American Superbike: primo podio per John Hopkins

Conclude terzo nella seconda gara in New Jersey

8 settembre 2010 - 6:37

Gli avevano detto che la sua carriera era finita con quel polso così malandato. John Hopkins ha chiesto il parere di altri medici, si è fatto operare, è tornato in pista ad Alton e due settimane più tardi al New Jersey Motorsports Park è salito sul podio in Gara 2, riuscendo nel sorpasso valido per la seconda posizione proprio all’ultimo giro. Segno di una ritrovata competitività per l’ex pilota di MotoGP e World Superbike, che ha preso questo risultato come una vittoria.

E’ stato bello tornare sulla moto da protagonista“, ha detto John Hopkins. “Quasi quattro mesi or sono tre medici, tra cui uno che mi aveva operato più volte in passato, mi avevano detto che dovevo andare in pensione. Abbiamo continuato a chiedere pareri in giro, uno specialista ha deciso di operarmi, mi ha completamente ricostruito e adesso sono qui con una moto da cosa e sul podio!

Prima della bandiera rossa avevo commesso un errore, avevo perso il posteriore, sono uscito di pista ed ero 12° o giù di lì. La ripartenza mi ha dato un’altra possibilità e questa volta non ho commesso errori, sono rimasto sempre vicino al podio e all’ultimo giro ho tentato il tutto per tutto e sono riuscito a conquistare il podio.

Devo ringraziare la squadra perchè mi hanno aspettato mettendomi a disposizione tutto il possibile per far bene. Spero che questo sia solo l’inizio… è stato un anno molto.. lungo, ma alla fine sto tornando a divertirmi“.

John Hopkins punterà a ripetersi nell’ultimo appuntamento stagionale al Barber Motorsports Park in attesa di decidere cosa fare nel 2011, anche se probabilmente continuerà a correre in America sperando in qualche chiamata di tanto in tanto per l’Europa.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Biker

Poker Run sulle moto: un evento di grande successo

pawi moto2 moto3

Khairul Idham Pawi, ritorno alle corse? L’ex Moto2-Moto3 prova la MSBK

CIV Superbike

CIV Superbike: Del Bianco fa spettacolo, ma all’arrivo ci sono solo 9 moto..