Dakar 2019: quinta tappa, vince Sam Sunderland

Il britannico riporta il sorriso in casa KTM con la prima vittoria della Dakar 2019 assegnata a tavolino, l’eroe di giornata è lo spagnolo Lorenzo Santolino

11 gennaio 2019 - 19:47

La quinta tappa, Moquegua-Arequipa, è cominciata stamane alle 8 locali dopo 161km di trasferimento, verso le spiaggie dove i piloti, affiancati e a gruppi di 10, partivano in mass start.  La direzione corsa ha deciso di posticipare l’inizio per ragioni di sicurezza a causa della nebbia che imperversava sulle dune di Ilo, teatro della prova speciale da 345 km. Non è partito Nicola Dutto, campione paraplegico escluso per un fraintendimento. “Non tornerò mai più” (leggi qui il motivo della squalifica)

Partono forti le Husqvarna con Short e Quintanilla, assieme allo start in un ottimo gioco di squadra.

WP3 – comanda Quintanilla con i top rider tutti compatti, gruppone a cui si aggiunge il sorprendente Santolino 31enne di Salamanca su Sherco privata, al debutto della Dakar. Prima del via dichiarava: “il mio principale obiettivo è imparare per arrivare preparato alle prossime edizioni”…in realtà lo spagnolo corre nell’enduro da 11 anni, oggi si classificherà 4° con soli 4 minuti di ritardo, autore di una prestazione consistente. Al rifornimento, in meno di 4 minuti ci sono 16 piloti, risultato della mass start e anche della voglia di arrivare al giorno di riposo in buone condizioni. Si segnalano Kevin Benavides su Honda e Andrew Short su Husqvarna, che oggi mantengono un bel ritmo tra i top rider.

OUT Goncalves – Per la quinta volta alla Dakar il portoghese si deve ritirare, al km 155 cade rovinosamente e riporta un trauma cranico e una sospetta frattura alla mano destra. Si ferma Sunderland a prestare soccorso perdendo 10 minuti, la direzione gara glieli restituirà alla fine. A 4km dal traguardo si ferma Quintanilla, che perde tempo e si fa superare da una decina di concorrenti. Riparte e arriva 13esimo a 7.19.

Vince pertanto Sunderland con 3’23” su De Soultrait, 3° Walkner a 3″32″, 4° Santolino, 5° Van Beveren e 6° Short. Al britannico non resta che scoprire le sue carte nella prossima tappa, con il duplice compito di  tracciare la rotta agli avversari e recuperare il ritardo in classifica. Per effetto della tappa di oggi la classifica generale della Dakar 2019 si compatta ulteriormente: 1. Brabec; 2. Sunderland a 52″; 3. Quintanilla a 2’52”; 4. Price a 3’21”; 5. Walkner a 6’17”; 6. Van Beveren a 6’36”; 7. Kevin Benavides a 9’01”; 8. De Soultrait a 18’37”.  Laia sanz 19 esima davanti al miglior italiano, Maurizio Gerini mentre Cerutti si è ritirato poco dopo lo start di tappa. Domani 12 gennaio, giornata di riposo

Foto A.S.O.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Valentino Rossi: “Servono cinque Michele Gadda”

MotoE, Test Valencia: Giorno 1, Hector Garzó il più rapido

Alex Márquez vincitore sfortunato: porte chiuse in MotoGP?