American Superbike Mid Ohio Gara 1: Young mette la 6°

Sesto trionfo stagionale davanti a Josh Hayes

10 luglio 2011 - 9:36

Una vittoria importantissima. Blake Young in volata su Josh Hayes e Tommy Hayden ha conquistato la sesta affermazione stagionale su 10 gare nell’American Superbike riportandosi al comando della classifica di campionato. Il pilota di Winsconsin, portato in Suzuki Yoshimura nientemeno che da Kevin Schwantz, si è confrontato a lungo con gli avversari di questa stagione 2011 riuscendo a spuntarla soltanto all’ultimo giro in una gara interrotta precedentemente al nono giro con sfortunato protagonista Chris Peris (trasportato all’Ospedale di Lexington, nessuna conseguenza fisica).

Young è stato bravo a farsi trovare pronto al momento giusto, cogliendo una vittoria preziosa e, per sua stessa ammissione, emozionante: visibilmente commosso ha ricordato che cinque anni or sono, nello stesso giorno, perdeva la vita suo padre, a cui ha doverosamente dedicato questo trionfo. Persa la leadership per soli tre punti, Josh Hayes ha in ogni caso rimediato una seconda posizione utile ai fini campionato, lasciandosi alle spalle un Tommy Hayden quasi escluso dai giochi.

Quarto sul traguardo ha invece concluso Roger Hayden con la prima delle Jordan Suzuki, mentre la seconda di Ben Bostrom è soltanto 14° a seguito di un “dritto” al restart dopo essersi ritrovato in 3° posizione prima dell’interruzione con bandiera rossa. hanno così potuto guadagnare un paio di posizioni Martin Cardenas, 5° con la M4 Suzuki sul tracciato dove vinse lo scorso anno nella Daytona SportBike, a precedere la BMW ufficiale di Larry Pegram.

Buon esordio per la KTM RC8R del team HMC Racing seguita con attenzione da KTM North America e dal reparto corse di Matthigofen, settima con il bi-campione AMA Supermoto Chris Fillmore alla guida, a stretto contatto con Cardenas e Pegram davanti a sè. Decimo è invece il 19enne ex-campione AMA Flat Track e Red Bull Rookies Cup JD Beach con la Kawasaki dell’Attack Performance, giusto davanti per poco più di 9 decimi all’esordiente Erik Buell 1190RS affidata a Geoff May.

AMA Pro National Guard American Superbike 2011
Mid Ohio, Classifica Gara 1

01- Blake Young – Rockstar Makita Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – 21 giri in 49’12.627
02- Josh Hayes – Monster Energy Graves Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 0.176
03- Tommy Hayden – Rockstar Makita Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 0.520
04- Roger Hayden – National Guard Jordan Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 3.583
05- Martin Cardenas – M4 Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 12.898
06- Larry Pegram – Foremost Insurance Pegram Racing – BMW S1000RR – + 13.548
07- Chris Fillmore – KTM/HMC Racing – KTM RC8R – + 13.620
08- Steve Rapp – San Diego BMW/Locust Powered by Lee’s Cycle – BMW S1000RR – + 17.906
09- David Anthony – ADR Fly Racing – Suzuki GSX-R 1000 – + 30.009
10- JD Beach – Cycle World Attack Performance – Kawasaki ZX-10R – + 30.297
11- Geoff May – AMSOIL EBR Racing – EBR 1190RS – + 31.192
12- Jeremy Toye – San Diego BMW/Locust Powered by Lee’s Cycle – BMW S1000RR – + 32.164
13- Chris Clark – Y.E.S. Pat Clark Sports Graves – Yamaha YZF R1 – + 35.578
14- Ben Bostrom – Jordan Suzuki – Suzuki GSX-R 1000 – + 35.946
15- Jordan Burgess – ADR Fly Racing – Suzuki GSX-R 1000 – + 55.688
16- Jason Farrell – Speed Tech Performance – Kawasaki ZX-10R – + 1’01.112
17- Reese Wacker – Wacker Racing LLC – Suzuki GSX-R 1000 – + 1’16.031
18- Eric Pinson – Go 4 One – Kawasaki ZX-10R – a 1 giro

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Superbike: L’arrivo di Ten Kate farà saltare il banco in Yamaha?

Eugene Laverty: “Bitubo è il nostro asso nella manica”

MotoGP: Danilo Petrucci lavora sull’ergonomia, ma la sella ‘scotta’