Dakar 2019: Vince e convince Pablo Quintanilla

In ritardo il leader Brabec, il cileno della Husqvarna piazza la zampata e allunga sugli avversari nello stage più lungo alla Dakar 2019.

13 gennaio 2019 - 20:39

Dopo il giorno di riposo di Arequipa, la sesta tappa sino a San Juan de Marcona (502 km di trasferimento e 336 di speciale) ci regala uno spettacolo mozzafiato: la gara potrebbe aver preso una direzione precisa sul candidato alla vittoria finale.

Stamane i rider partiti sono 105 su 137, gli italiani rimasti in gara sono Maurizio Gerini (Husqvarna Team Solaris, 20° posto), Mirko Pavan (Beta NSM Racing, 79° posto) e Gabriele Minelli (KTM Pedrega Team, 101° posto). La direzione è verso nord, verso Lima: 84 km speciale, 18 km neutralizzazione + 232 speciale: da un punto di vista tattico la gara è aperta, ma i primattori devono ora scoprire le carte e attaccare.

La cronaca – Km 33, primo colpo di scena: si ritira Santolino a seguito di una caduta; si ferma Van Beveren a prestare soccorso (la direzione gli restituirà 10 minuti in classifica generale), lo spagnolo riporta contusioni multiple ma non gravi. Spinge da subito Kevin Benavides su Honda e  Andrew Short su Husqvarna.

WP3 – Metà corsa, comandano Quintanilla e Kevin Benavides, con un paio di minuti su Ricky Brabec che spinge per mantenere la leadership nella generale. In difficoltà sia Sunderland, con il freno posteriore divelto, che Van Beveren con un ritardo già di 17 minuti, rimontano Price (le cure del giorno di riposo hanno giovato al polso dolorante) e Walkner. Il gruppo si sta sfilacciando, se i distacchi permangono stasera la generale avrà degli scossoni importanti.

WP5 – Benavides e Quintanilla si scambiano le posizioni, Price e Walkner accorciano.

WP6 – Circa 100 km dall’arrivo: 1° Quintanilla che scavalca Benavides e lo lascia a 1’16”, Price in grande spolvero a 2’34”, Walkner a 3’18”. In ritardo Van Beveren, che preferisce non rischiare, e Sunderland.

WP7-arrivo – Quintanilla, nonostante road book rotto e con la benzina al limite, allunga e va a vincere con 1’52”di vantaggio su Kevin Benavides (Honda Monster), 4’21” su Matthias Walkner che scavalca un esausto Toby Price, quarto a 4’48” (KTM Red Bull), 5° Van Beveren a 5’48″(Yamaha), 6° Ricky Brabec a 7’30”. Sunderland crolla a 22’59” (KTM).

Classifica generale:

1° Quintanilla

2° Brabec a 4’38

3° Toby Price a 5’17”

4° Kevin Benavides a 8’01”

5° Van Beveren a 9’32″

6° Walkner a 10’46”

7° Sam Sunderland a 21’06”

Laia Sanz avanza al 16° posto, miglior italiano Maurizio Gerini.

La palma del miglior rookie passa al pilota del Botswana Ross Branch, 17°.

Domani settima tappa di questa emozionante Dakar 2019, con partenza e arrivo sempre a San Juan de Marcona, 323 km di speciale.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Moto3, Catalunya: Primo trionfo per Marcos Ramírez, 3° Vietti

MotoGP: Chiarite le regole per la Long Lap Penalty

MotoGP, Catalunya: Fabio Quartararo comanda il warm up