Daytona SportBike: a Barber il 6° round con Cardenas leader

Barber round decisivo per le sorti della stagione

21 giugno 2012 - 0:51

Una stagione vissuta nel segno di Martin Cardenas. La Daytona SportBike, classe originariamente eletta dall’AMA Pro Road Racing nel 2009 come campionato di riferimento del motociclismo americano, si presenta al Barber Motorsports Park di Birmingham (Alabama) per il sesto round 2012 quasi “decisivo” per le sorti della serie complice la fuga in solitaria nella classifica del pilota colombiano, campione 2010, tornato quest’anno tra le SportBike con il team GEICO Suzuki per scrivere nuovi record nella storia della categoria. Nelle ultime sette gare Cardenas, meteora del mondiale 250 GP (ha corso con BQR e Repsol Honda tra il 2005 ed il 2006, promosso dopo la conquista del titolo CEV Supersport 2004), ha conquistato non meno di 6 vittorie, sufficiente per arricchire una bacheca di successi senza eguali tra le DSB: 22 vittorie dal 2009 al 2012, 23 in carriera campionati AMA. Con questo ruolino di marcia Martin Cardenas avrà modo al Barber Motorsports Park di ipotecare la conquista del secondo titolo tra le sportive di media cilindrata, forte di un vantaggio abissale (47) sul suo più diretto inseguitore Jason DiSalvo, vantando trascorsi favorevoli in Alabama dove ha vinto 5 delle ultime 6 gare disputate, l’ultima lo scorso anno nell’unica stagione disputata nell’American Superbike, la sua prima ed unica affermazione tra le 1000cc dove si è laureato “Rookie of the Year” con un prestigioso 4° posto finale nella classifica di campionato.

Autore di una doppia-doppietta nella Daytona SportBike nel biennio 2009-2010, Cardenas punterà a ripetersi con la consapevolezza di non poter abbassare la guardia nei confronti di Jason DiSalvo, l’unico nella “regular season” (200 miglia di Daytona esclusa) in grado di batterlo portando al successo la Triumph Daytona 675R ufficiale preparata dal Latus Motors Racing. Sulla carta Barber dovrebbe rappresentare una buona occasione per rivedere la tre-cilindri britannica sul gradino più alto del podio, specie considerato che l’evento di Birmingham è proprio sponsorizzato da Triumph Motorcycles prendendo la denominazione di “Triumph SuperBike Classic”. Insomma, DiSalvo non può sbagliare, allo stesso modo la vasta schiera di piloti dai propositi ambiziosi a cominciare dal terzetto di Graves Yamaha con il giovane Cameron Beaubier (numero 6) affiancato a tempo pieno per la stagione 2012 da Tommy Hayden che a Barber lascerà la R6 #8 al suo legittimo proprietario Garrett Gerloff, al rientro dopo la frattura al femore rimediata nelle prove della Daytona 200, tornando a correre con il numero 22 a completare un terzetto di talento ed esperienza nel circus AMA. Allo “squadrone” di Iwata con l’investituta ufficiale di Yamaha Motor Corp. USA risponde la Suzuki, con il Team Hammer Inc./M4 che accanto a Cardenas continuerà ad affidarsi a Dane Westby, senza scordarci dell’ambizioso duo di Vesrah Suzuki composto da Cory West e dal sorprendente vincitore della 200 miglia di Daytona Joey Pascarella, al terzo round in sella ad una GSX-R 600 dopo aver iniziato la stagione con Yamaha (a Daytona con Project 1 Atlanta, nei successivi due round con KATRA/SGA Racing).

Sul tracciato dell’Alabama non sono da escludere potenziali intromissioni al vertice di JD Beach, salito per la prima volta sul podio a Elkhart Lake in questa stagione con la Yamaha YZF R6 del RoadRace Factory Red Bull, così come di Bobby Fong (Meen Motorsports Racing) e di Jake Zemke, la cui presenza è tuttora in forse per i problemi di budget del Ducshop Racing. La formazione di riferimento Ducati della DSB sta cercando i fondi per proseguire la stagione 2012, specie al Barber Motorsports Park dove Zemke vanta 3 affermazioni in carriera tra le Formula Xtreme… AMA Pro GoPro Daytona SportBike 2012 La Classifica di Campionato dopo i primi 4 round 01- Martin Cardenas – GEICO Suzuki – Suzuki GSX-R 600 – 206 02- Jason DiSalvo – Team Latus Motors Racing – Triumph Daytona 675 – 159 03- Dane Westby – M4 Lucas Oil Suzuki – Suzuki GSX-R 600 – 142 04- Tommy Hayden – Y.E.S. Graves Yamaha – Yamaha YZF R6 – 140 05- Jake Zemke – Ducshop Racing – Ducati 848 EVO – 112 06- JD Beach – RoadRace Factory Red Bull – Yamaha YZF R6 – 112 07- Joey Pascarella – Riders Discount Vesrah Suzuki – Suzuki GSX-R 600 – 111 08- Bobby Fong – Meen Motorsports Racing – Yamaha YZF R6 – 109 09- Cory West – Riders Discount Vesrah Suzuki – Suzuki GSX-R 600 – 97 10- Cameron Beaubier – Y.E.S. Graves Yamaha – Yamaha YZF R6 – 89 11- Huntley Nash – LTD Racing – Yamaha YZF R6 – 75 12- Jake Gagne – RoadRace Factory Red Bull – Yamaha YZF R6 – 65 13- Benny Solis – Triple Crown Industries – Yamaha YZF R6 – 61 14- Michael Beck – Full Tuck Racing – Yamaha YZF R6 – 50 15- Fernando Amantini – Team Amantini – Kawasaki ZX-6R – 49 16- Bryce Prince – Rotobox/Nexx – Yamaha YZF R6 – 48 17- Austin DeHaven – Triple Crown Industries – Yamaha YZF R6 – 48 18- Barrett Long – Longevity Racing – Ducati 848 EVO – 21 19- Tommy Aquino – SGA Yamaha Racing School – Yamaha YZF R6 – 20 20- Paul Allison – Triple Crown Industries – Yamaha YZF R6 – 17

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

British Talent Cup: Seabright e Horsman vincenti a Snetterton

CEV Moto2: Piotr Biesiekirski operato per sindrome compartimentale

CEV Moto2: Operazione del tunnel carpale per Yari Montella