AMA: Roger Edmondson lascia l’AMA Pro Racing

Si dimette l'uomo della rivoluzione dei campionati AMA

2 gennaio 2010 - 7:04

Con un comunicato inviato agli organi di informazione in data 30 dicembre 2009, l’AMA Pro Racing ha comunicato la dipartita di Roger Edmondson, l’uomo che ha “imposto” nell’ultimo biennio la “rivoluzione” dei campionati motociclistici americani dopo l’intervento del Daytona Motorsport Group al timone di comando dell’AMA.

Edmondson, criticatissimo per le scelte prese in forma “unilaterale” (ovvero senza ascoltare piloti e squadre), dal 1 gennaio 2010 non è più “Chairman”, “Managing Member” e “Chief Executive Officer” dell’AMA Pro Racing: in poche parole non è più lui il massimo responsabile del motociclismo in America da un punto di vista gestionale.

La ragione di questa dipartita è stata spiegata con “motivi di salute”. David Atlas, responsabile operativo AMA Pro Racing, ha voluto ringraziare Roger Edmondson per il lavoro svolto in questi anni (va detto che ha sempre fatto parte dell’AMA ancor prima dell’avvento di DMG nel palcoscenico motociclistico USA), annunciando che adesso le responsabilità saranno ripartite tra David Atlas, Tom Bledsoe e Chris Harris.

A loro spetterà il compito di raccogliere un numero sufficiente di iscritti per le prime gare stagionali: se a Daytona, complice la 200 miglia e tutto il contorno della Bike Week, è atteso il pienone, gli iscritti in forma “permanente” ai campionati American Superbike e Daytona SportBike superano a malapena la decina. Urgono interventi per salvare il salvabile, anche se per molti (addetti ai lavori, ovviamente) il danno è ormai fatto.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoAmerica

MotoAmerica Road Atlanta: sempre Beaubier, brutto crash di Lewis

MotoAmerica

MotoAmerica Road Atlanta: Beaubier domina Gara 1

biesiekirski moto2

Moto2, ‘esordio’ alternativo per Biesiekirski: test a Barcellona con SAG Team