British Talent Cup: Campionato con 10 round dal 2020

Novità importanti per la British Talent Cup, dal numero di gare alle regole, ai premi per i piloti a fine anno. Ecco gli aggiornamenti per il prossimo triennio.

26 maggio 2019 - 17:52

Appena concluso il secondo round del 2019 per la British Talent Cup, ecco che arrivano alcune novità riguardanti il format per le prossime stagioni. Un accordo raggiunto tra Dorna Sports e Motorsport Vision Racing, promoter e organizzatore del Campionato britannico, ha portato ad una revisione del programma utilizzato per due stagioni. Aumentano i round per gli iscritti alla BTC, ma non solo: vediamo tutte le novità.

La più importante è l’aggiunta di alcune gare a partire dal prossimo anno, portando a 10 appuntamenti (20 gare in totale). Il campionato poi sarà riservato a piloti tra i 12 ed i 17 anni e le regole tecniche saranno molto simili a quelle applicate in European Talent Cup, in particolare con l’uso di una Honda NSF 250 R standard. La BTC sarà l’unico campionato Moto3 presente sul suolo britannico, con nove gare in concomitanza con il BSB ed una nello stesso fine settimana del Gran Premio MotoGP del Regno Unito. Il calendario 2020 provvisorio prevede test in Spagna a marzo, prima di visitare Assen, Brands Hatch, Donington Park, Knockhill, Oulton Park, Silverstone, Snetterton e Thruxton.

Alla BTC sarà offerta maggiore visibilità, con diretta garantita dalla televisione nazionale grazie alla concomitanza con il BSB, oltre a mantenere un profilo internazionale. Continua l’interesse verso i giovani talenti, con premi importanti a fine stagione. Un pilota può puntare ad un’annata completa nel Mondiale Junior, e due piloti BTC prenderanno parte alla selezione per la Red Bull Rookies Cup. Questi tre piloti verranno selezionati tra quelli provenienti dalle isole britanniche, con la British Talent Cup che sarà aperta a ragazzi di tutte le nazionalità. Oltre a ciò, Dorna e MSVR offriranno ad un prezzo speciale un certo numero di Honda NSF 250 R standard.

“Siamo lieti di annunciare queste novità per i prossimi anni” ha dichiarato il CEO Dorna Carmelo Ezpeleta. “In questo modo la British Talent Cup assume un ruolo di maggior rilievo in Gran Bretagna, oltre che per il progetto Road To MotoGP. Il Regno Unito è importante per storia e futuro del nostro sport, ed è vitale che giovani talenti abbiamo una strada aperta verso il Mondiale. Siamo contenti di continuare questa collaborazione ed assistere alla crescita di questo campionato.”

“L’evoluzione della British Talent Cup è un logico passo avanti per la competizione in Gran Bretagna” ha aggiunto il Direttore di Gara del BSB, Stuart Higgs. “Parliamo di avere un solo campionato britannico di alta qualità, con materiale affidabile, con la garanzia di continuare la crescita nel CEV Moto3. Questo sicuramente rappresenta il miglior modo da parte di Dorna per trovare potenziali talenti britannici da mondiale.”

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Jack Miller: “Lorenzo è stupido e fuori controllo”

Superbike: ETS Racing Fuel, quanto sono importanti le benzine speciali?

MXGP Germania: Tim Gajser è carico, Tony Cairoli ancora in dubbio