8h Suzuka: -2,5 ore, Jonathan Rea cade dietro la safety car

Erroraccio del Cannibale: scivola sul bagnato con le slick, a bassissima velocità, dietro la safety car. Addio sogni di gloria

29 luglio 2018 - 8:09

Jonathan Rea scivola sul bagnato, con le slick, mentre la 8h era neutralizzata dalle safety car. Una caduta a bassissima velocità, che però ha causato danni alla ZX10-RR costretta a rientrare nel box per le riparazioni. La Kawasaki ha rimandato in pista Kazuma Watanabe, al suo primo stint. Ma ormai le chance di vittoria sono sfumate: Rea aveva già perso 35 secondi allo scadere della quarta ora restando a secco qualche centinaio di metri prima dell’ingresso in pit lane per rifornimento e cambio gomme.

HONDA DAVANTI – La gara era stata neutralizzata per la seconda caduta di giornata della Honda #634. Con le safety car in pista, c’è stato anche un altro incidente, in pieno rettilineo, quindi è scatenato un temporale che ha di nuovo bagnato il circuito. Sul bagnato  il pilota più celebre in pista ha perso il controllo e la gara. Rea stava girando con le slick perchè la Kawasaki tentava di prendere in contropiede Yamaha e Honda con una sosta stretegica per recuperare i 90 secondi di distacco al momento del fattacco. Nella girandola di neutralizzazioni e pit stop Honda è riuscita a recuperare in un colpo solo i 40 secondi di ritardo che aveva nei confronti di Yamaha. La Kawasaki resta terza, ma ad un giro dalla testa della corsa. A oltre due ore dalla fine, la 8 ore è più aperta che mai.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Eddi La Marra:”Il Mugello non mi piace, ma voglio restare leader”

MotoGP, Sylvain Guintoli: “Ad Austin vittoria di squadra”

MotoGP, Jorge Lorenzo all’assalto di Jerez… con gli scongiuri