CEV Moto3, Estoril: Il primo successo di Barry Baltus

Barry Baltus vince la prima gara del CEV Moto3 2019. Xavier Artigas e José Júlian García sul podio, miglior italiano Matteo Bertelle 8°.

7 aprile 2019 - 15:08

Dopo il trionfo l’anno scorso in Gara 1 in European Talent Cup proprio su questa pista, Barry Baltus mostra nuovamente di apprezzare il tracciato portoghese. Il pilota belga del Angel Nieto Team conquista il suo primo successo nel Mondiale Junior, con margine sul campione ETC in carica Xavier Artigas, mentre completa il podio José Júlian García. Miglior italiano il rookie Matteo Bertelle, che taglia il traguardo in ottava posizione.

La pioggia aveva concesso una breve tregua, ma è ricomparsa poco prima del via. Abbiamo intanto Cook che scatterà dalla pit lane (era 9°) come Fernández, che accusa problemi alla moto senza riuscire a partire per il giro di ricognizione. A pochi secondi dal via si ferma Arita (riuscendo a cominciare la competizione solo più tardi), mentre al via è subito battaglia in testa, nonostante le difficili condizioni. Baltus riesce infine a prendere il comando davanti a García e Tatay, con il poleman Alcoba solo 7°. Non mancano le cadute: si ritirano Pizzoli, Salvador, Viu, Fernández, Giral, Paasch, mentre Canero rientra ai box. Scivola anche Öncü, riuscendo poi a ripartire.

La lotta per il podio presto si riduce a quattro piloti: Baltus, Artigas, García e Kofler prendono un buon margine, senza privarsi della battaglia. Ad otto giri dalla fine però l’austriaco abbandona la lotta per una caduta, rientrando fuori dalla top ten. Giro dopo giro Barry Baltus riesce ad accumulare il margine necessario per vincere: porta il suo nome la prima gara del 2019. Salgono sul podio Xavier Artigas davanti a José Júlian García, da sottolineare anche il 4° posto della giovane promessa del Astra Honda Racing Team, Mario Suryo Aji. Matteo Bertelle è 8°, Matteo Patacca è 19° seguito da Kevin Zannoni, Nicola Carraro e Stefano Nepa, mentre Davide Pizzoli chiude anzitempo per una caduta.

La classifica

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Bradley Smith: “Non capisco le scelte della Direzione Gara”

Moto2, Enea Bastianini: “Alla fine la gomma era al limite”

Moto3, Catalunya: Paolo Simoncelli “Una gara di autoscontri”