All Japan Superbike: il ritorno alla vittoria di Yukio Kagayama

A Sugo trionfa nella 120 miles

6 luglio 2014 - 21:37

Trascorsi otto anni nel Vecchio Continente tra World e British Superbike con i team Alstare e Crescent Suzuki, nel 2011 Yukio Kagayama prese la decisione di tornare a confrontarsi in madrepatria con un programma ambizioso: pilota e team manager del proprio Team Kagayama, formazione nata con il supporto di Bright Logic e la partnership tecnica con Yoshimura per dare l’assalto al titolo dell’All Japan Superbike. Un programma, giunto al terzo anno di vita in questa stagione, che ha riservato già diverse soddisfazioni all’esperto pilota giapponese: nel 2012 la vittoria a Sugo, lo scorso anno un sensazionale terzo posto alla 8 ore di Suzuka, balzando nelle prime pagine dei magazine del settore per aver fatto correre in squadra con la propria Suzuki GSX-R 1000 l’amico Noriyuki Haga ed una leggenda come Kevin Schwantz. Alla terza stagione del progetto, dopo un inizio non facile, in occasione della “Sugo 120 miles” (evento Endurance dell’All Japan Superbike 2014) Yukio Kagayama ha fatto valere la propria sensibilità di guida in condizioni di scarsa aderenza aggiudicandosi una strepitosa vittoria. Un exploit che permette a Kagayama di balzare al quinto posto nella classifica di campionato, rilanciando le proprie quotazioni nella corsa al titolo.

Alla seconda affermazione (sempre a Sugo) da pilota e team manager nella JSB1000, ora Yukio Kagayama spera di ripetersi alla 8 ore di Suzuka con un equipaggio rinnovato: accanto al riconfermato Noriyuki Haga correrà infatti Dominique Aegerter, protagonista del Mondiale Moto2 con Technomag carXpert.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Motoestate, Moto4

Storie di Motoestate: Moto4, ecco come si corre spendendo poco (VIDEO)

CIV Superbike 2020

ELF CIV 2021, prime conferme e novità tecniche dalla Superbike alla PreMoto3

MotoAmerica

MotoAmerica a Laguna Seca con Canepa e Zanetti al via