta Reparto Corse ha pochissime chances di giocarsi il titolo dell’Europeo in virtù dei 14 punti di distacco dall’estone Hannes Soomer, ma proverà comunque a fare un bel weekend per chiudere in bellezza una stagione condizionata da numerosi problemi. Bene anche il rientrante Axel Bassani, sostituto del povero Kenan Sofuoglu e ottavo alle spalle anche del suo nuovo compagno di squadra Anthony West. Chiudono la top 10 e l’elenco dei piloti provvisoriamente ammessi alla Superpole 2 Hikari Okubo e l’altro pilota MV Agusta PJ Jacobsen, nono e decimo.

Solo 11° Sheridan Morais, di fatto l’unico avversario di Mahias nella lotta per il titolo complice il KO di Sofuoglu, mentre Lorenzo Zanetti, Alex Baldolini e Christian Gamarino hanno fatto segnare il 13°, 14° e 17° tempo. 28° tempo per il rientrante di lusso Kev Coghlan, mentre va segnalata la presenza dell’italo-australiano Giuseppe Scarcella, ripresosi prima del previsto dall’infortunio di Portimao e nuovamente in pista con la Honda del team Lorini dopo essere stato sostituito da Roberto Rolfo a Magny Cours.

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Valentino Rossi: “Servono cinque Michele Gadda”

MotoE, Test Valencia: Giorno 1, Hector Garzó il più rapido

Alex Márquez vincitore sfortunato: porte chiuse in MotoGP?