Zaidi

ARRC ASB1000 Zhuhai Prove Libere: Zaidi leader con la Honda

Nelle prime prove libere dell'ASB1000 a Zhuhai (Cina) comanda Zaqhwan Zaidi davanti alle Yamaha R1 di Broc Parkes e Yuki Ito.

9 agosto 2019 - 13:48

Osservata una prolungata sosta per consentire a squadre e piloti di affrontare la 8 ore di Suzuka, la top class ASB1000 dell’Asia Road Racing Championship è tornata in azione nella giornata odierna a Zhuhai, tappa cinese del calendario in sostituzione dell’evento in Corea originariamente programmato. Al ZIC, acronimo di Zhuhai Racing Circuit, le prime prove libere hanno prodotto il miglior tempo di Zaqhwan Zaidi, al top con la Fireblade schierata dal team Honda Asia diretto da Makoto Tamada.

ZAIDI E LA HONDA AL COMANDO

Già in grado di salire sul gradino più alto del podio in questa stagione, Zaqhwan Zaidi ha iniziato con il piglio giusto il weekend cinese del calendario. Il motociclista malese, a sua volta reduce dalla 8 ore di Suzuka, in 1’34″482 ha avuto ragione della coppia Yamaha ASEAN formata dal capo-classifica di campionato Broc Parkes (2°) e dal talentuoso pilota giapponese Yuki Ito (3°). Zaidi, insieme ad Azlan Shah Kamaruzaman (4°), rientra tra i potenziali pretendenti al titolo 2019, a patto di indovinare due buone gare nel weekend di Zhuhai.

WILD CARD

Alle spalle del poker di testa impressiona la wild card Li Zheng Peng, addirittura quinto con la R1 schierata dal team Yamaha Man Lee. Miglior esponente del motociclismo in madrepatria, il motociclista cinese ha preceduto il rientrante Thitipong Warokorn (Kawasaki Thailand), finalmente in azione dopo il brutto infortunio accusato lo scorso mese di marzo a Buriram da wild card nel Mondiale Superbike. Scorrendo la classifica, ottavo e decimo rispettivamente Apiwath Wongthananon e Ratthapong Wilairot a precedere Mark Aitchison, dai trascorsi in Superbike e Supersport ritrovandosi undicesimo da wild card per questo fine settimana.

Asia Road Racing Championship 2019
ASB1000 – Superbike
Zhuhai International Racing Circuit, Classifica Prove Libere

1- Zaqhwan Zaidi – Honda Asia Dream Racing with Showa – Honda CBR 1000RR SP2 – 1’34.482

2- Broc Parkes – Yamaha Racing Team ASEAN – Yamaha YZF R1 – 1’34.630

3- Yuki Ito – Yamaha Racing Team ASEAN – Yamaha YZF R1 – 1’34.539

4- Azlan Shah Kamaruzaman – ONEXOX TKKR SAG Team – BMW S1000RR – 1’35.179

5- Li Zheng Peng – Yamaha Man Lee TAT Racing Team – Yamaha YZF R1 – 1’35.297

6- Thitipong Warokorn – Kawasaki Thailand Racing Team – Kawasaki ZX-10RR – 1’35.297

7- Ahmad Yudhistira – Victor Racing Team – Yamaha YZF R1 – 1’35.328

8- Apiwath Wongthananon – Yamaha Thailand Racing Team – Yamaha YZF R1 – 1’35.537

9- Chaiwichit Nisakul – Kawasaki Thailand Racing Team – Kawasaki ZX-10RR – 1’36.245

10- Ratthapong Wilairot – Yamaha Thailand Racing Team – Yamaha YZF R1 – 1’36.383

11- Mark Aitchison – YSS China – Yamaha YZF R1 – 1’36.470

12- Masahiro Shinjo – Speedmaster Racing & RS-ITOH – Kawasaki ZX-10RR – 1’36.650

13- Huang Shi Zhao – China Yamaha MAXpeedingrods Racing Team – Yamaha YZF R1 – 1’37.310

14- Adriansyah Rusmiputro – ONEXOX TKKR SAG Team – BMW S1000RR – 1’37.780

15- TJ Alberto – Access Plus Racing Ducati Philippines Essenza Team – Ducati Panigale V4 R – 1’38.095

16- Dan Kruger – Titanic Kawasaki – Kawasaki ZX-10RR – 1’38.723

17- Ferlando Herdian – Victor Racing Team – Yamaha YZF R1 – 1’40.286

18- Cheng Peng Yuan – DML 97 Racing Team – Yamaha YZF R1 – 1’42.280

19- Jonathan Serrapica – Access Plus Racing Ducati Philippines Essenza Team – Ducati Panigale V4 R – 1’48.935

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Valentino Rossi tra gli sceicchi: semaforo verde sulla 12 Ore di Abu Dhabi

Lewis Hamilton e Valentino Rossi

Valentino Rossi: “Prima ero un fan di Lewis Hamilton, ora di più”

Dominique Aegerter al Ranch di Valentino Rossi

Dominique Aegerter: “Il Ranch di Valentino Rossi è davvero speciale”