CIV Monza: i risultati della prima giornata di prove

29 aprile 2011 - 14:33

La prima giornata di prove del Campionato Italiano Velocità all’Autodromo Nazionale di Monza, nonostante le previsioni meteorologiche incerte, ha risparmiato quasi tutte le classi ad eccezione della Superstock 1000. Quest’ultima infatti, ha praticamente perso il turno pomeridiano a causa di un veloce scroscio di pioggia che ha tolto la possibilità ai piloti di lavorare sul set-up in vista delle qualifiche di domani. Turni molto combattuti per le classi Superstock 600, Superbike e Superstock 1000, con la top 10 racchiusa in tempi decisamente ravvicinati.

125GP – Moto3 Challenge: Antonelli conduce davanti a Popov e Giorgi, Pontone primo pilota Moto3

Il venerdì di prove libere della classe 125GP ha visto in testa alla classifica un protagonista mancato del round di debutto stagionale a Misano Adriatico, ovvero Niccolò Antonelli (Gabrielli Racing). Il pilota di Cattolica, che sul tracciato di casa si era fratturato lo scafoide del polso sinistro nella giornata di sabato, ha fatto segnare un più che convincente  crono di 2’01.651, precedendo di 140 millesimi di secondo il capo classifica Miroslav Popov (Ellegi Racing).

Terzo e ben distanziato dai primi due si piazza Alessandro Giorgi (VFT Racing), con il quarto classificato Kevin Calia (MGP Racing – 2B) a poco più di un secondo di gap. Seguono Romano Fenati (Gabrielli Racing), i due piloti del team Faenza Racing Massimo Parziani e Cristiano Carpi, e il duo Rumi 125GP composto in ordine da Riccardo Moretti e Toshimitsu Gondo. Primo classificato della Moto3 Challenge è Armando Pontone (Ioda Racing Project) col sedicesimo tempo, a precedere il compagno di squadra Giuliano Stirpe e l’ultimo classificato Andrea Zanella (Moriwaki Bierretti Racing).

Superstock 600: Stefano Casalotti precede Federico Monti e Riccardo Russo, i tre in 58 millesimi!

Grande equilibrio in pista per quanto riguarda la categoria Superstock 600, con il bresciano Stefano Casalotti (Yamaha Team Rosso e Nero) che fa segnare in mattinata quello che poi risulterà il miglior tempo di giornata, grazie al crono di 1’51.623. Gli avversari non stanno a guardare, con il secondo e terzo classificato Federico Monti (Yamaha Fuori di Testa) e Riccardo Russo (Yamaha Team Trasimeno) rispettivamente a soli 46 e 58 millesimi di distacco.

Questa classe si dimostra molto combattuta, se si tiene anche conto che i primi undici classificati sono racchiusi soltanto in 0.861 secondi. Quarto al termine della giornata è Nicola Morrentino (Yamaha Elle 2 Ciatti), seguito dal compagno di squadra statunitense Joey Pascarella, dal pilota di Tavullia Franco Morbidelli (Yamaha Forward Junior Racing), dal russo Vladimir Leonov (Yachnich Racing) e da Dino Lombardi (Yamaha Martini Corse). Completano i primi dieci Luca Vitali (Forward Junior Racing) e Giuliano Gregorini (RCGM Faber).

Supersport – Moto2: inarrestabile Dionisi, seguono Tamburini e Palumbo, Andreozzi primo pilota Moto2

Dopo il successo sul tracciato di Misano, Ilario Dionisi (Honda Scuderia Improve) si ripete nella prima giornata di prove a Monza, per la categoria Supersport. Il pilota di Roma fa segnare un miglior tempo di 1’49.665, staccando di ben 629 millesimi il secondo classificato Roberto Tamburini (Yamaha Bike Service Racing), di ritorno nel CIV dopo il successo in campionato della scorsa stagione.

Terzo classificato è il pilota Honda Velmotor by xone Alessio Palumbo, che precede il compagno di squadra Alessio Velini, il veterano Mirko Giansanti (Kawasaki Puccetti Racing) e Fabio Menghi (Yamaha VFT Racing). Folta presenza dei piloti Moto2 nella top 20, con l’exploit di Alessandro Andreozzi (FTR Andreozzi R.C.) che ottiene il decimo tempo assoluto, mentre dal quattordicesimo al diciottesimo crono troviamo in ordine Tommaso Lorenzetti (RSV Improve Moto2), Federico D’Annunzio (Ioda Racing Project), Davide Fanelli (Bimota Team QDP), Diego Ciavattini e Mattia Tarozzi (Faenza Racing).

Superbike: quattro Ducati al comando, il campione in carica Polita davanti a Saltarelli, Sandi e Baiocco

Il campione in carica di categoria Alex Polita (Ducati Barni Racing) fa segnare il miglior tempo in questo venerdì di prove libere a Monza. Lo jesino è il primo di un quartetto di piloti molto agguerriti, racchiusi in soli 119 millesimi, composto inoltre da Simone Saltarelli (Team Grandi Corse), Federico Sandi (Althea Racing, il più veloce nel turno pomeridiano di prove) e Matteo Baiocco (Ducati Barni Racing). Quinto classificato è Alessandro Gramigni su Yamaha, davanti a Luca Conforti (Ducati Althea Racing) e al campione in carica della Superstock 1000 Ivan Goi (Aprilia Ecodem TRD Racing), quest’ultimo che accusa un gap di ben nove decimi di secondo.

Ottavo è l’esperto Gianluca Nannelli (BMW MM Racing), a precedere il duo Aprilia Gabrielli Racing composto dal “nipote d’arte” Federico Mandatori e dal compagno di squadra Lorenzo Mauri. A seguire troviamo Davide Caselli (BMW N & C Racing), Alessio Aldrovandi (BMW Penta Race) e Fabrizio Lai (Honda Echo Sport Racing).

Superstock 1000: BMW protagoniste con Lorenzo Zanetti, davanti a Michele Magnoni e Sylvain Barrier

Un veloce scroscio d’acqua ha rovinato i piani dei piloti Superstock 1000, che non hanno così potuto sfruttare al meglio la sessione pomeridiana di prove libere. Il più veloce di giornata (i riferimenti migliori sono stati fatti segnare nel primo turno) è stato il bresciano Lorenzo Zanetti (BMW Motorrad Italia), davanti a Michele Magnoni (BMW Team Mascheroni by Baru) e al compagno di squadra Sylvain Barrier. La S1000RR ha fatto quindi da padrona in questo venerdì di prove (velocità massima più alta fatta segnare da Zanetti in 315.6), come era lecito aspettarsi visti i lunghi rettilinei del circuito brianzolo, sulla Ducati (nonostante la seconda top speed sia di Riccardo Della Ceca, con 313.5 km/h, mentre Danilo Petrucci è nono in questa speciale classifica con 306.6 km/h).

In classifica le bicilindriche di riferimento per Borgo Panigale si sono viste precedere anche da una Kawasaki, quella del team Pedercini guidata dal marchigiano Marco Bussolotti, quarto al termine. Quinto classificato invece è il vincitore della gara di Misano Danilo Petrucci (Ducati Barni Racing – Team Italia), davanti al compagno di box Riccardo Della Ceca, a Fabrizio Perotti (BMW Play Racing) e all’argentino Leandro Mercado (Kawasaki Pedercini). Chiudono la top 10 altri due piloti in sella alla S1000RR, ovvero Ivan Clementi (BMW Asia Competition) e Lorenzo Alfonsi (BMW Team Riviera F.C.C.).

Valerio Piccini

Servizio Fotografico: Antonio Inglese – Inglishphoto.com

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, sindrome compartimentale: Dovizioso e Rossi destini diversi

Marco Melandri, adesso hanno paura di lui?

Chaz Davies, crisi infinita: “Così è frustrante”