FSBK: a Ledenon si decide questo fine settimana il campionato

Penultimo round stagionale

30 agosto 2011 - 23:51

La lunga sosta estiva è terminata. Questo fine settimana il Championnat de France Superbike nel computo del programma del FSBK tornerà in azione sul tracciato di Ledenon per il penultimo appuntamento stagionale con ogni probabilità decisivo per le sorti del campionato. Su di un circuito meta fissa del campionato da un buon ventennio (quasi sempre con due appuntamenti in calendario: il primo a giugno, il secondo a settembre) si prospetta la selezione finale per scoprire chi sarà eletto campione francese Superbike 2011. Tutto sembra portare verso ad una riconferma in campionato del team BMW Motorrad France, proponendo per il secondo anno consecutivo il duello interno tra gli ultimi due campioni della serie: Sebastien Gimbert (campione 2009 su Yamaha GMT94, 2° nel 2010) ed Erwan Nigon (campione in carica proprio con BMW Motorrad France). Il primo, forte di cinque successi conseguiti su 10 gare, vanta un margine di 25 punti sul proprio team-mate in rimonta dopo un inizio di stagione particolarmente sfortunato, riuscendo a centrare 3 vittorie.

Tra i due c’è praticamente “una gara” di distacco con Gimbert che può amministrare e accontentarsi di chiudere sempre alle spalle di Nigon nelle prossime 4 manche tra Ledenon e Albi. Uno scenario possibile, se pensiamo che il “pacchetto” BMW-Michelin sembra esser davvero imbattibile nonostante i recenti progressi del Team Kawasaki SRC, struttura ufficiale Kawasaki France nella serie gestita da Gilles Stafler. L’ex campione Julien Da Costa, due successi all’attivo in questa stagione (l’unico a mettere in discussione lo strapotere BMW), ha conteso ad Erwan Nigon la vittoria di Gara 2 a Magny Cours forte di una nuova Kawasaki Ninja ZX-10R sviluppata con aggiornamenti tecnici, assecondata da specifiche inedite portate dalla Pirelli proprio nell’ultimo round prima della sosta estiva. Sarà difficile per Da Costa lottare ad armi pari con le BMW, quasi impossibile pensare (leggi “auspicare”, ovviamente per il bene dello spettacolo) ad un riaggancio in classifica: il campione 2003 e vincitore alla 24 ore di Le Mans 2010 paga 52 infatti punti da Gimbert con 100 ancora a disposizione, obbligato a vincere a Ledenon per tener vivo il discorso-campionato.

Al di fuori di questo contesto c’è un bel confronto per la quarta posizione tra il secondo alfiere di casa Kawasaki-SRC Gregory Leblanc (campione francese Supersport in carica) e Freddy Foray, quest’anno l’unico portacolori del Junior Team Suzuki Lycee LMS, in crescendo nelle ultime apparizioni stagionali dov’è riuscito a salire sul podio. Nel lotto dei protagonisti ovviamente non mancano nomi come Anthony Loiseau, primo pilota privato con la Kawasaki dell’Up Racing, il suo compagno di squadra Loic Napoleone (ma in sella ad una BMW, nello specifico la S1000RR vittoriosa nel 2010 con Nigon), ma anche i Ducatisti David Muscat (iscritto proprio da Ducati France con una 1198s gommata Michelin) e Thomas Metro. Da rivedere in pista anche Guillaume Dietrich, passato quest’anno a correre in proprio con il Coutelle Racing Team ed una BMW S1000RR, dal rendimento altalenante dopo anni di successo trascorsi in Suzuki. A Ledenon proverà a recuperare terreno dalla 10° posizione in campionato nelle due gare in programma tradizionalmente nella giornata di domenica, anticipate sabato dalla Superpole nel tardo pomeriggio.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Trofei Wheelup Motoestate: 4° round a Franciacorta il 20-21 luglio

British Talent Cup, appuntamento a Snetterton

Walderstown fatale a Darren Keys