Suzuka 300 km Prove Libere: F.C.C. TSR Honda al comando

Segue Yoshimura

12 giugno 2010 - 5:47

Si sono disputate a Suzuka le prime prove libere della 300 kilometri, gara di preparazione alla 8 ore di Suzuka in agenda per il mese di luglio. Con un clima inaspettatamente mite (la pioggia è stata la grande protagonista delle ultime settimane quando si sono disputati dei test privati), le prime sessioni a disposizione dei piloti hanno proiettato in vetta la moto favorita, la F.C.C. TSR Honda #11 gommata Bridgestone condotta da Kousuke Akiyoshi, tester ufficiale Honda MotoGP, unico pilota in pista a seguito del forfait di Jonathan Rea, non al meglio in seguito alla caduta in Superpole al Miller Motorsports Park.

Akiyoshi ha fermato i cronometri sul 2’08″904 ancora lontano dai riferimenti record della Superbike a Suzuka, ma già abbastanza per lasciarsi alle spalle per 611/1000 la Suzuki del rientrante team Yoshimura, che affida la GSX-R 1000 #12 gommata Bridgestone a Daisaku Sakai (a Monza nel World Superbike) e l’ex MotoGP Nobuatsu Aoki. Assente per infortunio Yukio Kagayama.

Al terzo posto troviamo la Honda del team HARC-PRO, contraddistinta dal #634, condotta da Takumi Takahashi (leader dell’All Japan Superbike con la stessa moto) e Takaaki Nakagami, nell’ultimo biennio nel Motomondiale classe 125cc con Aprilia, tornato in Giappone a soli 17 anni per prender confidenza con le quattro tempi della ST600 prima di tentare di costruirsi un futuro in Moto2.

Diverse sorprese in questa prima sessione di prove, con la Yamaha privata del Taira Racing in quarta posizione davanti alla Suzuki privata del Plot Faro Panthera (Osamu Deguchi). Sesto tempo per l’attesa Sakurai Honda di Chojun Kameya e dell’australiano Wayne Maxwell, pilota Honda nell’Australian Superbike, chiamato all’ultimo momento.

Parlando dei team europei Yamaha Austria è già settima con la YZF R1 campione del mondo Endurance in carica di Igor Jerman e Gwen Giabbani, più indietro Yamaha GMT94 che porta David Checa (#94) in 14° e Kenny Foray (#194) in 20° posizione.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoAmerica

MotoAmerica Road Atlanta: sempre Beaubier, brutto crash di Lewis

MotoAmerica

MotoAmerica Road Atlanta: Beaubier domina Gara 1

biesiekirski moto2

Moto2, ‘esordio’ alternativo per Biesiekirski: test a Barcellona con SAG Team