ARRC: Decha Kraisart annuncia il ritiro

Il due volte Campione ARRC SuperSports 600cc Decha Kraisart appende il casco al chiodo: per lui un futuro da coach dei piloti di Yamaha Thailand.

1 febbraio 2019 - 13:08

Decha Kraisart: “pioniere” del motociclismo in Thailandia. Il suo esempio, i suoi traguardi sportivi raggiunti, hanno rappresentato una spinta propulsiva a tutto il movimento in madrepatria. Prossimo a compiere 38 anni, il pilota thailandese ha deciso di appendere il casco al chiodo per la stagione 2019, restando tuttavia parte integrante dei programmi Yamaha Motor Thailand nell’A.R.R.C. (Asia Road Racing Championship) dove offrirà la sua esperienza al servizio dei giovani talenti del motociclismo thailandese sotto contratto con la casa dei Tre Diapason.

CHI È DECHA KRAISART?

Originario di Saraburi, classe 1981, Decha Kraisart è stato uno dei principali artefici della promozione e crescita del motociclismo in Thailandia. Ancor prima dei fratelli Wilairot, Kraisart ha ottenuto risultati di rilievo a livello internazionale. Maturata una proverbiale esperienza nelle classi Underbone (i cosiddetti “scooter preparati“: Royal Trophy Cup 114cc nel 2003, titolo nazionale 110cc nel 2004), ben presto Decha è passato alle 600cc con il pieno supporto di PETRONAS e Yamaha Motor Thailand, senza sbagliare un colpo: nel 2007 è diventato il primo motociclista thailandese a vincere nell’A.R.R.C. SuperSports 600cc, risultato bissato nel 2010. Tanto per non farsi mancare nulla, Kraisart nel 2012 si è laureato Campione nella competitiva classe ST600 (Supersport) dell’All Japan. Inutile dirlo, anche qui il primo pilota thai della storia a raggiungere un simile traguardo…

PODIO MONDIALE IN SUPERSPORT

Di fatto l’unico risultato sfumato a Decha Kraisart nella sua invidiabile carriera è stata una vittoria in un Campionato del Mondo. Sfiorata, ma mai raggiunta. Archiviate le due wild card in Moto2 (2013-2014) con una Tech 3 vestita con i colori di Yamaha Motor Thailand, nel quadriennio successivo ha tentato fortuna nelle apparizioni-spot nel Mondiale Supersport in casa a Buriram. Per il “colpaccio” era mancato davvero poco, con quell’indimenticabile secondo posto nel 2017, preceduto sul traguardo dal solo Federico Caricasulo. Un podio mondiale al Chang International Circuit che resterà tra le perle della sua carriera, ottenute sul tracciato amico e dove, lo scorso mese di dicembre, ha disputato le sue ultime due gare nell’ARRC SuperSports 600cc, concluse al secondo posto favorendo la conquista del titolo da parte del suo compagno di squadra Ratthapong Wilairot.

COACH DI YAMAHA THAILAND

Appeso il casco al chiodo, Decha Kraisart svolgerà per conto di Yamaha Thailand il ruolo di “coach” dei vari piloti della casa madre supportati a livello nazionale ed internazionale. Un compito da sempre nelle corde del due volte Campione ARRC: anche grazie a lui se oggi, con successo, piloti come Apiwat Wongthananon, Anupab Sarmoon, Peerapong Boonlert o Ratthapong Wilairot ben figurano nel contesto dell’Asia Road Racing Championship (e non solo…).

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Superbike: Ten Kate-Yamaha? “Non li abbiamo più sentiti”

Superbike: Markus Schramm “BMW, è un ritorno fantastico”

MotoGP, Maverick Vinales: “Quanto hanno migliorato Honda e Ducati?”