FSBK: Nuove regole 2019, l’unicità della Superbike francese

Il Championnat de France Superbike FSBK si differenzia da altri campionati di connotazione nazionale per diverse specifiche tecnico-regolamentari con diverse novità per la stagione 2019.

15 gennaio 2019 - 12:00

Da diversi anni il Championnat de France Superbike (FSBK) rappresenta una sorta di universo a se stante per quanto concerne i campionati di connotazione nazionale del Vecchio Continente. Combinando nello schieramento di partenza piloti di comprovata esperienza del motociclismo internazionale (Endurance soprattutto) ed i cosiddetti “amatori”, per il 2019 la CNV (Commission Nationale de Vitesse) della FFM (Fédération Française de Motocyclisme) ha introdotto una serie di novità volte a rilanciare la categoria dopo aver registrato un (oggettivo) decremento nel numero degli iscritti nel corso del 2018.

Se tra le categorie in gara la grande novità sarà rappresentata dalla Supersport 300, nella top class Superbike ci sarà nuovamente la distinzione in due distinte classi. Da una parte la Superbike “assoluta”, dall’altra la “Challenger” rivolta ai giovani dai 16 ai 28 anni di età, da questa stagione di palmares non internazionale: non saranno ammessi al via di quest’ultima graduatoria quei motociclisti che hanno conquistato almeno 1 podio nell’Europeo Superstock 1000 o in una gara del Mondiale Endurance FIM EWC.

Proprio per favorire l’impegno dei giovani talenti del motociclismo d’Oltralpe, la FFM garantirà 5 posti nello schieramento di partenza ai primi 5 classificati della Promosport nella precedente stagione e, per il conclusivo round di Albi, un costo ridotto per quanto concerne la tassa d’iscrizione (185 euro) al Campione 2019 proprio del campionato riservato ai piloti non ancora professionisti della Francia.

Se resterà sostanzialmente immutato il format dei weekend con nuovamente 2 gare la domenica (e non più 1 ciascuna nei due giorni), le qualifiche garantiranno punti ai migliori 3 classificati: 3 al poleman, 2 al secondo, 1 punticino al terzo nella graduatoria riepilogativa delle prove ufficiali. Rispettando appieno la tradizione verrà inoltre assegnato 1 punto all’autore del giro più veloce in ogni singola gara in programma.

Per quanto concerne il regolamento tecnico, la Commission Nationale de Vitesse della FFM non ha apportato significative modifiche rispetto al 2018 confermando inoltre il “price cap” per le moto al via. Unicità del FSBK, nella serie possono correre solo le Superbike il cui modello di serie non superi il prezzo di listino di 26.000 euro: una normativa che taglia fuori le versioni “R” delle varie Ducati Panigale (2 e 4 cilindri), tanto che tra le moto omologate per la stagione 2019 figura la sola Ducati 1199 Panigale S…

 

Click here to read the full article in English on Bikeandrace.com

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

FIM CEV Repsol: Moto2 e Moto3 di scena a Valencia

Moto3: Albert Arenas tornerà in azione a Jerez

La sfida di NTS, il piccolo costruttore giapponese in Moto2