Bol d’Or: prima ora di gara con Suzuki in testa, a terra Yamaha GMT94

Cade Kenny Foray

16 aprile 2011 - 12:24

Primo colpo di scena proprio in conclusione della prima ora di gara del Bol d’Or 2011. Kenny Foray, in sella alla Yamaha GMT94, è caduto nel primo tratto del circuito di Nevers Magny Cours vedendosi costretto a portare la propria R1 “a spinta” al box diretto da Christophe Guyot. Sei giri persi e, ancora una volta, un inizio sfortunato per la squadra Campione del Mondo 2004 e vittoriosa al Bol d’Or nel 2007, che già nelle ultime due edizioni delle maratone di Le Mans e Magny Cours ha incontrato problemi nei primi 60 minuti di gara.

Corsa tutta in salita per GMT94 con l’equipaggio composto da Kenny Foray, Matthieu Lagrive e David Checa, ben altro discorso per il Suzuki Endurance Racing Team che conduce con 8″ di margine su Kawasaki SRC con la Ninja gommata Pirelli condotta da Julien Da Costa, Gregory Leblanc e Olivier Four, a 23″ BMW Motorrad France decisamente veloce in questa prima fase del Bol d’Or 2011.

Con le prime soste ai box per rifornimento (il cambio gomme è rimandato al secondo stint) c’è Yamaha Austria che recupera dopo una partenza difficile portandosi in 4° posizione davanti alla Kawasaki #8 del Bolliger Team Switzerland, pur dovendo recuperare 1 minuto dalla Suzuki #1.

Passando alla Stocksport (Superstock), il team vittorioso del 2010 Motors Events conduce, ma ad un passo c’è il nostro No Limits con Aldrovandi, Casas e Saltarelli 2° assoluti di categoria a completare la top-10 preceduti dalla Suzuki della classe EWC del R.T. Motovirus, 9°, davanti anche a Honda TT Legends che con John McGuinness in sella si ritrova in 14° posizione.

75ème Bol d’Or
Classifica dopo la 1° ora

01- Suzuki Endurance Racing Team – Suzuki GSX-R 1000 – Philippe/Foray/Delhalle – 34 giri
02- Team SRC Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – Da Costa/Leblanc/Four – + 8.907
03- BMW Motorrad France 99 – BMW S1000RR – Gimbert/Cudlin/Nigon – + 23.986
04- Monster Yamaha YART – Yamaha YZF R1 – Jerman/Martin/Giabbani – + 1’01.914
05- Bolliger Team Switzerland – Kawasaki ZX-10R – Saiger/Stamm/Tangre – + 1’11.427
06- National Motos – Honda CBR 1000RR – Jonchiere/De Carolis/Masson – + 1’34.451
07- Maco Racing Team – Yamaha YZF R1 – Pridmore/Junod/Black – + 1’41.289
08- Motors Events – Suzuki GSX-R 1000 – Gines/Bocquet/Humeau – + 1’41.555
09- R.T. Motovirus Racing – Suzuki GSX-R 1000 – Brivet/Jond/Bellucci – a 1 giro
10- No Limits Motor Team – Suzuki GSX-R 1000 – Saltarelli/Casas/Aldrovandi – a 1 giro

Alessio Piana

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoE, Test Valencia: Bradley Smith al top nel Giorno 2

Superbike: Eugene Laverty salta anche Misano

MotoGP, Maverick Vinales e il ‘mistero’ Morbidelli-Quartararo