Ken Roczen AMA Supercross 2021

AMA Supercross: Ken Roczen inarrestabile nel triplo evento di Indianapolis

Il tedesco Ken Roczen domina le tre gare di Indianapolis e blinda il primato in classifica nell'AMA Supercross. Cooper Webb l'unico degno rivale.

7 febbraio 2021 - 10:24

di Angelo Michele Napoletano

Il tedesco della Honda Ken Roczen domina con una perentoria tripletta ed allunga in classifica generale. Dimenticatevi i 4 vincitori diversi delle prime 4 gare in sella a 4 moto diverse. Con l’ arrivo della carovana del Supercross AMA nello stadio di Indianapolis, il campionato americano delle ruote artigliate ha decisamente cambiato trama e passo.

Ken Roczen ha dominato le tre gare settimanali di Indianapolis in modo diverso mettendo, salvo infortuni o colpi di scena, una seria ipoteca sul titolo. La scorsa domenica si era scambiato più volte la posizione di testa con il campione in carica. In settimana durante il secondo evento era partito in testa dalla pole ed aveva allungato giro dopo giro, tagliando il traguardo in solitaria. Nella gara di stanotte invece è andato in testa alla prima curva ed ha solo gestito i timidi tentativi di attacco di Barcia e Webb.

Ken padrone di Indianapolis

Gara piuttosto movimentata e fallosa di Justin Barcia. Il pilota della GasGas ha prima colpito lateralmente (in maniera piuttosto dura) Roczen durante un improbabile tentativo di sorpasso. Poi, superato da Cooper Webb, nella fretta di sbarazzarsi dei doppiati è caduto rovinosamente fra le whoops, trascinando a terra un incolpevole Eli Tomac in procinto di superarlo. Il campione in carica è ripartito chiudendo settimo, il pilota della Gas gas è rimasto a terra con problemi al polso ed è stato necessario l’intervento del personale di pista per portarlo fuori. Questo per dire che, in una gara che ha offerto pochi altri spunti, Webb sembra l’unico dei 4 vincitori di quest’anno in grado al momento di impensierire Roczen.

Barcia, dopo la storica prima affermazione della spagnola GasGas della prima gara, era diventato protagonista di una fase calante. Interrotta in settimana con un ottimo secondo posto già oscurato dalla gara in oggetto, decisamente sopra le righe e conclusa con un possibile infortunio. L’infermeria è già piuttosto affollata con la Husqvarna che ha due terzi della squadra fuori combattimento e Honda che ha già perso altri due piloti. Eli Tomac, pur incolpevole del risultato di oggi, è comunque già finito fuori dal podio in metà delle gare disputate. E conferma l’impressione che il titolo dello scorso anno possa averlo appagato o spinto ad una condotta di gara che punta più alla costanza che ai risultati.

Roczen vs Webb, Honda vs KTM

La rivalità fra Roczen e Webb potrebbe essere l’ago della bilancia di questa stagione. Tra i due non corre buon sangue, sia in pista, sia fuori. In sella sono già stati protagonisti di accesi duelli, con contatti duri che hanno anche causato infortuni ed assenze prolungate. Fuori dalle piste le cose sono andate ancora peggio, con Webb che nel 2018 ha soffiato a Roczen la fidanzata di allora ed il tedesco che sui social network ha pubblicato commenti poco edificanti sull’accaduto. Ken Roczen pertanto è chiamato al doppio compito di non incappare in infortuni e di mantenere alta la concentrazione. Webb ha infatti vinto l’unica stagione in cui è stato protagonista, mostrando un mix micidiale di furbizia, competitività, costanza ed equilibrio mentale e psicologico.

Il tedesco invece è stato vittima di almeno due gravi infortuni nelle due stagioni in cui era partito protagonista con vittorie e testa della classifica. Il tedesco inoltre ha la responsabilità di dare alla Germania il primo titolo Supercross a 30 anni esatti dalla prima ed unica affermazione europea del francese Bayle. Ancora più pesante la responsabilità di far trionfare la Honda a 18 anni di distanza dall’ ultimo titolo vinto nel 2003 dalla casa dell’ala dorata. La casa motociclistica più grande nel mondo, pur impiegando qualche anno, è tornata alla vittoria sia nel mondiale MXGP sia alla Dakar con investimenti enormi per colmare il gap accumulato durante i decenni in cui si era ufficialmente ritirata dalle massime specialità delle ruote artigliate. Aggiungete il fatto che Cooper Webb corre per quella KTM che ha finalmente vinto gare nell’ultima stagione MotoGP, rivelatasi un autentico disastro per la Honda. E capirete quanto possano essere scomodi i panni di Roczen da qui a fine campionato.

La classifica top-10

Ken Roczen, 138 punti; Cooper Webb, 122; Eli Tomac, 114; Adam Cianciarulo, 105; Justin Barcia, 96; Dylan Ferrandis, 96; Malcolm Stewart, 95; Marvins Musquin, 94;  Zach Osborne, 87; Aaron Plessinger, 82.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

hugo millan cuna de campeones

Cuna de Campeones, la ‘fabbrica dei sogni’ per Hugo Millán

MotoGP-Rally, Marini-Bezzecchi-Vietti in azione con la Hyundai i20 R5

hugo millan etc cev

Tragedia nel CEV: il 14enne pilota ETC Hugo Millán non ce l’ha fatta