Bol d’Or: Suzuki SERT raggiunge 15 vittorie, la 10° negli ultimi 11 anni

Ancora un successo per SERT

19 aprile 2011 - 3:28

Si era messa male la situazione per il Suzuki Endurance Racing Team a poche ore dalla partenza della 75° edizione del Bol d’Or. Vincent Philippe, autore della pole position con il nuovo record sul giro in 1’39″740, era scivolato nel Warm Up. I meccanici, preso coscienza dell’impossibilità di riparare in tempo utile la moto titolare, hanno ripristinato la meglio la seconda GSX-R 1000, consentendo ai tre piloti di vincere per il quarto anno consecutivo la maratona Endurance di Magny Cours. Si tratta della 15° affermazione del S.E.R.T. di Dominique Meliand dal 1980 ad oggi, la quarta consecutiva, sesta personale per Vincent Philippe, terza per Freddy Foray, la prima per Anthony Delhalle, all’esordio con la Suzuki #1 e promosso titolare in corso d’opera a scapito di Daisaku Sakai, precedentemente designato per affiancare il rodato duo Philippe-Foray.

Dal 1998 la Suzuki S.E.R.T. è praticamente imbattibile al Bol d’Or, con la sola parentesi del 2007 (vittoria finale di Yamaha GMT94), ampliando una bacheca di successi irripetibile nel panorama mondiale delle corse di durata con l’obiettivo, quest’anno, di conquistare ancora una volta il titolo targato FIM. Il palmares di Suzuki Endurance Racing Team – 10 titoli mondiali Endurance (83, 87, 88, 97, 99, 2005, 2006, 2007, 2008, 2010) – 1 coppa del mondo Endurance (2001) – 2 Master of Endurance (2002, 2003) – 15 Bol d’Or (80, 84, 93, 98, 99, 2000, 2001, 2002, 2003, 2004, 2005, 2006, 2008, 2009, 2010, 2011) – 7 successi alla 24 ore di Le Mans (82, 97, 2002, 2003, 2004, 2007, 2008) – 9 trionfi alla 24 ore di Liegi (81, 85, 87, 88, 91, 97, 2001, 2002, 2003)

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Superbike: “Jonathan Rea, gli stiamo chiedendo l’impossibile”

Superbike: Tom Sykes avrà una BMW con otto cavalli in più

Superbike: Alvaro Bautista scopre Imola “La pioggia? Non ho paura”