CEV Moto3: Ecco le tre punte del Leopard Junior Team

Il Leopard Junior Team pronto per disputare un 2019 da protagonisti, puntando sull'italiano Davide Pizzoli e sugli spagnoli Xavier Artigas e Alex Díez.

19 gennaio 2019 - 16:27

Alex Díez, Xavier Artigas e Davide Pizzoli: ecco la prima foto del terzetto con cui il Leopard Junior Team punta in alto nella stagione 2019 nel FIM CEV Moto3 Junior World Championship. Una coppia di giovani spagnoli a cui si unisce un pilota italiano: vediamo nel dettaglio chi sono.

Davide Pizzoli non è un novellino per quanto riguarda il Mondiale Junior. Originario di Roma, 19 anni, ‘Dadda’ è approdato nel CEV nel 2014 dopo aver vinto il titolo nel Campionato Spagnolo PreGP 125. Nelle due stagioni successive disputa anche tre wild card mondiali con 42Motorsport (squadra di Alex Rins), prima di passare al Mondiale Supersport nel 2017. L’esperienza dura però solo cinque gare, ottenendo un piazzamento a punti, tornando in seguito in pista nel CIV Moto3 con Team 3570 MTA. Riparte nel 2018 dal CEV Moto3 assieme al Max Racing Team, un rapporto in seguito interrotto consensualmente e con il romano rientrato nel Campionato Italiano Velocità. Sarà poi in pista per l’ultima tappa stagionale nel Mondialino, prendendo il posto del connazionale Pagliani proprio nel Leopard Junior Team, che in seguito annuncia il suo ingaggio per il 2019.

Di Xavier Artigas, campione ETC in carica, abbiamo parlato qui. Per quanto riguarda Alex Díez, si tratta di un altro giovanissimo in arrivo dalla European Talent Cup. Asturiano, classe 2001, si è distinto fin nei campionati minori, prima di approdare nel 2017 in ETC: ha chiuso la stagione con una sesta posizione finale grazie ad una vittoria e due podi. Nel 2018 ha corso nuovamente nel medesimo campionato, mentre in questa nuova annata avrà l’occasione di esordire nel Mondiale Junior.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Superbike: Alvaro Bautista scopre Imola “La pioggia? Non ho paura”

MotoGP: Aprilia con lo spoiler già a Jerez?

CIV Superbike: Michele Pirro-Ducati V4R, chi li batte al Mugello?