BSB: Test Cartagena, il ritorno in sella di John Hopkins

Prima giornata di Test con il team Tyco Suzuki by TAS

6 marzo 2014 - 15:41

Un anno di riposo forzato per recuperare dai problemi fisici accusati nel 2013, ora tanta voglia di conquistare quel titolo sfumato nel 2011 per 2 soli punti e 6/1000 all’esposizione della bandiera a scacchi nella decisiva gara di Brands Hatch. Oggi in occasione dell’inaugurale giornata di “Pro Test” a Cartagena John Hopkins è tornato in sella, nello specifico ai comandi della Suzuki GSX-R 1000 #21 del team Tyco Suzuki by TAS.

Vice-Campione 2011 del British Superbike con Crescent Suzuki, “Hopper” ha ritrovato il feeling con la “Gixxer”, moto con la quale ha già corso nel World Superbike (2012 con Crescent Suzuki), AMA Superbike (con il team M4 Suzuki nel 2010) e, ovviamente, BSB.

Questo per me è stato il primo giorno di test con una moto da corsa da praticamente un anno e mezzo“, ha ricordato John Hopkins al termine della prima giornata di prove a Cartagena. “L’aspetto positivo è che conoscevo già la Suzuki GSX-R 1000, inoltre il team TAS mi ha messo nelle condizioni di ritrovare subito il feeling in sella.

Devo dire che ho già superato le mie aspettative, sia in termini di sensazioni, sia per quanto concerne i tempi sul giro. Questo è un “bonus” in più per me, considerato che oggi il mio principale obiettivo è stato quello di ritrovare la fiducia in sella“.

Oltre a John Hopkins, a Cartagena sono presenti in rappresentanza del British Superbike i portacolori dei team Milwaukee Yamaha (Joshua Brookes e Tommy Bridewell), FFX Yamaha (Ian Hutchinson), Millsport Racing Ducati (Jakub Smrz), PR Racing Kawasaki (Keith Farmer) e STEL Suzuki (Aaron Zanotti).

Foto: britishsuperbike.com

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

BSB Brands Hatch Gara 2: Josh Brookes bis, Ducati tris

MotoGP: Edema osseo al ginocchio per Aleix Espargaró

MotoGP, Marc Márquez: “Non mi piace vincere così”