8h Oschersleben: Kawasaki SRC in pole provvisoria

Kawasaki SRC in pole provvisoria alla 8 ore di Oschersleben del FIM EWC davanti a Suzuki S.E.R.T. e Penz13 Yamaha. Domani le seconde qualifiche.

7 giugno 2019 - 17:32

Il penultimo appuntamento stagionale, ecisivo per la classe Superstock, ma potenzialmente cruciale per la top class EWC. La 8 ore di Oschersleben 2019 ha preso il via con le prime qualifiche ufficiali che hanno proposto in pole provvisoria Kawasaki SRC a precedere i capo-classifica di campionato della Suzuki SERT con Penz13 Yamaha a seguire.

KAWASAKI SRC AL TOP

Il Team SRC Kawasaki France di Gilles Stafler si è presentato ad Oschersleben con un solo obiettivo: vincere. La ragione? Non dovesse marcare punti per la classifica, quasi certamente non prenderà parte alla trasferta di Suzuka e, di conseguenza, vanificando l’assalto al titolo iridato. Recenti vincitori della 24 ore di Le Mans, loro malgrado costretti al ritiro in Slovacchia, Kawasaki SRC per il momento ha iniziato con il piglio giusto e, soprattutto, la pole provvisoria. Con il tempo medio di 1’26″548, la Ninja ZX-10RR #11 gommata Pirelli svetta in cima alla graduatoria con Erwan Nigon (doppio-impegno nel weekend tra EWC e IDM), David Checa e Jeremy Guarnoni. Proprio il pilota francese, tra l’altro, nelle libere della mattinata in 1’26″068 ha (finalmente…) battuto il record della pista di Broc Parkes in 1’26″147 siglato addirittura nel 013.

SERT OK

Coinvolta con Vincent Philippe in sella in una maxi-caduta con quattro moto a terra nella prima sessione per olio in pista, la Suzuki S.E.R.T. è comunque parsa decisamente brillante e competitiva ad Oschersleben. La compagine di Dominique Meliand, che proprio su questo tracciato nel 2016 celebrò la conquista del suo 15esimo nonché ultimo titolo iridato, si ritrova provvisoriamente seconda e con i giusti presupposti per difendere la leadership di campionato. La S.E.R.T. ha concluso davanti a Penz13 Yamaha, terza soprattutto grazie ad uno straordinario crono di Sheridan Morais, alla loro gara di casa e con la possibilità di chiudere i giochi in anticipo per quanto concerne la graduatoria riservata ai team indipendenti.

TOP TEAM

Quarta posizione in griglia provvisoria invece per Honda Endurance Racing a precedere i Campioni del Mondo in carica e vincitori dello scorso anno di F.C.C. TSR Honda, sesta Yamaha YART con il nostro Niccolò Canepa in sella. Per queste squadre domani, nelle qualifiche 2, possibilità di guadagnare posizioni nello schieramento di partenza e, soprattutto, qualche punticino addizionale (5, 4, 3, 2, 1 per la top-5).

GRANDE LOTTA IN SUPERSTOCK

Da leader della Coppa del Mondo dedicata, GERT 56 BMW si ritrova in una duplice posizione di vantaggio nella classe Superstock. Da una parte un “tesoretto” di 11 punti da amministrare in campionato, dall’altra la pole provvisoria di categoria (9° assoluto) con la BMW S1000RR gommata Pirelli condotta dalla velocissima Lucy Glockner, Pepijn Bijsterbosch e Stefan Kerschbaumer. La squadra tedesca ha preceduto Kawasaki Louit Moto capitanata come sempre dal nostro Kevin Manfredi, con il tricolore sempre più in evidenza nella Stock. Il No Limits Motor Team di Moreno Codeluppi figura infatti al terzo posto provvisorio di categoria con Luca Scassa, Christian Gamarino e Luca Vitali, confermando nuovamente il potenziale velocistico della squadra italiana.

Quarto tempo di classe per Moto Ain Yamaha con Roberto Rolfo, a seguire il rientrante team AvioBike di-e-con Giovanni Baggi affiancato da Michael Mazzina e Stefano Fugardi. Presenti come sempre i fratelli Federico e Christian Napoli (Kawasaki Energie Endurance 91), mentre Niccolò Rosso difenderà i colori Exteria Suzuki 93.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Ecco la Honda CBR 1000RRW HRC per la 8 ore di Suzuka 2019

8h Suzuka: tutti i team supportati Suzuki al via

8h Oschersleben del FIM EWC questa sera su Sky Sport MotoGP