American Superbike: prima giornata di test a Barber

Tommy Hayden il più veloce, in pista Eric Bostrom

10 giugno 2010 - 6:58

Sullo spettacolare circuito di Barber Motorsports Park si è svolta ieri la prima giornata di prove per la classe American Superbike, che ha coinvolto diversi piloti e team, tra i quali tutti i top rider di categoria e alcune novità. Su condizioni di pista non certo ottimali (pista scivolosa e caldo torrido) il più veloce è stato l’attuale capo classifica del campionato Tommy Hayden, grazie ad un tempo di 1.25.892.

Il pilota di Owensboro, reduce dalla fantastica vittoria in gara 2 a Road America e dallo sfortunatissimo epilogo della prima manche, che lo ha visto secondo al traguardo per un solo millesimo di secondo dietro al rivale per il titolo Josh Hayes, sembra aver trovato la quadratura del cerchio della sua GSX-R 1000 K10, a differenza del compagno di squadra Blake Young. Il 22enne del Wisconsin, come riporta Superbikeplanet.com, è infatti caduto a pochi giri dall’inizio della sessione mattutina, restando per diversi minuti chiuso nell’ambulanza venuta lui in soccorso, salvo poi riuscendo a riprendere più tardi la via della pista e a girare con constanza.

Al solito duo Rockstar Makita Suzuki, per questi test, si è aggiunto il campione in carica della Superbike australiana Josh Waters, in quale al termine della giornata di ieri è riuscito ad ottenere un best lap di 1’27.519. Con quasi sei decimi di distacco, in seconda posizione dietro a Hayden troviamo proprio l’alfiere Graves Yamaha Josh Hayes, il quale insegue “Tommy Gun” in classifica piloti con solamente una lunghezza di svantaggio. Dietro al pilota del Mississippi si piazza, quasi a fare da specchio alla situazione punti in campionato, il centauro National Guard Jordan Suzuki Jake Zemke, seguito a ruota dall’ex pilota del mondiale Superbike Ben Bostrom, in sella alla Yamaha Pat Clark Motorsports.

Quinto classificato è Larry Pegram in sella alla 1098R Foremost Insurance/Pegram Racing, davanti a Blake Young ed al giovane canadese Brett McCormick, sostituto di Aaron Yates nel team Jordan Suzuki. Ottavo è Josh Waters, davanti alla seconda novità proposta in questi test, ovvero il rientrante alle corse Eric Bostrom, che parteciperà a tre round di questa stagione (Laguna Seca, Virginia International Raceway e appunto Barber Motorsports Park) con un team creato da Attack Performance con l’aiuto di Yoshimura Suzuki e American Suzuki e con l’intento di finanziare l’inserimento scolastico di bambini reduci o afflitti da tumore al cervello.

Valerio Piccini

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoAmerica

MotoAmerica Road Atlanta: sempre Beaubier, brutto crash di Lewis

MotoAmerica

MotoAmerica Road Atlanta: Beaubier domina Gara 1

biesiekirski moto2

Moto2, ‘esordio’ alternativo per Biesiekirski: test a Barcellona con SAG Team