All Japan Superbike: HARC-PRO rinnova la fiducia a Ryo Mizuno

L'ex Campione J-GP2 Ryo Mizuno confermato nei piani HARC-PRO Honda per l'All Japan Superbike ed alla 8 ore di Suzuka.

9 gennaio 2019 - 11:01

Dal ritorno del Team HRC al via dell’All Japan Superbike ed alla 8 ore di Suzuka registratosi lo scorso anno, per il team HARC-PRO Honda la dimensione nell’universo del motociclismo del Sol Levante è drasticamente cambiata. Pur conservando il filo-diretto con la casa-madre, la squadra oggi non gode più dell’investitura di team di riferimento HRC, con tutto ciò che ne consegue. Dalle tre vittorie (2010, 2013, 2014) alla 8 ore di Suzuka e la conquista del titolo All Japan Superbike 2017, la compagine di Shigeki Honda ha rivisto i propri programmi, sposando la “linea verde” nello sviluppo dei giovani piloti potenziali Campioni di domani.

Per questa ragione anche per l’All Japan Superbike 2019 ha trovato conferma in squadra Ryo Mizuno, classe 1998 pronto ad affrontare la sua seconda stagione consecutiva nella top class JSB1000 in sella alla CBR 1000RR Fireblade contraddistinta dal numero 634. Laureatosi Campione All Japan J-GP3 nel 2015 e J-GP2 2017 proprio con HARC-PRO Honda, Mizuno ha vissuto un debutto tormentato tra le Superbike: undicesimo in campionato, incappando in qualche imprevisto di troppo e persino una rovinosa caduta in gara alla 8 ore di Suzuka.

Nel 2018 ho vissuto un anno difficile, ma dove sono cresciuto nell’arco della stagione“, ha ammesso Ryo Mizuno. “Ho ottenuto un quarto posto come miglior risultato, pertanto per quest’anno l’obiettivo sarà quello di crescere ancora e di compiere lo step successivo, ovvero lottare per le posizioni di vertice e, perché no, per qualche vittoria. Adesso sappiamo cosa non è andato lo scorso anno, proprio questo mi rende fiducioso“.

Se il team MuSASHi RT HARC-PRO Honda (questa la denominazione ufficiale) sarà presente nella JSB1000 con il solo Ryo Mizuno, nella J-GP2 ha trovato conferma Teppei Nagoshi, 21enne che si è messo in mostra lo scorso anno conquistando il terzo posto in campionato con la perla della vittoria nel conclusivo appuntamento stagionale disputatosi a Suzuka.

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

MotoGP, Oscar Haro: “Lorenzo bloccato dall’elettronica”

BSB Silverstone Prove 2: O’Halloran al top, 1-2 McAMS Yamaha

Moto3, Andrea Migno: “Podio importante, mancava da tempo”