CEV Moto3 Portimao Qualifiche: pole Quartararo, Bulega in 1° fila, Marini in 2°

Pole da Campione di Quartararo

1 novembre 2014 - 15:16

Fabio Quartararo è Campione del FIM CEV Repsol International Championship 2014 classe Moto3. Una non-notizia, considerato che, ancor prima di scender in pista all’Autódromo Internacional do Algarve di Portimão per il penultimo appuntamento stagionale, il 15enne pilota nizzardo aveva festeggiato anzitempo questo prestigioso (e ampiamente meritato) traguardo. Complice l’assenza ‘forzata’ del suo unico avversario nella corsa al titolo Jorge Navarro per un forfait dovuto a ragioni prettamente logistiche (la sua KALEX-KTM del Marc VDS Racing Team sta effettuando il viaggio di ritorno dalla Malesia al termine del ‘trittico’ extra-europeo del Motomondiale), ‘El Diablo‘ oggi in Algarve ha potuto affrontare il doppio-turno di qualifiche ufficiali senza pressioni di classifica, onorando al meglio questa sua penultima apparizione nel Campeonato de España de Velocidad e futuro ‘Mondiale Junior FIM‘. In sella alla missilistica Honda NSF250RW ufficiale HRC schierata dal Monlau Competición di Emilio Alzamora, il più giovane Campione (a 14 anni e 221 giorni) e bi-Campione (a 15 anni e 196 giorni: l’ufficialità effettiva domani allo spegnimento dei semafori) nella storia del CEV ha ritoccato nuovi record da lui stesso detenuti: grazie al crono di 1’48″776, il nuovo Fenomeno del motociclismo transalpino si è assicurato la sesta pole in sette round stagionali (mancando l’appuntamento solo a Le Mans), la nona pole negli ultimi dieci appuntamenti disputati nella categoria. Con 52 punti di margine sul suo futuro compagno di squadra al Team Estrella Galicia 0,0 nel Motomondiale, domani Quartararo correrà già da (bi)Campione CEV Moto3, ma con tanta voglia di replicare sul più bello il fenomenale ‘passo’ espresso nei due turni di ufficiali: nella QP2 un ‘time attack’ con gomma soft con due tornate consecutive sotto l’1’49” (1’48″776 e 1’48″942), ma soprattutto 9 passaggi (6 di fila) sotto l’1’50”, 22 (!) complessivi in due turni di ufficiali. Ancor più del distacco rifilato ai suoi più diretti inseguitori, il pupillo HRC sembra (oggettivamente) imprendibile sul tracciato di Portimão, ma le tematiche d’interesse per la corsa in programma domani alle 13:00 locali (le 14:00 italiane) non mancheranno con i talenti italiani in evidenza.

Assente Andrea Migno, quarto nella generale e ormai impegnato a tempo-pieno nel Mondiale di categoria (nel presente con Mahindra Racing, nel 2015 con lo Sky Racing Team VR46), i nostri portabandiera sono infatti grandi protagonisti in Algarve. Ad un soffio dal secondo crono di Gabriel Rodrigo (KTM RC 250 R del RBA Racing Team di Aleix Espargaro, reduce dalla vittoria da wild card di Gara 2 del CIV al Mugello), Nicolò Bulega con il terzo best lap di giornata in 1’49″668 siglato nella QP1 (2° assoluto) chiude la prima fila con la KTM #46 del Calvo Team LaGlisse, la seconda ‘first row‘ in questa sua stagione d’esordio nel CEV da 14enne dopo la tappa al MotorLand Aragón di Alcañiz. Incappato ieri in una scivolata senza conseguenze, l’alfiere della VR46 Riders Academy punta a bissare il podio di Navarra dovendo fare i conti con un sorprendente David Sanchis (4° con la MIR Racing motorizzata KTM ‘Made in Valencia‘) e con il compagno ‘di Academy’ Luca Marini, positivo quinto assoluto con la KALEX-KTM del sodalizio Aspar-VR46, confermando quanto di buono già espresso nelle qualifiche di Los Arcos. Il Campione italiano MiniGP 80cc 2011, recentemente impegnato a Cheste in un test con la Suter MMX2 Moto2 del Team Ciatti, scatterà così dalla seconda fila a precedere Remy Gardner (presentatosi a Portimão dopo i due weekend mondiali tra Phillip Island e Sepang), Marcos Ramirez (Ioda TR004 del Team Machado) e Stefano Manzi, ottavo con la prima Mahindra MGP3O del TMR-La Bruixa d’Or, prossimamente nel Mondiale con il San Carlo Team Italia della Federazione Motociclistica Italiana.

Il riminese grande protagonista della Red Bull MotoGP Rookies Cup ha tenuto testa a Bradley Ray, Hiroki Ono (senza Navarro può andare all’attacco della seconda posizione del campionato) ed al suo nuovo compagno di squadra Dani Saez (sostituto di Albert Arenas), mentre Davide Pizzoli, da questo weekend schierato dal Calvo Team LaGlisse, ha staccato il diciottesimo crono. Restando in ‘Casa Italia’, Gabriele Ruiu (Honda Promoracing) è 23° a precedere la delusione di giornata Maria Herrera, alle prese con problematiche di vario genere e tipo (e con il morale basso per il no-definitivo alla promozione nel Mondiale 2015), addirittura ventiquattresima a chiudere l’ottava fila con la seconda Honda NSF250RW HRC iscritta dallo Junior Team Estrella Galicia 0,0. FIM CEV Repsol International Championship 2014 CEV Moto3 Autódromo Internacional do Algarve di Portimão, Classifica Qualifiche 01- Fabio Quartararo – Junior Team Estrella Galicia 0,0 – Honda NSF250RW – 1’48.776 02- Gabriel Rodrigo – RBA Racing Team – KTM RC 250 R – + 0.658 03- Nicolò Bulega – Calvo Team – KTM RC 250 R – + 0.892 04- David Sanchis – Cuna de Campeones – MIR Racing KTM – + 1.114 05- Luca Marini – Team Aspar-VR46 – KALEX KTM – + 1.170 06- Remy Gardner – Calvo Team – KTM RC 250 R – + 1.392 07- Marcos Ramirez – Team Machado CAME Spain – Ioda TR004 – + 1.469 08- Stefano Manzi – TMR Mahindra – Mahindra MGP3O – + 1.728 09- Bradley Ray – KRP/FAB Racing – FTR KTM – + 1.741 10- Hiroki Ono – Honda Team Asia – TSR3 Honda – + 1.799 11- Daniel Saez – TMR Mahindra – Mahindra MGP3O – + 1.823 12- Takuma Kunimine – PMU 7C – TSR3 Honda – + 2.035 13- Wayne Ryan – Calvo Team – KTM RC 250 R – + 2.087 14- Xavi Cardelus – Cardelus BST – KTM RC 250 R – + 2.233 15- Aaron Polanco – Team Aspar Proto Tech – KALEX KTM – + 2.263 16- Aron Canet – Promoracing – Honda NSF250R – + 2.350 17- Bo Bendsneyder – Dutch Racing Team – FTR Honda M312 – + 2.391 18- Davide Pizzoli – Calvo Team – KTM RC 250 R – + 2.490 19- Max Enderlein – dVRacing ADAC Sachsen LZ – KTM RC 250 R – + 2.615 20- Ramdan Rosli – Petronas AHM Malaysia – KTM RC 250 R – + 2.927 21- Adam Norrodin – SIC Ajo – KTM RC 250 R – + 2.976 22- Martin Vanhaeren – H43 Team Blumaq Talasur – Suter Honda MMX3 – + 3.065 23- Gabriele Ruiu – Promoracing – Honda NSF250R – + 3.139 24- Maria Herrera – Junior Team Estrella Galicia 0,0 – Honda NSF250RW – + 3152 25- Hafiza Rofa – SIC Ajo – KTM RC 250 R – + 3.273 26- Tatsuki Suzuki – PMS CIP – Honda NSF250R – + 3.672 27- Gerard Riu – dVRacing – KTM RC 250 R – + 3.713 28- Juan Antonio Bellver – Team Larresport – FTR Honda M312 – + 3.770 29- Pedro Nuno Romero – Team Machado Oliveira School – FTR Honda M312 – + 3.844 30- Maximilian Kappler – SaxoPrint RTG – FTR Honda M313 – + 3.925 31- Aleix Viu – Team Larresport Bradol – FTR Honda M312 – + 4.163 32- Edgar Gallipoli – Venezuela Racing Team – KALEX KTM – + 4.175 33- Soushi Mihara – H43 Team Blumaq Talasur – KTM RC 250 R – + 4.401 34- Christoph Beinlich – Eulenstein Beinlich RTG – FTR Honda M312 – + 4.532 35- Hugo Casadesus – PMS CIP – KALEX KTM – + 5.351 36- Jorel Boerboom – RV Racing – Suter Honda MMX3 – + 5.441 37- Vicente Perez – MIR Racing KTM – + 5.681 La diretta della gara su Sky Sport MotoGP HD, Canale 208 Sky Alessio Piana (Twitter: @AlessioPiana130)

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Superbike: L’arrivo di Ten Kate farà saltare il banco in Yamaha?

Eugene Laverty: “Bitubo è il nostro asso nella manica”

MotoGP: Danilo Petrucci lavora sull’ergonomia, ma la sella ‘scotta’