Daytona 200 Qualifiche: Eslick porta la Triumph in pole

Prima pole per la Triumph in 43 anni di storia

15 marzo 2014 - 11:19

Esattamente 43 anni dopo l’impresa di Paul Smart nel 1971 in sella alla celebre Trident, una Triumph torna in pole position alla 200 miglia di Daytona. Il doppio turno di qualifiche ufficiali della 73esima edizione della più importante e prestigiosa competizione motociclistica d’Oltreoceano ha visto Danny Eslick, bi-Campione Daytona SportBike al ritorno in questa categoria dopo un biennio trascorso (con EBR e Jordan Suzuki) nell’AMA Superbike, condurre la Triumph Daytona 675R del team Riders Discount Triumph Racing in pole posizione grazie ad un crono “monstre” in 1’49″292, oltre 7/10 di vantaggio rispetto ai suoi più diretti inseguitori, 4/10 meglio rispetto alla pole 2013 di Cameron Beaubier (1’49″612) e non distante dal primato assoluto conseguito nel 2009 da Ben Bostrm in 1’49″093 seppur “in notturna” con condizioni climatiche decisamente più favorevoli per il “time attack”. Tornato in DSB con il chiaro intento di aggiudicarsi il terzo titolo di categoria dopo i successi del 2009 (su Buell 1125R) e 2011 (con una Suzuki GSX-R 600) sotto le insegne del Richie Morris Racing, Eslick per tutto l’arco delle prove si è trovato a meraviglia con la Triumph Daytona 675R #69 vestita dei colori Riders Discount, dando vita nella seconda e decisiva sessione ad un giro veloce che riporta così la Triumph in pole alla Daytona 200 esattamente 43 anni dopo l’impresa di Paul Smart del 1971. Meritatissimo Rolex Daytona (in palio, secondo tradizione, per il poleman), concrete chance nei 57 giri di gara di riportare la gloriosa casa britannica ad una vittoria che manca dal 1967, all’epoca con il compianto Gary Nixon alla guida.

Al Daytona International Speedway viene così scritta la storia per un’edizione 2014 (l’ultima con le SportBike: dal 2015 torneranno protagoniste le Superbike) che presenta vari pretendenti per la vittoria. Tra questi figura Garrett Gerloff, 18enne “Next Big Thing” del motociclismo americano, 2° lo scorso anno dopo essersi fratturato il femore all’esordio nell’edizione 2012. Punta di diamante del team ufficiale Graves Yamaha, il talentuoso pilota texano ha staccato il secondo crono a 773/1000 dal poleman Eslick, ma davanti ad un altro giovanissimo quale Jake Lewis, “Rookie of the Year” 2013 ed alfiere del Meen Motorsports Racing sempre con una Yamaha R6 curata da Graves Motorsports. A completare la prima fila figura un’altra Triumph Daytona 675R condotta dal vincitore dell’edizione 2011 (su Ducati 848 EVO, primo ed unico centro per la casa di Borgo Panigale alla 200 miglia) Jason DiSalvo, ma già con 1″ dalla vetta. A seguire quinto crono per Dane Westby con la R6 “oro” del proprio Westby Racing, meglio rispetto al vice-Campione in carica ed ex-vincitore della Red Bull MotoGP Rookies Cup Jake Gagne (6° su Yamaha R6 di RoadRace Factory Red Bull) e la seconda Graves Yamaha di JD Beach, soltanto settimo nonostante i favori del pronostico. Con il colombiano Tomas Puerta (RoadRace Factory Red Bull Yamaha) ed i britannici Luke Stapleford (9°) e Luke Mossey (10°) a completare la top-10, il vincitore dell’edizione 2012 Joey Pascarella è 11° con la Yamaha R6 del BP Racing, 15° Jake Zemke, in trionfo nel 2006, al via con la Honda CBR 600RR del team M4. Tra gli attesi protagonisti ritorno sfortunato per Blake Young, addirittura 24° in griglia con la Yamaha R6 del GN Gonzales Racing complice una scivolata al secondo giro di pista, perdendo tanto tempo per consentire ai meccanici di riparare la propria moto.

Nella “classifica femminile” Elena Myers, in trionfo a Daytona nell’AMA SuperSport 2012 in Gara 2 (prima ed unica affermazione per una motociclista in quasi 90 anni di competizioni motocicliste al DIS), è 19° con la Daytona 675R del Castrol Triumph Apex Manufacturing, 30° Melissa Paris (Honda CBR 600RR del proprio MPH Racing) che quest’anno correrà nel CEV classe Superstock 600. Alle 13:00 locali di sabato 15 marzo il via della gara. DAYTONA 200 2014 Classifica Qualifiche 01- Danny Eslick – Riders Discount Racing Triumph – Triumph Daytona 675R – 1’49.292 02- Garrett Gerloff – Y.E.S. Monster Energy Graves Yamaha – Yamaha YZF R6 – + 0.773 03- Jake Lewis – MotoSport.com Meen Yamaha – Yamaha YZF R6 – + 0.856 04- Jason DiSalvo – Castrol Triumph Sportbike Track Time – Triumph Daytona 675R – + 1.045 05- Dane Westby – Yamalube Westby Racing – Yamaha YZF R6 – + 1.306 06- Jake Gagne – RoadRace Factory Red Bull – Yamaha YZF R6 – + 1.390 07- JD Beach – Y.E.S. Monster Energy Graves Yamaha – Yamaha YZF R6 – + 2.170 08- Tomas Puerta – RoadRace Factory Red Bull – Yamaha YZF R6 – + 2.385 09- Luke Stapleford – Profile Racing – Triumph Daytona 675R – + 2.519 10- Luke Mossey – GB Racing – Yamaha YZF R6 – + 2.597 11- Joey Pascarella – BP Racing – Yamaha YZF R6 – + 2.633 12- Bobby Fong – Latus Motors Castrol Triumph Racing – Triumph Daytona 675R – + 2.781 13- Kyle Wyman – Kyle Wyman Racing – Yamaha YZF R6 – + 3.093 14- Bostjan Skubic – Inotherm Racing Team – Yamaha YZF R6 – + 3.151 15- Jake Zemke – GEICO Motorcycle Road Racing – Honda CBR 600RR – + 3.425 16- Barrett Long – Longevity Racing – Ducati 848 – + 3.568 17- Benny Solis – Team H35 – Honda CBR 600RR – + 3.690 18- Joe Roberts – M4 Motorcycle Road Racing – Honda CBR 600RR – + 3.859 19- Elena Myers – Castrol Triumph Apex Manufacturing – Triumph Daytona 675R – + 3.967 20- Shane Narbonne – GN Gonzales Racing – Yamaha YZF R6 – + 4.181 21- Steve Rapp – D&D Cycles Castrol Triumph – Triumph Daytona 675R – + 4.386 22- Fernando Amantini – Team 7 – Yamaha YZF R6 – + 4.474 23- Kenny Riedmann – RRM Triumph – Triumph Daytona 675R – + 4.578 24- Blake Young – GN Gonzales Racing – Yamaha YZF R6 – + 4.642 25- Bryce Prince – Tuned Racing – Yamaha YZF R6 – + 4.886 26- Chad Lewin – CM Motorsports Team Lewin Estates Racing – Yamaha YZF R6 – + 5.359 27- Tucker Lancaster – MotoSport.com Meen Yamaha – Yamaha YZF R6 – + 5.864 28- Garrett Willis – G.W.R. John William & Son – Kawasaki ZX-6R – + 6.939 29- Frank Babuska – Babuska Racing – Suzuki GSX-R 600 – + 7.152 30- Melissa Paris – MPH Racing – Honda CBR 600RR – + 7.159 31- Eric Pinson – G.O. Right Side Up Racing – Yamaha YZF R6 – + 7.916 32- Ricky Orlando – Ricky Orlando Racing – Kawasaki ZX-6R – + 8.186 33- Dustin Apgar – Evo Ultrafit DTR – Yamaha YZF R6 – + 8.821 34- Roberto Vargas – Tuned Industries – Yamaha YZF R6 – + 9.390 Alessio Piana (Twitter: @AlessioPiana130)

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Ducati-Yamaha, test a Misano. Con Pirro e Folger anche Bautista e Davies

MotoGP, Assen: Alex Rins “Sarà battaglia anche quest’anno”

Pit Beirer: “Pedrosa non è marketing, vuole fare la differenza con KTM”