cev moto2

CEV: Rimandato al 2021 il debutto del motore Triumph in Moto2

Ci sono novità tecniche per quanto riguarda il CEV Moto2. Rinviata al 2021 l'introduzione del motore Triumph, si continua con Honda.

21 aprile 2020 - 15:15

L’emergenza coronavirus sta mettendo in ginocchio tutto il mondo. Ne seguono rinvii di campionati mondiali, ma anche l’adozione di misure per ridurre i costi, cercando di fronteggiare al meglio una seria crisi mondiale. Nel CEV Moto2 c’è una novità a livello tecnico: quest’anno non verrà introdotto il motore Triumph, ma si continua ancora con quello Honda.

Un modo appunto per ridurre i costi di sviluppo. Fino al 2019 il Campionato Europeo Moto2 ha utilizzato il motore Honda CBR 600 RR, mentre in questa stagione era prevista l’introduzione del motore Triumph. Vale a dire la maggiore novità a livello tecnico vista l’anno scorso nel Mondiale di categoria. Tutto rimandato ora al 2021, si continua con Honda. I modelli permessi sono quelli dal 2007 al 2020.

Una nuova novità in un campionato che ha già visto rinviare i primi due round stagionali del 2020. Non si correrà né a Portimão né a Valencia (rimandati a data da destinarsi), per il momento mantenuto l’appuntamento in Catalunya previsto per metà giugno. La situazione però si evolve ogni giorno, non mancheranno quindi ulteriori cambiamenti in tal senso.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

cev estoril

CEV, nuovo calendario: inizio a luglio in Portogallo, rinviato Aragón

cev barcelona catalunya

CEV, round a Barcellona rinviato a data da destinarsi

cev moto2 valencia

CEV: Round a Valencia rinviato a data da destinarsi