CIV: i risultati del sabato di qualifiche a Misano

9 aprile 2011 - 13:50

Il sabato di qualifiche del Campionato Italiano Velocità, al primo round della stagione 2011 sulla pista di Misano, è stato caratterizzato da temperature elevatissime, che hanno ampiamente superato i 30°C nel pomeriggio ed hanno creato problemi a numerosi piloti, che non sono stati in grado di migliorarsi nella sessione pomeridiana. Gli ostacoli maggiori li hanno avuti i piloti della Superstock 1000, che hanno girato nell’orario peggiore con gran caldo ed inevitabili problemi di grip nel terzo ed ultimo settore.

Superstock 600: Gregorini in pole, seguito da Lombardi e Pascarella

Dopo la seconda posizione ottenuta nelle libere di ieri, Giuliano Gregorini (RCGM Faber) riesce a conquistare la prima casella dello schieramento di partenza, per la gara Superstock 600 in programma domani. Il pilota marchigiano ha staccato un crono di 1’40.770 che gli è valso la prima posizione già dalla mattinata, e gli ha permesso di essere l’unico pilota a scendere sotto il muro del minuto e quarantuno secondi.

La prima fila, composta inoltre da Dino Lombardi (Yamaha Martini Corse), dall’americano Joey Pascarella (Yamaha Elle 2 Ciatti, protagonista di una caduta nel secondo turno) e da Riccardo Russo (Yamaha Trasimeno) è stata decisa nella prima sessione, così come per il quinto posto di Christian Gamarino su Kawasaki del team GoEleven. Primo dei piloti miglioratisi nel pomeriggio è stato Luca Vitali (Yamaha Forward Racing Junior Team), il più veloce della sessione di qualifiche numero 2. Il pilota romagnolo precederà sulla griglia di partenza Federico Monti (Yamaha Fuori di Testa), il russo Vladimir Leonov (Yachnich Motorsport, protagonista di una caduta senza conseguenze), Stefano Casalotti (Yamaha Team Rosso e Nero) e Francesco Cocco (Yamaha Martini Corse).

Superstock 1000: pole per Petrucci, in prima vila anche Barrier, Magnoni e Perotti

Il sabato di qualifiche della Stock 1000 ha consegnato la pole position in mano a Danilo Petrucci, capace di ottenere un strepitoso tempo di 1’37″967, fatto segnare nella sessione mattutina, in sella alla 1098R del team Barni Racing (con colorazione Team Italia). La prova di Petrucci conferma la bontà del progetto Barni – Team Italia, impegnato quest’anno sia nel CIV che nella FIM Superstock 1000 Cup, visto anche che l’umbro è l’unico pilota Ducati nella top ten e, assieme all’argentino Leandro Mercado (nono con la Kawasaki del team Pedercini) l’unico pilota non BMW tra i primi dieci classificati.

Dietro al giovane ternano si classifica la wild-card Sylvain Barrier (BMW Motorrad Italia), che ha preceduto le S1000RR di Michele Magnoni (Team Mascheroni by Baru), Fabrizio Perotti (Play Racing), del compagno di squadra Lorenzo Zanetti (caduto alla curva 1 nel finale del turno pomeridiano), di Lorenzo Alfonsi (Team Riviera FCC), di Ivan Clementi (Asia Competition) e Alessio Corradi.

Chiude la top 10 Marco Muzio (BMW DMR Racing), preceduto dal già citato Leandro Mercato e seguito dai due compagni di squadra di quest’ultimo, ovvero Marco Bussolotti e Bryan Staring. Come nella giornata di ieri, la sessione è stata sospesa per qualche minuto per poter accertarsi delle condizioni della pista dopo un problema tecnico occorso ad un pilota, in questa occasione Matteo Gabrielli.

Superbike: Sandi davanti a tutti, bene Baiocco. In prima fila anche Rolfo e Polita

Federico Sandi (Ducati Althea Racing) ha ottenuto la pole position al termine dei due turni di qualifica della classe Superbike. Il pilota vogherese ha fatto segnare un best lap di 1’36.534 che è risultato inavvicinabile per gli avversari, a cominciare dal secondo classificato Matteo Baiocco (Ducati Team Barni), che ha rimediato ben 412 millesimi al termine.

Distacchi ancora maggiori a partire dalla terza posizione, occupata da un Roberto Rolfo (Kawasaki Pedercini) capace di migliorarsi notevolmente nel pomeriggio. Il pilota piemontese ha preceduto il campione in carica Alex Polita il quale, così come Rolfo, ha girato decisamente più forte nel secondo turno di qualifiche rispetto al primo, conquistando così l’ultima casella della prima fila.

Quinto posto per Marco Borciani (Kawasaki Pedercini), davanti ad un competitivo Simone Saltarelli (Ducati Grandi Corse) e agli altri due piloti Althea Racing Luca Conforti e Flavio Gentile. Chiude la top 10 la coppia Aprilia Gabrielli Racing composta da Lorenzo Mauri e Federico Mandatori, davanti ad un altro pilota in sella alla quattro cilindri di Noale, ovvero il campione in carica della Superstock 1000 Ivan Goi (Aprilia Ecodem TRD Racing).

125GP – Moto3 Challenge: Alessandro Giorgi precede Romano Fenati, top 6 molto competitiva

Il pilota di casa Alessandro Giorgi scatterà domani dalla prima posizione dello schieramento per la gara valida per la classe 125GP. Il pilota VFT Racing è riuscito a far meglio, per soli 89 millesimi, di Romano Fenati (Gabrielli Racing). Terza posizione per il trentino Massimo Parziani (Faenza Racing), con Kevin Calia (MGP Racing – 2B) a chiudere la prima fila.

Sesto e settimo posto per gli altri due piloti Gabrielli Racing Paolo Giacomini e Niccolò Antonelli, seguiti dal duo Ellegi Racing composto da Miroslav Popov e Andrea Mantovani. Chiudono la lista dei primi dieci classificati Riccardo Moretti (Rumi 125 GP) e Federico Fuligni (Andreozzi R.C.). Primo pilota Moto3 Challenge classificato è ancora una volta Armando Pontone (Ioda Racing Project) con il diciannovesimo tempo assoluto, seguito da Andrea Zanella (Moriwaki Bierretti Racing, 26esimo crono) e dal compagno di squadra Giuliano Stirpe.

Supersport – Moto2: pole per Dionisi, seguito da Palumbo, Velini e Giansanti

Ilario Dionisi (Honda Scuderia Improve) è risultato il più veloce della classe Supersport anche in questo sabato di qualifiche, grazie ad un miglior tempo di 1’39.658. Il pilota di Roma ha fatto il vuoto dietro di sé, visto che il secondo classificato Alessio Palumbo (Honda Velmotor 2011 by xone ha rimediato al termine ben 901 millesimi di distacco, che gli hanno permesso comunque di precedere, sebbene di poco, il compagno di squadra Alessio Velini.

In quarta e quinta posizione troviamo i due piloti Kawasaki Puccetti Racing Mirko Giansanti e Stefano Cruciani, mentre la sesta posizione in griglia spetta al primo pilota in sella ad una Moto2, ovvero Ferruccio Lamborghini (Suter Forward Racing Junior). Chiudono la seconda fila dello schieramento Marco Marcheluzzo  su Triumph e Fabio Menghi (Yamaha VFT Racing).

Per quanto riguarda ancora la classe Moto2 Federico D’annunzio (Ioda Racing Project) scatterà dalla nona casella, mentre dalla dodicesima alla quattordicesima partiranno in ordine Mattia Tarozzi (Suter Faenza Racing), Diego Ciavattini e Alessandro Andreozzi (FTR Andreozzi R.C.). Sedicesimo posto in griglia invece per Davide Fanelli (Bimota Team QDP).

Valerio Piccini

Servizio Fotografico: Antonio Inglese – Inglishphoto.com

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

MotoGP, Oscar Haro: “Lorenzo bloccato dall’elettronica”

Eurosport Events promoter del FIM EWC per altri 10 anni

BSB Silverstone Prove 2: O’Halloran al top, 1-2 McAMS Yamaha