ASBK: Ducati torna nella Superbike australiana con Motologic Racing

Due 1198R ufficiali al via

7 gennaio 2010 - 3:20

Dopo oltre 10 anni la Ducati torna a competere in forma ufficiale nell’Australian Superbike, appoggiandosi ad uno dei team più professionali della categoria, Motologic Racing. L’accordo, trovato negli scorsi mesi, è stato comunicato soltanto ad inizio 2010 e vedrà il team Motologic lasciare le Honda CBR 1000RR per approntare al via dell’ASBK due Ducati 1198R ufficiali, fornite direttamente da NF Importers, filiale di Borgo Panigale in Australia.

Motologic Racing è stato negli ultimi anni il team di riferimento Honda Australia, vincendo nel 2008 il titolo con Glenn Allerton, sfiorando il bis nella scorsa stagione con lo stesso Allerton e Wayne Maxwell. Il team prenderà la denominazione di “Ducati Motologic Racing“, con presto i primi test per una stagione che inizierà presto, l’ultimo weekend di febbraio a Phillip Island insieme al WSBK.

Siamo davvero felici di questo accordo che consentirà alla Ducati di tornare a competere nell’ASBK“, ha dichiarato Warren Lee, CEO di NF Importers. “Siamo fiduciosi di poter portare le 1198R al titolo: la Ducati è la casa più vittoriosa nel mondiale, vogliamo diventarlo anche in Australia con l’apporto di Motologic Racing“.

In 21 anni di storia dell’Australian Superbike la Ducati ha vinto solo una volta il titolo nel 1999 con Steve Martin e si appresta a tornare al successo con una coppia di piloti che sarà presto ufficializzata. Il primo nome dovrebbe esser Jamie Stauffer, campione 2006 e 2007 della categoria con Yamaha, marchio che non prenderà parte ufficialmente alla categoria.

Il confronto sarà con le squadre ufficiali di KTM, Aprilia e Suzuki, quest’ultima campione in carica con Josh Waters che difenderà il titolo con la GSX-R 1000 ufficiale del team Joe Rocket.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Red Bull Rookies Cup 2020

Red Bull Rookies Cup, a Spielberg il primo round del 2020

MotoAmerica

MotoAmerica Road Atlanta: sempre Beaubier, brutto crash di Lewis

MotoAmerica

MotoAmerica Road Atlanta: Beaubier domina Gara 1