CEV Superbike: dopo Navarra sei piloti in corsa per il titolo

Tutto ancora in gioco nella SBK

21 settembre 2014 - 21:41

Precedentemente riconosciuta come “CEV Stock Extreme” (ed ancor prima “Formula Xtreme”), la classe Superbike del FIM CEV Repsol International Championship a due round (tre gare) dal termine della stagione 2014 sta offrendo un acceso confronto per la conquista del titolo con sei potenziali candidati alla vittoria finale. Il merito, per certi versi, è del ‘Re’ della categoria Carmelo Morales, tornato in gara al Circuito de Navarra e, manco a dirlo, sul gradino più alto del podio. Fuori gioco per un brutto infortunio rimediato nel corso della gara di Montmelò, assente dalle due manche di Albacete, al rientro con la Kawasaki Ninja ZX-10R del Calvo Team LaGlisse ha letteralmente monopolizzato la scena a Los Arcos: pole e vittoria da assoluto dominatore, viatico per rilanciare le proprie quotazioni in classifica. Pluri-Campione del CEV tra Formula Xtreme, Stock Extreme e Moto2 senza scordarci dei trionfi nell’Europeo in prova unica classi Superstock 1000 e Supersport, Morales nelle tre gare portate a termine ha conquistato due vittorie ed un secondo posto ritrovandosi ora a 38 lunghezze (con 75 punti ancora in palio) dal capoclassifica Ivan Silva che, della costanza di rendimento, ha fatto il suo punto di forza. Sempre a punti nelle sette gare in archivio, con la BMW HP4 del TargoBank CNS Motorsport l’ex pilota di Ducati d’Antin e Avintia in MotoGP pur con soltanto una vittoria (ad Albacete) all’attivo conduce ora con 3 punti di vantaggio rispetto a Santiago Barragan, con la Kawasaki Ninja ZX-10R del Team Stratos secondo assoluto a Navarra, sempre a punti seppur a digiuno di vittorie.

Nel novero dei contendenti al titolo non mancano i due alfieri del Kawasaki Palmeto PL Racing rispettivamente terzo e quarto nella generale: Kenny Noyes (a -4 dalla vetta, tre vittorie quest’anno) ed il venezuelano Robertino Pietri, soltanto sesto a Navarra, ma pienamente in corsa per la vittoria finale con soli 12 punti da recuperare dalla vetta. Resta potenzialmente in lizza per questo traguardo anche Dani Rivas, con BMW Easyrace protagonista di una bella gara a Los Arcos, ma proprio all’ultima curva beffato da Kenny Noyes nel duello per il terzo gradino del podio. Risulta di fatto tagliato fuori dai giochi-campionato l’ex Campione del CEV 125 e Supersport Angel Rodriguez, con la GSX-R 1000 del Team Suzuki Speed Racing vincitore di Gara 1 ad Albacete, ma con troppi ‘zero’ nel proprio cammino (l’ultimo complice una scivolata in gara a Navarra) tanto da ritrovarsi ottavo nella generale preceduto anche da Enrique ‘Kike’ Ferrer, tra le note positive del 2014 con la Kawasaki privata del Pastrana Racing Team.

Il CEV Superbike il 2 novembre prossimo all’Autódromo Internacional do Algarve di Portimão affronterà il penultimo round 2014 con 2 gare in programma destinate a far ulterior selezione tra i pretendenti al titolo. FIM CEV Repsol International Championship 2014 La Classifica di Campionato del CEV Superbike 01- Ivan Silva – TargoBank Motorsport – BMW S1000RR – 108 02- Santiago Barragan – Team Stratos – Kawasaki ZX-10R – 105 03- Kenny Noyes – Kawasaki Palmeto PL Racing – Kawasaki ZX-10R – 104 04- Robertino Pietri – Kawasaki Palmeto PL Racing – Kawasaki ZX-10R – 96 05- Daniel Rivas – Easyrace Superbike Team – BMW S1000RR – 82 06- Carmelo Morales – Calvo Team – Kawasaki ZX-10R – 70 07- Enrique Ferrer – Pastrana Racing Team – Kawasaki ZX-10R – 58 08- Angel Rodriguez – Team Suzuki Speed Racing – Suzuki GSX-R 1000 – 49 09- Raul Garcia – TargoBank Motorsport – BMW S1000RR – 40 10- Fabien Parchard – Basoli Competició – Kawasaki ZX-10R – 33 11- Alejandro Esteban – AE19 Basoli Competició – Kawasaki ZX-10R – 33 12- Eeki Kuparinen – Motomarket Racing – BMW S1000RR – 32 13- Alexandre Mateos – Team Suzuki Speed Racing – Suzuki GSX-R 1000 – 32 14- Josh Wainwright – Quelch After Dark – Kawasaki ZX-10R – 29 15- Raul Martinez – Alba Racing Motor Sport – Kawasaki ZX-10R – 23

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Superbike: L’arrivo di Ten Kate farà saltare il banco in Yamaha?

Eugene Laverty: “Bitubo è il nostro asso nella manica”

MotoGP: Danilo Petrucci lavora sull’ergonomia, ma la sella ‘scotta’