All Japan Superbike: la rinascita di Shinichi Itoh prima del ritiro

A 43 anni vince ancora

30 settembre 2010 - 4:02

A 43 anni Shinichi Itoh sta vivendo una seconda giovinezza. Lo scorso mese di marzo, in occasione del lancio del team Keihin Kohara a Tokyo, a sorpresa annunciò il proprio ritiro. “Questa è la mia ultima stagione, poi mi dedicherò ad altri progetti, ma voglio chiudere in bellezza“. Missione compiuta: ultime due gare dell’All Japan Superbike, due vittorie tra Sugo e Okayama, senza scordarci il secondo posto insieme a Makoto Tamada alla 8 ore di Suzuka.

Risultati che non consentono a Itoh di riportarsi in corsa per il campionato complice il doppio ritiro di inizio stagione a Tsukuba e Suzuka, ma che consentono all’ex pilota ufficiale HRC nel Motomondiale classe 500cc di chiudere al meglio la propria carriera, magari ripensandoci…

Sarà difficile, ma se non altro Shinichi Itoh può ampliare la propria bacheca di successi quasi irripetibile nel motociclismo nazionale giapponese, con 4 titoli All Japan di cui 1 con le 500cc, 3 con le Superbike.

Bisogna inoltre contare le tre vittorie alla 8 ore di Suzuka, sempre con Honda, e ben 66 gare con 1 pole position e 6 podi nel Motomondiale tra 500cc e MotoGP, classe dove ha corso anche con la Ducati ufficiale nel 2005 a Istanbul in sostituzione dell’infortunato Loris Capirossi (all’epoca era collaudatore Bridgestone).

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Red Bull Rookies Cup 2020

Red Bull Rookies Cup, a Spielberg il primo round del 2020

MotoAmerica

MotoAmerica Road Atlanta: sempre Beaubier, brutto crash di Lewis

MotoAmerica

MotoAmerica Road Atlanta: Beaubier domina Gara 1