AMA Superbike Mid Ohio Gara 1: Beaubier batte Hayes

Ennesima doppietta Graves Yamaha nella SBK

23 luglio 2014 - 1:01

La ‘Next Big Thing‘ del motociclismo americano risponde al nome di Cameron Beaubier. Prodotto del vivaio Red Bull MotoGP Rookies Cup con una stagione all’attivo nel Mondiale 125cc da compagno di squadra di Marc Marquez al team ufficiale KTM, il talentuoso pilota californiano al Mid-Ohio Sports Car Course è tornato sul gradino più alto del podio dell’AMA Superbike riuscendo a battere, al culmine di un avvincente duello, il proprio compagno di squadra Josh Hayes in un’emozionante Gara 1 disputatasi nella mattinata di domenica 20 luglio in seguito alla pioggia che ha posticipato di 24 ore la regolare disputa dell’evento. Da assoluto ed indiscusso dominatore laureatosi lo scorso anno Campione Daytona SportBike con 12 vittorie (200 miglia di Daytona compresa) ed un secondo posto in 13 gare, all’esordio nell’AMA Superbike ‘Cam‘ ci ha messo davvero poco a trovare le misure della Yamaha YZF R1 preparata dal Graves Motorsports tanto da vincere al debutto in quel di Daytona, ripetersi a Road America e, ora, anche a Lexington. Costretto a recuperare oltre 40 punti di svantaggio dal caposquadra in Monster Energy Graves Yamaha Josh Hayes, nella prima gara in programma l’originario di Roseville non si è risparmiato sin dalle prime fasi della contesa per tornare sul gradino più alto del podio. Di fatto senza riferimenti in sella alla propria R1 su questo tracciato (disputato nel weekend soltanto un effettivo turno di prove ed un breve “Warm Up”), Beaubier è scattato bene allo spegnimento del semaforo, ha sfilato Roger Hayden nel corso del secondo del secondo passaggio, lanciandosi a caccia della R1 #4 di Hayes. Raggiunto il 39enne tri-Campione AMA Superbike, Beaubier ha atteso il quinto giro per forzare l’attacco per la leadership alla consueta “Esses”, punto dove (in uscita) ha saputo rispondere alla controffensiva del ‘Mississippi Madman’ all’ultima e decisiva tornata di Gara 1.

Per Cameron Beaubier una meritevole terza affermazione stagionale ed in carriera nell’AMA Superbike riportandosi ora a meno di 40 punti dal compagno di squadra Josh Hayes in campionato, ma con più soltanto tre gare da disputare. Rimonta difficile per il 21enne californiano, medesimo discorso per Roger Hayden, terzo a completare il podio con la prima Suzuki GSX-R 1000 di Yoshimura distanziato di ben 11″ dalla coppia Graves Yamaha, ma a sua volta con gran vantaggio nei confronti dei propri compagni di squadra Martin Cardenas (4°) e Chris Clark (6°). Buon quinto posto per la KTM RC8R ufficiale del KTM/HMC Racing condotta da Chris Fillmore, sempre più “terza forza” dell’AMA Superbike a scapito delle due EBR 1190RS di Larry Pegram (8°) e Cory West (11°) oltre che la Honda Fireblade del Team Hammer Inc./M4 di Chris Ulrich, nono aspettando Gara 2. Cronaca di Gara Complici le mutevoli condizioni climatiche che hanno comportato la cancellazione del programma di attività della giornata di sabato 19 luglio, slitta all’indomani la prima delle due gare in programma dell’AMA Superbike. Disputato soltanto un “Warm Up” e nessun turno di prove e/o qualifiche, la griglia di partenza viene definita in base alle posizioni della classifica di campionato con Josh Hayes che scatta dalla pole position affiancato in prima fila da Roger Hayden e Martin Cardenas, apre la seconda Cameron Beaubier con David Anthony e Chris Fillmore. Allo spegnimento del semaforo posizioni invariate alla prima decisa staccata della “Keyhole” con il solo Beaubier a sfilare Cardenas per la terza posizione, preceduto al termine del primo dei 16 giri previsti dal compagno di squadra Hayes, Hayden, a seguire Fillmore è quinto con Anthony, Knapp, Clark, Pegram e West a completare la top-10. Sempre alla “Keyhole” nel corso della seconda tornata del Mid-Ohio Sports Car Course Beaubier rompe gli indugi su Roger Hayden, ora davanti c’è più soltanto Josh Hayes che abbozza un tentativo di fuga. Il “Mississippi Madman” non ha tuttavia il passo per distanziare il Campione Daytona SportBike in carica, infatti in poche curve Beaubier si presenta a ridosso della R1 #4 e ci mette poco a provare i primi attacchi per la leadership: sempre alla “Keyhole” al terzo giro esce meglio, si affianca nel rettilineo successivo, ma il 39enne pilota di Gulfort resiste nella successiva staccata all’ingresso della “Esses”. Seppur in bagarre, le due R1 preparate dal Graves Motorsports riescono a ‘scappar via’ lasciando a 1″5 da Roger Hayden, a sua volta terzo in solitaria distanziando l’altra Yoshimura Suzuki di un Martin Cardenas sotto tono. La prima svolta della contesa si registra al quinto giro con Cameron Beaubier, in piena “Esses”, che attacca-e-passa Josh Hayes per il comando delle operazione, confermando a Lexington di avere tutto il potenziale per tornare sul gradino più alto del podio.

Al giro di boa della corsa, nonostante un avvincente duello per la prima posizione, Beaubier ed Hayes hanno lasciato ad oltre 3″ Roger Hayden, a 8″ Cardenas, via via tutti gli altri con la KTM RC8R di Fillmore quinta a precedere nell’ordine Anthony, Knapp, Clark, Pegram e Ulrich nei primi dieci. Non ci sono oggettivamente emozioni in questa fase della contesa, bisogna pertanto attendere l’ultimo giro per la risoluzione del duello tra Cameron Beaubier e Josh Hayes: il tri-Campione AMA Superbike forza l’attacco alla “Esses”, ma alla curva 10 ‘Cam’ risponde, chiude successivamente tutte le porte e centra così una nuova vittoria seppur soltanto in volata per 293/1000 sul proprio caposquadra, a oltre 11″ Roger Hayden completa il podio rifilando consistenti distacchi rispetto a Martin Cardenas (4°), Chris Fillmore (5°) e Chris Fillmore (6°). AMA Pro SuperBike 2014 Mid-Ohio Sports Car Course, Classifica Gara 1 01- Cameron Beaubier – Monster Energy Graves Yamaha – Yamaha YZF R1 – 16 giri in 23’11.735 02- Josh Hayes – Monster Energy Graves Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 0.293 03- Roger Hayden – Yoshimura Suzuki Factory Racing – Suzuki GSX-R 1000 – + 11.456 04- Martin Cardenas – Yoshimura Suzuki Factory Racing – Suzuki GSX-R 1000 – + 18.947 05- Chris Fillmore – KTM/HMC Racing – KTM RC8R – + 32.299 06- Chris Clark – Yoshimura Suzuki Factory Racing – Suzuki GSX-R 1000 – + 40.943 07- David Anthony – ADR Motorsports Sic Motul Fly Racing – Suzuki GSX-R 1000 – + 41.777 08- Larry Pegram – Foremost Insurance Pegram Racing – EBR 1190RS – + 41.894 09- Chris Ulrich – GEICO Motorcycle Racing – Honda CBR 1000RR – + 57.503 10- Frankie Babuska – Babuska Racing – Suzuki GSX-R 1000 – + 1’01.539 11- Cory West – Team AMSOIL Hero – EBR 1190RS – + 1’10.246 12- Bernat Martinez – Proto-Tech Spain – Yamaha YZF R1 – + 1’24.282 13- Taylor Knapp – TOBC Racing – Suzuki GSX-R 1000 – a 1 giro 14- Johnny Rock Page – United America All Nations – Suzuki GSX-R 1000 – a 1 giro

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Eddi La Marra:”Il Mugello non mi piace, ma voglio restare leader”

MotoGP, Sylvain Guintoli: “Ad Austin vittoria di squadra”

MotoGP, Jorge Lorenzo all’assalto di Jerez… con gli scongiuri