CEV Moto2: il bilancio al giro di boa della stagione 2014

Raffin leader, OK gli italiani

17 luglio 2014 - 2:41

Giunto quest’anno alla quinta stagione della propria storia, il CEV Moto2, esattamente al giro di boa del campionato, vede in Jesko Raffin l’assoluto ed indiscusso mattatore. Al suo terzo anno di presenza sempre nella formula monomotore Honda CBR 600RR “prototipo”, il talentuoso pilota elvetico sotto contratto con il Grand Prix Team Switzerland e schierato dal Pons Racing sta monopolizzando la scena grazie ad un ruolino di marcia a dir poco sensazionale. Scontato uno sfortunatissimo “zero” nel round inaugurale di Jerez (travolto a pochi metri dal traguardo da Sebastian Porto, in predicato di aggiudicarsi una meritatissima vittoria), da quel momento in avanti il 18enne svizzero ha iniziato una rimonta che lo colloca in cima alla classifica di campionato dopo 5 delle 10 gare nel calendario 2014. Imprendibile nel weekend al Motorland Aragón di Alcañiz (doppietta), in trionfo al Circuit de Barcelona-Catalunya seppur soltanto in volata nei confronti di Florian Alt, ad Albacete Raffin ha condotto la propria KALEX #10 al quarto trionfo stagionale, il quinto in carriera nel CEV Moto2 potendo ora vantare un discreto vantaggio nei confronti dei suoi più diretti inseguitori. Poleman in tutti e quattro i round sin qui andati in archivio (!), Jesko Raffin si presenterà il prossimo mese di settembre al Circuito de Navarra con 14 punti vantaggio rispetto a Florian Alt, Campione Red Bull MotoGP Rookies Cup 2012, all’esordio quest’anno nel CEV Moto2 con una KALEX del Team Stylobike per rilanciare le proprie quotazioni di carriera dopo una sfortunata parentesi nel Mondiale Moto3 2013.

Il talentuoso pilota tedesco, 18enne come il rivale Raffin, ci ha messo poco a trovare le misure della propria KALEX: tre podi su cinque gare (sempre in seconda posizione), peggior piazzamento due quarti posti. Alt ha subito trovato nella “middle class” la propria dimensione, difendendosi egregiamente in uno schieramento di partenza comprensivo di alcuni “veterani”. Questo il caso di Sebastian Porto, vice-Campione del Mondo 250cc 2004, passato a stagione in corso dal TSR Motorsport al Team Stylobike (ma sempre con i colori dell’Argentina) riuscendo tuttavia a conquistare soltanto un podio nell’ultimo round disputatosi ad Albacete. Il 38enne argentino sconta già 31 punti di svantaggio dalla vetta, ma nell’ultimo round ha scavalcato in classifica il figlio d’arte Edgar Pons, vincitore (seppur fortunosamente) a Jerez, ma costretto a stringere i denti nelle ultime gare per la frattura alla testa del radio sinistro (con conseguente operazione) rimediata in seguito alla caduta in Gara 2 al Motorland Aragón di Alcañiz. Con le quotazioni di Edgar Pons al ribasso, negli ultimi round si sono messi in mostra altri giovani talenti del CEV Moto2. Questo il caso di Steven Odendaal, sudafricano già con una stagione “mondiale” all’attivo, protagonista a Montmelò con la Speed Up SF13 dell’Argiñano & Ginés Racing Team dopo esser salito sul podio già ad Alcañiz. Non da meno i due alfieri del TargoBank CNS Motorsport, Alan Techer (trascorsi nel Mondiale Moto3 con CIP moto) e Xavi Vierge (prodotto del vivaio RACC), entrambi già saliti sul podio con le rispettive Tech 3 Mistral 610 in evidenza nell’ambito del Campeonato de España de Velocidad.

Questa prima parte della stagione sarà inoltre ricordata per i promettenti risultati conseguiti dai nostri portabandiera a cominciare da Federico Fuligni. Alfiere della VR46 Riders Academy di Valentino Rossi, il 19enne pilota nativo di Bologna con la Suter MMX2 del Team Ciatti ha sempre concluso nella top-10 nelle cinque gare sin qui disputate con la perla del 5° posto ad Albacete, piazzamento che lo ha collocato in settima posizione assoluta in campionato. Ha dovuto scontare un inizio di stagione sfortunato invece Luca Vitali, con la Ariane2 del Team Stratos tuttavia 8° e 9° nelle ultime due gare tra Montmelò e Albacete, con tutto il potenziale per scalare la classifica nei prossimi round del calendario. Oltre ai piloti, nel CEV Moto2 splende il tricolore grazie al GRT Racing Team di Mirko Giansanti (in gara nei primi round per poi concentrarsi nel proprio ruolo di Direttore Sportivo) con Dakota Mamola e Angel Poyatos, senza scordarci della presenza di una Bimota HB4 schierata dal Team Alstare per Christoffer Bergman, a punti negli ultimi due round. FIM CEV Repsol International Championship 2014 La Classifica di Campionato del CEV Moto2 01- Jesko Raffin – Pons Racing – KALEX Moto2 – 100 02- Florian Alt – Stylobike Team Bohle Gruppe – KALEX Moto2 – 86 03- Sebastian Porto – Team Argentina Stylobike – KALEX Moto2 – 69 04- Edgar Pons – Pons Racing – KALEX Moto2 – 55 05- Alan Techer – TargoBank Motorsport – Tech 3 Mistral 610 – 47 06- Steven Odendaal – AGR Team – Speed Up SF14 – 41 07- Federico Fuligni – Team Ciatti – Suter MMX2 – 35 08- Xavi Vierge – TargoBank Motorsport – Tech 3 Mistral 610 – 32 09- Russell Gomez – Team Stratos – Ariane2 – 21 10- Miroslav Popov – Montaze Broz Racing Team – Suter MMX2 – 19 11- Dakota Mamola – GRT Aspar Racing Team – Suter MMX2 – 18 12- Jan Buhn – H43 Team Blumaq – AJR Moto2 – 18 13- Miquel Pons – dVRacing Grup Pons – Inmotec Moto2 – 18 14- Luca Vitali – Team Stratos – Ariane2 – 17 15- Javier Francisco Hidalgo – Bruno Performance – TSR 6 – 17 16- Miquel Poyatos – GRT Aspar Racing Team – Suter MMX2 – 16 17- Toni Finsterbusch – SaxoPrint RTG – AJR Moto2 – 14 18- Diego Perez – MR Griful – MVR M2 – 13 19- Ricky Cardus – RBA Racing Team – Speed Up SF13 – 10 20- Bastien Chesaux – Cardelus BST – Suter MMX2 – 10 21- Dimas Ekky Pratama – Dimas Abirawa Star Racing Team – FTR Moto M212 – 5 22- Alejandro Medina – Team Stratos – Ariane2 – 4 23- Mirko Giansanti – Aspar GRT Racing Team – Suter MMX2 – 4 24- Christoffer Bergman – Alstare Junior Team – Bimota HB4 – 4 25- Andres Gonzales – MR Griful – MVR M2 – 4 26- Diego Pierluigi – Team Argentina Stylobike – FTR Moto M212 – 2

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Trofei Wheelup Motoestate: 4° round a Franciacorta il 20-21 luglio

British Talent Cup, appuntamento a Snetterton

Walderstown fatale a Darren Keys