ARRC: Astra Honda con 5 piloti tra SuperSports e AP250

Astra Honda Racing Team conferma l'impegno nell'Asia Road Racing Championship: due piloti al via della SuperSports 600cc, tre nella AP250.

11 febbraio 2019 - 10:11

Una presentazione in grande stile ha proiettato Astra Honda Racing Team verso la stagione 2019. La filiale indonesiana della casa dell’ala dorata ha svelato a Bandung, con la presenza d’eccezione di Marc Marquez, i programmi sportivi per l’anno nuovo all’insegna di diverse novità.

Commenta

per primo!

MISSIONE MOTOGP

Come ribadito a chiare lettere da Toshiyuki Inuma, Presidente di Astra Honda Motor, l’obiettivo a medio termine è di portare un motociclista indonesiano a competere in MotoGP. Da qui l’impegno incentrato nel supporto di 14 piloti in 6 differenti campionati, facendo tesoro del lavoro compiuto nelle precedenti stagioni. Dimas Ekky Pratama, uno dei primi portacolori Astra Honda, si è guadagnato la promozione a tempo pieno nel Mondiale Moto2 con IDEMITSU Honda Team Asia, ma non è l’unico indonesiano di prospettiva.

PRESENZA NELL’ARRC

Chiaramente Honda Indonesia continuerà a competere nell’Asia Road Racing Championship con ben 5 piloti. Posticipata la partecipazione alla nuova top class ASB1000 (Superbike), spazio alla SuperSports 600cc e AP250 (la nostra Supersport 300). Nella 600cc due Honda CBR 600RR saranno affidate ad Andi Farid Izdihar (atteso al via della 8 ore di Suzuka) e Rheza Danica, Campione AP250 in carica. Proprio in quest’ultima categoria correranno invece Awhin Sanjaya, Irfan Ardiansyah e Lucky Hendriansya.

PRESENZA INTERNAZIONALE

La presenza di Astra Honda non si limita all’ARRC. Dopo l’esperienza vissuta con Dimas Ekky Pratama, proseguirà l’impegno nel CEV Moto2 con Gerry Salim, spazio invece nella classe Moto3 a Mario Suryo Aji, rivelazione della Asia Talent Cup 2018. Nel monomarca su base Honda NSF250R saranno infine cinque i prospetti patrocinati da AHRT: i riconfermati Adenanta Putra e Afridza Syah Munandar più i debuttanti Herjun Atna Firdaus, Hildan Kusuma e Abdul Gofar. Nella Thailand Talent Cup correranno infine i giovanissimi indonesiani Arzyan Dheyo Wahyumaniadi e Herlian Dandy.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

ASBK Phillip Island: Troy Bayliss subito il più veloce

Ana Carrasco: “Voglio arrivare a competere in MotoGP”

Superbike: “Il vantaggio Ducati non sono i giri, ma la special stradale”