CEV Moto3: due giorni di Test a Valencia, protagonisti gli italiani

Bulegna, Marini e Migno presenti

1 marzo 2014 - 3:45

Con la due-giorni di Test privati organizzati da Promoracing al Circuit de la Comunitat Valenciana Ricardo Tormo è iniziata “ufficiosamente” la stagione 2014 del FIM CEV Repsol International Championship. A Valencia gli attesi protagonisti delle classi Moto3, Moto2 e Superbike hanno affrontato due giorni di prove incontrando condizioni climatiche non particolarmente ottimali, riuscendo tuttavia a percorrere i primi kilometri della stagione 2014.

Nel CEV Moto3 grande attenzione riservata ai tre portacolori della VR46 Riders Academy di Valentino Rossi: Luca Marini e Andrea Migno (KALEX-KTM del team Aspar) e Nicolò Bulega (nella foto), al secondo test dopo Almeria con la KTM RC 250 R del Team Calvo. Oltre al Campione italiano PreGP 250 in carica, il Team LaGlisse quest’anno affiderà altre tre KTM al vice-Campione CEV Moto3 Marcos Ramirez, Wayne Ryan più il figlio d’arte Remy Gardner, sul podio lo scorso anno nell’Europeo Moto3 in prova unica disputatosi ad Albacete.

Presenti a Valencia anche gli alfieri del Monlau Competición di Emilio Alzamora: il Campione CEV Moto3 in carica Fabio Quartararo e Maria Herrera, al lavoro con la nuova Honda NSF250RW ufficiale HRC. Sempre a proposito dei piloti italiani, Davide Pizzoli (protagonista della PreGP in Spagna) ha provato la KTM RC 250 R del dVRacing RBA, mentre in contemporanea con i Test a Valencia è arrivato l’annuncio che Stefano Manzi insieme ad Albert Arenas difenderà i colori Mahindra Racing nel CEV con il team TMR-La Bruixa d’Or.

Per il CEV Moto3 l’appuntamento è ora fissato per il 4 marzo prossimo con nuovi test in programma al Motorland Aragón di Alcañiz.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

acosta cev moto3

CEV Moto3, Valencia: a Pedro Acosta l’ultima pole del 2020

tuuli cev moto2

CEV Moto2: Niki Tuuli in pole davanti a Montella nel gran finale a Valencia

savadori motogp

ESCLUSIVA Lorenzo Savadori in MotoGP: “Ora testa bassa e lavorare”