All Japan Superbike Sugo: Takumi Takahashi con HRC dominatore

Takumi Takahashi con la Honda CBR 1000RRW ufficiale del Team HRC domina a Sugo e batte la concorrenza Yamaha Factory: antipasto della 8 ore di Suzuka.

26 maggio 2019 - 20:05

“Tremate tremate, le Honda sono tornate”. Soltanto una, a dire la verità, ma basta e avanza a giudicare dai risultati. Trascorsa una stagione dal rientro in forma ufficiale del 2018, il Team HRC con Takumi Takahashi sta sbaragliando la concorrenza nell’All Japan Superbbike. Dopo il trionfale weekend vissuto a Suzuka, anche a Sugo (in casa Yamaha…) la Honda CBR 1000RRW non ha incontrato rivali nel terzo appuntamento stagionale.

TAKUMI TAKAHASHI IMPRENDIBILE

Campione 2017 sotto le insegne HARC-PRO Honda, Takumi Takahashi al secondo anno con il Team HRC sembra in grado di riprendersi il #1. A Suzuka, con la missilistica CBR 1000RRW #13, ha fatto registrare il nuovo primato della pista (primo e finora unico sotto il 2’04”!), dominando le due gare. Trascorse qualche settimane, a Sugo è arrivato il bis con il tester Honda MotoGP oggettivamente inavvicinabile per chiunque, anche per lo squadrone Yamaha Factory.

TRIONFO HRC, VERTICI PRESENTI

Rinnovata su molti aspetti (motore, forcellone, elettronica…), la Fireblade ufficiale è sempre più l’arma totale di HRC per riappropriarsi del titolo All Japan Superbike, ma non solo. Nelle prove e nelle due gare in programma, Takahashi ha dominato: 6″ rifilati al “Re” della JSB1000 Katsuyuki Nakasuga in Gara 1, 3″ nella seconda. Un dominio totale celebrato da gran parte dei vertici HRC, presenti a Sugo per assistere in presa diretta a questa trionfale terza tappa dell’All Japan, guardando già avanti. Il 28 luglio prossimo alla 8 ore di Suzuka c’è una vittoria da riconquistare: quest’anno HRC sembra avere davvero tutto per spezzare l’egemonia di successi Yamaha Factory…

IN CAMPIONATO

Con la seconda doppietta di fila Takumi Takahashi ha rafforzato la leadership di campionato a quota 119 punti, 19 di vantaggio rispetto a Kohta Nozane (Yamaha Factory), due volte terzo a Sugo. Sconta 25 lunghezze di svantaggio invece il Campione in carica Katsuyuki Nakasuga, in grado di regolare anche sul tracciato di proprietà Yamaha il suo giovane compagno di squadra in YFRT. Da segnalare nel weekend l’ottima prova del giovane Ryo Mizuno, due volte quarto con HARC-PRO Honda davanti anche a Kazuma Watanabe (Kawasaki Team Green) e la coppia Yoshimura formata da Yukio Kagayama e Kazuki Watanabe.

All Japan Road Race Championship 2019
Sportsland Sugo
Classifica Gara 1 (Top 15)

1- Takumi Takahashi – Team HRC – Honda CBR 1000RRW – 25 giri

2- Katsuyuki Nakasuga – Yamaha Factory Racing Team – Yamaha YZF R1 – + 6.828

3- Kohta Nozane – Yamaha Factory Racing Team – Yamaha YZF R1 – + 7.173

4- Ryo Mizuno – MuSASHi RT HARC-PRO Honda – Honda CBR 1000RR – + 25.946

5- Kazuma Watanabe – Kawasaki Team Green – Kawasaki ZX-10RR – + 26.142

6- Yukio Kagayama – Yoshimura Suzuki Motul – Suzuki GSX-R 1000 – + 30.560

7- Ryosuke Iwato – Kawasaki Team Green – Kawasaki ZX-10RR – + 37.454

8- Keisuke Maeda – Yamalube Racing Team – Yamaha YZF R1 – + 38.841

9- Kosuke Akiyoshi – au & Teluru MotoUP RT – Honda CBR 1000RR – + 55.045

10- Taro Sekiguchi – Team ATJ – Honda CBR 1000RR – + 57.251

11- Yudai Kamei – Honda Suzuka Racing Team – Honda CBR 1000RR – + 1’05.882

12- Mark Aitchison – KRP & RS-ITOH – Kawasaki ZX-10RR – + 1’06.596

13- Kazuma Tsuda – Team Baby Face – Yamaha YZF R1 – + 1’22.632

14- Akira Yanagawa – WillRaise Racing RS-ITOH – Kawasaki ZX-10RR – + 1’26.827

15- Sodo Hamahara – Honda Dream RT Sakurai Honda – Honda CBR 1000RR – + 1’27.392

All Japan Road Race Championship 2019
Sportsland Sugo
Classifica Gara 2 (Top 15)

1- Takumi Takahashi – Team HRC – Honda CBR 1000RRW – 25 giri

2- Katsuyuki Nakasuga – Yamaha Factory Racing Team – Yamaha YZF R1 – + 3.340

3- Kohta Nozane – Yamaha Factory Racing Team – Yamaha YZF R1 – + 6.769

4- Ryo Mizuno – MuSASHi RT HARC-PRO Honda – Honda CBR 1000RR – + 22.515

5- Kazuma Watanabe – Kawasaki Team Green – Kawasaki ZX-10RR – + 22.585

6- Kazuki Watanabe – Yoshimura Suzuki Motul – Suzuki GSX-R 1000 – + 22.675

7- Ryosuke Iwato – Kawasaki Team Green – Kawasaki ZX-10RR – + 28.648

8- Keisuke Iwato – Yamalube Racing Team – Yamaha YZF R1 – + 33.109

9- Kosuke Akiyoshi – au & Teluru MotoUP RT – Honda CBR 1000RR – + 44.832

10- Taro Sekiguchi – Team ATJ – Honda CBR 1000RR – + 52.852

11- Yukio Kagayama – Yoshimura Suzuki Motul – Suzuki GSX-R 1000 – + 56.050

12- Kazuma Tsuda – Team Baby Face – Yamaha YZF R1 – + 1’02.807

13- Mark Aitchison – KRP & RS-ITOH – Kawasaki ZX-10RR – + 1’04.298

14- Hideyuki Ogata – S-PULSE Dream Racing IAI – Suzuki GSX-R 1000 – + 1’09.968

15- Taiga Hada – au & Teluru MotoUP RT – Honda CBR 1000RR – + 1’20.147

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

MotoGP, Andrea Dovizioso: “Non c’è tempo per lamentarsi dei punti persi”

Honda vs Yamaha vs Kawasaki: super Test per la 8 ore di Suzuka

Moto2: Luca Boscoscuro “La mia Speed Up è come una figlia”