Supersport 300 Misano: Quattro wild card in pista

Quattro wild card correranno nel Mondiale Supersport 300 a Misano. Tra questi Kevin Sabatucci e la sorpresa Thomas Brianti, primi nel Campionato Italiano.

2 luglio 2018 - 4:44

[tps_title] Thomas Brianti [/tps_title]

La gara di Misano sarà la prima nel Mondiale per Thomas Brianti, vera e propria rivelazione del CIV Supersport 300. Il 15enne di Parma sta disputando la sua prima stagione nella categoria con la KTM del Team Runner Bike, mezzo con cui correrà anche in questa occasione, e nelle sei gare svoltesi finora ha ottenuto quattro vittorie che lo hanno portato in testa alla classifica piloti a quota 100 punti, in coabitazione con Kevin Sabatucci. Brianti ha esordito nel CIV nel 2016, quando ha corso nella PreMoto3 250 4T ottenendo anche una vittoria al Mugello. Chiusa la sua prima stagione al quarto posto, l’anno dopo si è giocato il titolo nella stessa categoria con Pasquale Alfano, perdendo la sfida nel finale per soli tre punti. Mentre Alfano è attualmente impegnato nella Red Bull MotoGP Rookies Cup e nella European Talent Cup, Brianti ha invece optato per il salto alla Supersport 300, una scelta che, viste le quattro vittorie in sei gare ottenute finora (spesso con margine), si è rivelata azzeccata. A Misano, lo scorso aprile, Brianti ha vinto Gara 2 del CIV con ben otto secondi di vantaggio sul secondo e se un problema tecnico non lo avesse fermato dopo pochi giri, avrebbe dominato anche Gara 1. Come andrà il suo primo “esame mondiale”?

nextpage

[tps_title] Kevin Sabatucci [/tps_title]

Chi guida il CIV Supersport 300 ex-aequo con Thomas Brianti è Kevin Sabatucci. Il pilota ascolano, che guida la Yamaha del team ProGP, ha ottenuto finora sei podi in sei gare (una volta secondo e cinque volte terzo) e questa costanza di rendimento gli permette di essere in testa al campionato nonostante sia ancora a quota zero vittorie. A questi risultati si aggiunge, inoltre, il podio ottenuto nel Mondiale a Imola, quando all’esordio nel WorldSSP300 ha chiuso la gara al terzo posto dietro agli spagnoli Ana Carrasco e Borja Sánchez. Classe 1999, in passato Sabatucci ha corso nelle classi PreMoto3 e Moto3 del CIV col team Sic58 Squadra Corse e lo scorso anno, dopo aver disputato le prime due tappe stagionali in Moto3, è passato alla Supersport 300 grazie al team ProGP, che lo ha chiamato a sostituire lo sfortunato Simone Mazzola (vittima di un grave incidente a Misano). Sabatucci ha ricambiato la fiducia riposta in lui da Omar Menghi (fratello maggiore del pilota Fabio) con una vittoria, altri due piazzamenti sul podio e il settimo posto in campionato e questi risultati gli sono valsi la riconferma per quest’anno. Sette podi in sette gare tra CIV e Mondiale sono un ruolino di marcia impressionante. A Misano vedremo l’ottavo?

nextpage

[tps_title] Manuel Bastianelli [/tps_title]

Così come Kevin Sabatucci, anche Manuel Bastianelli sarà alla sua seconda wild card nel Mondiale 2018. Il pilota romano correrà con Kawasaki Ninja 400 del team PRODINA IRCOS di Riccardo Drisaldi e l’obiettivo sarà quello di riscattarsi dopo la sfortunata apparizione di Imola, dove è caduto mentre si giocava il podio. Sempre a Imola Bastianelli ha ottenuto un secondo e un quarto posto nella recente tappa del CIV e questi risultati, insieme anche alla vittoria della prima gara stagionale a Misano, gli permettono di occupare la quarta posizione in campionato con 89 punti, a -11 dalla coppia Brianti-Sabatucci. Ricordiamo che Bastianelli ha già corso a tempo pieno nel Mondiale lo scorso anno, ottenendo come miglior piazzamento un 11° posto. Nel 2016, invece, ha corso nel CIV Supersport 300 (che allora si chiamava Sport 4T) conquistando una vittoria e due terzi posti.

nextpage

[tps_title] Omar Bonoli [/tps_title]

A otto mesi di distanza dalla wild card dello scorso anno a Jerez, Omar Bonoli tornerà a calcare il palcoscenico iridato. Ma mentre lo scorso ottobre aveva portato al debutto nel Mondiale la KTM, quest’anno il pilotino di Ravenna correrà a Misano con una terza Yamaha R3 del Team Trasimeno e affiancherà quindi i titolari Luca Bernardi e Jared Schultz (quest’ultimo appena ingaggiato al posto di Joep Overbeeke). Classe 2002, Bonoli è passato alla Yamaha dopo aver contribuito lo scorso anno allo sviluppo della KTM RC390R, moto con cui ha corso nel CIV (ma fuori classifica, in quanto “sperimentale”) e che nel Mondiale 2018 ha già ottenuto due vittorie con Koen Meuffels (Aragon) e Luca Grünwald (Assen). Bonoli ha anche corso nella Red Bull MotoGP Rookies Cup dal 2015 al 2017, conquistando numerosi piazzamenti in top 10 e anche un podio.

 

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

MotoGP, Maverick Vinales: “Serve una Yamaha più aggressiva”

MotoGP, Cal Crutchlow: “Non posso guidare come Marc Marquez”

Superbike: Buon giorno Imola, Alvaro Bautista oggi in pista