All Japan Superbike: quattro piloti supportati HRC nella stagione 2010

In 4 diversi team

24 febbraio 2010 - 6:10

Nel 2009 la crisi economica ha “costretto” la HRC a ridimensionare i propri programmi nell’All Japan Superbike. Superato questo difficile momento, Honda ha deciso di tornare a puntar forte sulla classe JSB1000, seguendo tecnicamente quattro diversi piloti per la stagione 2010.

Annunciando i piani sportivi per il nuovo anno, Honda Racing Corporation ha svelato il poker di piloti “ufficiali” di quattro diverse squadre. Si comincia da Kousuke Akiyoshi, collaudatore Honda per la MotoGP, che disputerà tutto il campionato con F.C.C. TSR, squadra con cui ha vinto due delle quattro manche disputate nel 2009.

TSR porterà anche in pista, sebbene con differenti colori (Keihin Kohara), Shinichi Itoh, alla sua ultima stagione prima del ritiro annunciato nel corso di una conferenza stampa a Tokyo. L’ex pilota ufficiale HRC nel Motomondiale correrà anche la 300 kilometri di Suzuka insieme a Kousuke Akiyoshi, anche se resta incerta la partecipazione alla 8 ore con la stessa compagine.

Se per Itoh sarà l’ultimo anno, discorso ben diverso per due giovani. Da una parte Chojun Kameya, “pupillo” della HRC, alla terza stagione consecutiva nella JSB1000 con il team Sakurai che, grazie all’aiuto Honda, sarà regolarmente al via sebbene il programma sia stato messo in discussione fino all’ultimo.

Cambio di pilota per HARC-PRO: Tatsuya Yamaguchi ha accettato l’offerta Moriwaki per la J-GP2, al suo posto ci sarà Takumi Takahashi, che ben si era distinto nel 2009 con la privata Fireblade del team Burning Blood.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Jack Miller

Jack Miller lotta e sale sul podio nell’Australian Superbike

Jack Miller

Jack Miller in prima fila nell’Australian Superbike al Bend

trofei mes motoestate

Motoestate, il calendario provvisorio 2022 con una “prima volta”