CIV Imola, Qualifiche 2: Lorenzo Zanetti in pole in Superbike

A Imola Lorenzo Zanetti conquista la sua prima pole position stagionale nel CIV Superbike. Ecco tutti i poleman del weekend.

23 giugno 2018 - 10:02

A Imola Lorenzo Zanetti si è portato a casa la sua prima pole position stagionale, nonché la quarta in assoluto nel CIV Superbike.

Il pilota bresciano ha fatto segnare il miglior tempo nelle seconde qualifiche del CIV Superbike, con un giro in 1’48.468 che gli è valso la prima posizione nella combinata Q1-Q2. Mentre Zanetti partirà davanti a tutti seguito dalla wild card d’eccezione Alessandro Delbianco e da Michele Pirro, nelle altre categorie le pole sono andate a Kevin Manfredi (Supersport 600), Stefano Nepa (Moto3), Thomas Brianti (Supersport 300), Collin Veijer (PreMoto3 250 4T) e Filippo Bianchi (PreMoto3 125 2T).

SUPERBIKE – Se Michele Pirro è tornato competitivo dopo il brutto incidente in MotoGP al Mugello, è vero anche che in gara dovrà scontrarsi con due avversari tosti quali Alessandro Delbianco e Lorenzo Zanetti. Il tester Ducati ha infatti ottenuto il terzo tempo (1’48.828) alle spalle di Delbianco (1’48.609), mentre l’alfiere Ducati Motocorsa Racing Zanetti si è portato a casa la sua seconda pole position stagionale girando in 1’48.468 a sette minuti dal termine. Delbianco sembrava potersela giocare con Zanetti fino alla fine, ma una scivolata nelle fasi finali gli ha impedito di portare davanti a tutti la BMW del team Althea Racing (il cui boss Genesio Bevilacqua è presente per l’occasione). Iscritto come wild card sia in Superbike che nel National Trophy 1000, il pilota romagnolo ha comunque preceduto il trio Barni Racing Team formato da Pirro, Samuele Cavalieri e Matteo Ferrari, con gli ultimi due che saranno affiancati in seconda fila da Luca Vitali (BMW DMR Racing). Chiudono la top 10 il sempre convincente Axel Bassani, Andrea Mantovani, Riccardo Russo (all’esordio con la Ducati del team Motocorsa Racing) e Matteo Baiocco. Solo 12° Alessandro Andreozzi, preceduto anche da Christian Gamarino, mentre il pilota Endurance Julien Da Costa si è qualificato col 20° tempo in questa sua wild card col test team Dunlop. Oltre a Delbianco, sono caduti anche Francesco Ciacci e Alessandro Torcolacci (quest’ultimo a terra due volte alla Variante Bassa).

SUPERSPORT 600 – Nella SS600 prima pole in assoluto per Kevin Manfredi. Il pilota ligure ha girato in 1’52.318 nella seconda metà delle Qualifiche 2 e questo ha permesso a lui e al Team Rosso e Nero di assicurarsi la partenza al palo per le due gare del weekend. In sella alla sua Yamaha R6, Manfredi ha preceduto i suoi compagni di marca Marco Bussolotti (Rossocorsa Edard) e Massimo Roccoli (GAS Racing Team). Ad aprire la seconda fila troveremo invece un ottimo Michel Fabrizio, quarto con la MV Agusta del team Ellan Vannin a precedere Davide Stirpe (MV Extreme Racing Service BARDAHL) e Nicola Jr. Morrentino (Kawasaki Renzi Corse), quest’ultimo in testa a metà Qualifiche 2 prima di perdere terreno nel finale. A chiudere la top 10 troviamo invece Luca Ottaviani, Roberto Mercandelli, Stefano Valtulini e Mattia Casadei. 15° tempo per Noriyuki Haga, preceduto dall’ex-Europeo Superstock 1000 Andrea Tucci.

MOTO3 – Dopo essersela giocata con Edoardo Sintoni, Stefano Nepa si è preso la pole position nella Moto3 girando in 1’58.625. Il pilota abruzzese, iscritto con la KTM del proprio NRT Junior Team, ha preceduto Sintoni (KTM Pro Racing Team) per soli 53 millesimi e in gara cercherà di replicare la vittoria di Gara 1 al Mugello. Nepa e Sintoni partiranno dalla prima fila insieme a Kevin Zannoni (TM Racing Factory 3570 MTA), mentre il duo Honda Gresini Racing Junior Team formato da Riccardo Rossi e Nicholas Spinelli (entrambi caduti) partirà dalla quarta e quinta casella davanti a Nicola Fabio Carraro (Mahindra Team Minimoto Portomaggiore). Chiudono la top 10 Lorenzo Bartalesi, Raffaele Fusco (secondo in Gara 1 al Mugello), Leonardo Taccini ed Elia Bartolini. UPDATE: Riccardo Rossi non prenderà parte alle due gare per la frattura di una costola, rimediata cadendo nelle Qualifiche 2.

SUPERSPORT 300 – Nella Supersport 300 Thomas Brianti ha difeso la pole provvisoria conquistata nelle prime qualifiche facendo segnare un inavvicinabile 2’08.069. Il pilota del team Runner Bike, che ha riottenuto la vittoria di Gara 2 al Mugello dopo il ricorso presentato contro la squalifica, ha fatto volare la sua KTM RC390R dopo un’interruzione con bandiera rossa a metà sessione (causata dalla caduta di Eugenio Generali) e l’impressione è che sia pronto a ottenere la sua quarta vittoria consecutiva. I suoi due avversari più vicini, o meglio Kevin Sabatucci (2°, Yamaha ProGP) e lo spagnolo Marc Luna Bayén (3°, Kawasaki C.M. Racing), hanno accusato da Brianti un gap di ben sette decimi, mentre Manuel Bastianelli (4°, Kawasaki PRODINA IRCOS) è l’ultimo dei piloti a meno di un secondo di ritardo. Al rientro dopo uno stop forzato (causato dalla chiusura del team Scuola Italiana Piloti), il vicecampione 2017 Marco Carusi ha portato la Kawasaki del team TenJob alle spalle di Kevin Arduini, mentre a chiudere la top 10 troviamo lo svizzero Lee Doti, Omar Bonoli, l’australiano Jack Mahaffy e il Campione in carica Luca Bernardi. Partiranno rispettivamente 21° e 22° Akito e Ryota Haga, figli di Noriyuki.

PREMOTO3 – Dopo essersi giocato la pole provvisoria con Mattia Rato nella sessione del venerdì, nelle Qualifiche 2 Collin Veijer ha ottenuto la pole position assoluta e nella 250 4T con un giro in 2’06.313. Il pilota olandese della Speed Up partirà primo nelle due gare in programma dopo aver preceduto per soli due e tre decimi il duo RMU Full Moto Squadra Corse Filippo Maria Palazzi-Alessandro Morosi, mentre Mattia Rato ha chiuso al quarto posto in sella alla RMU del team Pasini Racing. A un secondo di ritardo da Veijer, Matteo Boncinelli chiude un filotto di quattro RMU dalla seconda alla quinta posizione davanti a Nikolas Marfurt e al leader del campionato 250 4T Alberto Surra (entrambi su 2 Wheels PoliTo). Francesco Mongiardo, Devis Bergamini e Davide Cangelosi chiudono la top 10. Nella 125 2T pole di Filippo Bianchi davanti a Mirko Gennai (15° e 16° assoluti), mentre il leader del campionato Jacopo Adriano Hosciuc ha chiuso col terzo tempo di categoria e il ventesimo assoluto.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

MotoGP: Danilo Petrucci lavora sull’ergonomia, ma la sella ‘scotta’

BSB Silverstone, gara 2: Tarran Mackenzie, la rivincita

British Talent Cup: Cameron Horsman vince Gara 2