BSB 2018: TAG Racing ingaggia James Ellison

James Ellison prenderà parte al British Superbike 2018 col team TAG Yamaha: "Sarà il mio ultimo anno nel BSB e voglio vincere il titolo."

24 ottobre 2017 - 17:34

Dopo il secondo posto di quest’anno con Josh Brookes, il team TAG Racing Yamaha ha annunciato per il British Superbike 2018 l’ingaggio di James Ellison. Ellison passa alla squadra di Rob Winfield dopo i tanti problemi avuti quest’anno con McAMS Yamaha e l’obiettivo del veterano inglese per la prossima stagione è quello di lottare per il titolo.

A 37 anni Ellison può vantare molta esperienza a livello nazionale e internazionale. Nel suo palmarès spiccano due titoli conquistati nell’Europeo Superstock (2000 e 2001), un titolo nel Mondiale Endurance (2003) e un titolo di miglior pilota privato nel British Superbike (2004), oltre a tre stagioni nel Mondiale MotoGP (2005 con Blata WCM, 2006 con Yamaha Tech 3 e 2012 con la CRT del team Paul Bird Motorsport) e al settimo posto finale nel Mondiale Supersport 2011. Vicecampione BSB nel 2008, nel 2013 Ellison è tornato a correre in madrepatria dopo i due anni tra Mondiale Supersport e MotoGP e ha ottenuto il terzo posto finale nelle stagioni 2015 e 2016.

Ecco quanto dichiarato dal pilota in merito all’accordo: “Sono contento di aver firmato con TAG Racing e di rimanere con Yamaha. Sono stato spesso al comando nei primi sei round della stagione e abbiamo avuto la conferma di quanto questa moto sia competitiva. Quest’anno sono riuscito a stare quasi sempre coi primi, ma purtroppo ho perso molti punti a causa di cadute e problemi tecnici. Le prime impressioni sul team TAG Racing Yamaha sono molto positive e non vedo l’ora di iniziare a lavorare con loro. Il 2018 sarà il mio ultimo anno nel BSB e l’obiettivo sarà quello di vincere il titolo.”

Ellison avrà come compagno di squadra Shaun Winfield (figlio del proprietario del team Rob), il quale disputerà la sua quarta stagione nel BSB dopo aver conquistato quest’anno i suoi primi punti nel campionato.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Eddi La Marra:”Il Mugello non mi piace, ma voglio restare leader”

MotoGP, Sylvain Guintoli: “Ad Austin vittoria di squadra”

MotoGP, Jorge Lorenzo all’assalto di Jerez… con gli scongiuri