All Japan

All Japan Superbike Suzuka Gara 2: Nozane chiude in bellezza

Katsuyuki Nakasuga sbaglia, Kohta Nozane da Campione 2020 vince Gara 2 del MFJ GP a Suzuka e saluta nel migliore dei modi l'All Japan Superbike.

1 novembre 2020 - 11:04

Saluta l’All Japan Superbike da Campione 2020 e con il successo più prestigioso: vincere una gara della JSB1000 a Suzuka. Kohta Nozane ha completato l’opera salendo sul gradino più alto del podio nella seconda manche in programma nell’ambito del 52esimo MFJ Grand Prix, il Gran Premio della federazione motociclistica giapponese di scena sul mitico circuito dell’ottovolante. Complice una caduta del suo compagno di squadra Katsuyuki Nakasuga, il 25enne di Chiba è finalmente riuscito a vincere a Suzuka, salutando nel migliore dei modi il circus dell’All Japan.

NAKASUGA VS NOZANE

Chiusi i giochi-campionati in Gara 1 con il secondo posto sul traguardo, in uno sfavillante 2020 Kohta Nozane poteva chiedere più soltanto questa affermazione. Libero di testa, senza pressione alcuna e già certo del passaggio al World Superbike 2021 con GRT Yamaha, il pupillo di Iwata ha fatto la sua gara, massimizzando l’erroraccio di Katsuyuki Nakasuga. “Re” dell’universo All Japan e di Suzuka, vincitore ieri di Gara 1, il 9 volte Campione JSB1000 nel duello con il più giovane compagno di squadra ha pagato dazio con una caduta dopo soli 6 giri, finendo a terra per un proprio errore alla Triangle Chicane. Risalito in sella, Nakasuga (con il semimanubrio destro piegato!) ha onorato l’impegno portando a termine la gara in sedicesima posizione, rimandando l’appuntamento con la vittoria all’anno venturo nonostante i programmi sportivi Yamaha Factory siano tuttora in definizione.

NOZANE MONDIALE

Senza Nakasuga, Kohta Nozane ha avuto vita facile suggellando un 2020 trionfale: titolo All Japan Superbike, 7 vittorie ed 1 secondo posto nelle 8 gare disputate e la chance mondiale per la prossima stagione. Una festa grande per il giovane pilota che porta avanti l’eredità del compianto Norifumi “Norick” Abe, cercando adesso fortuna in Europa, concretizzando il sogno di suo padre Kenji. In una seconda gara che ha visto Yamaha Factory nuovamente in trionfo, Ryuichi Kiyonari con la Honda CBR 1000RR-R del team Keihin SI Racing di Shinichi Ito ha concluso secondo in gara e campionato, riuscendo oltretutto a condurre la contesa nei primi 4 giri. Nuovamente terzo Kazuki Watanabe (Yoshimura Suzuki), lontani dalla corsa per il podio invece Ryo Mizuno (HARC-PRO Honda) e Kazuma Watanabe (Keihin Honda SI Racing) rispettivamente in quarta e quinta posizione. Costretto alla resa con l’unica Kawasaki presente Akira Yanagawa mentre un grintoso Yukio Kagayama si è messo in mostra con il settimo posto finale.

All Japan Road Race Championship 2020

MFJ GP Suzuka JSB1000, Classifica Gara 2

1- Kohta Nozane – Yamaha Factory Racing Team – Yamaha YZF R1 – 16 giri

2- Ryuichi Kiyonari – Keihin Honda Dream SI Racing – Honda CBR 1000RR-R – + 3.319

3- Kazuki Watanabe – Yoshimura Suzuki Motul Racing – Suzuki GSX-R 1000 – + 8.334

4- Ryo Mizuno – MuSASHi RT HARC-PRO Honda – Honda CBR 1000RR-R – + 16.980

5- Kazuma Watanabe – Keihin Honda Dream SI Racing – Honda CBR 1000RR-R – + 20.765

6- Sodo Hamahara – Honda Dream RT Sakurai Honda – Honda CBR 1000RR-R – + 25.179

7- Yukio Kagayama – Team Kagayama – Suzuki GSX-R 1000 – + 29.951

8- Satoru Iwato – Team ATJ – Honda CBR 1000RR-R – + 46.941

9- Taro Sekiguchi – SANMEI Team Taro PLUSONE – BMW S1000RR – + 52.528

10- Yoshihiro Konno – MotoMap SUPPLY – Suzuki GSX-R 1000 – + 1’00.495

11- Hideyuki Ogata – S-PULSE Dream Racing ITEC – Suzuki GSX-R 1000 – + 1’00.538

12- Shinichi Nakatomi – HITMAN RC Koshien Yamaha – Yamaha YZF R1 – + 1’00.857

13- Keisuke Maeda – Yamalube Racing Team – Yamaha YZF R1 – + 1’02.559

14- Yuta Kodama – Team Kodama – Yamaha YZF R1 – + 1’07.780

15- Kazuma Tsuda – Baby Face Powered by Yoshimura – Suzuki GSX-R 1000 – + 1’27.709

16- Katsuyuki Nakasuga – Yamaha Factory Racing Team – Yamaha YZF R1 – + 1’37.621

17- Reinori Kuroki – GOSHI Racing – Honda CBR 1000RR – + 2’01.521

18- Shigenobu Sakurayama – Shinshu Active PJ Team Nagano – BMW S1000RR – + 2’10.490

19- Kota Higuchi – H.L.O. Racing – Suzuki GSX-R 1000 – a 1 giro

20- Kosuke Akiyoshi – au Kosuke Racing – Honda CBR 1000RR-R – a 4 giri

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

red bull rookies cup

Red Bull Rookies Cup, il calendario 2021: tappa al Mugello, debutto al KymiRing

fim cev repsol

FIM CEV Repsol, il calendario 2021: reinserito San Marino per la Moto3

red bull rookies cup

Red Bull Rookies Cup: ecco l’entry list 2021, quattro italiani al via