ASBK Phillip Island Gara 2: vince Aiden Wagner, Troy Bayliss non parte

Aiden Wagner conquista la vittoria in Gara 2 dell'Australian Superbike a Phillip Island, non prende il via Troy Bayliss, KO Wayne Maxwell.

23 febbraio 2019 - 7:11

Una prima gara emozionante, una seconda rocambolesca. L’Australian Superbike sta vivendo a Phillip Island un inizio di stagione decisamente scoppiettante. Gara 2 ha proposto il successo del privatissimo Aiden Wagner in volata su Cru Halliday e Josh Waters, ma dopo un (clamoroso) contatto nel corso dell’ultimo giro con Wayne Maxwell. Il vincitore di Gara 1 è finito a terra in seguito ad un botto spaventoso registratosi all’altezza della curva 12, dal quale ne è fortunatamente uscito illeso.

PRIVATO AL POTERE

Il regolamento dell’ASBK, particolarmente restrittivo in termini di preparazione delle moto, giova eccome ai privati. Due stagioni or sono Daniel Falzon, oggi ufficiale Yamaha Motor Australia, sorprese tutti proprio a Phillip Island, adesso è il turno di un altro “indipendente” come Aiden Wagner. Dai trascorsi nel Mondiale Supersport (con una wild card in Moto2 all’attivo), il 24enne australiano ha dato seguito a quanto di buono mostrato nel corso del weekend con una spettacolare vittoria. Tornato in madrepatria per rilanciare le proprie quotazioni di carriera, con la R1 preparata dal team Caboolture ha avuto ragione in volata di Cru Halliday (portacolori di Yamaha Motor Australia) e del pluri-Campione ASBK Josh Waters (Team Suzuki ECSTAR Australia) con le Kawasaki di Bryan Staring (BCperformance) e Mike Jones (K & R Hydraulics / Race Dynamics) a seguire.

BAYLISS FUORI GIOCO

Con questa vittoria l’originario di Wamuran balza provvisoriamente in testa alla generale complice, chiaramente, lo zero accusato da Wayne Maxwell. Tra gli attesi protagonisti, resta ancora a secco di punti Troy Bayliss. A terra in Gara 1 complice un contatto proprio con Maxwell, ripristinata (come possibile…) in tempi-record la sua 1299 Panigale FE, di fatto il tri-Campione del Mondo non ha preso parte alla seconda manche. Al termine del giro di formazione in griglia Baylisstic è rientrato in pit lane, marcando di conseguenza il secondo “zero” di fila in due manche. Domani, in Gara 3, l’ultima possibilità di riscatto del fine settimana.

Australian Superbike Championship 2019
Phillip Island
Classifica Gara 2

01- Aiden Wagner – Caboolture Yamaha – Yamaha YZF R1 – 12 giri
02- Cru Halliday – Yamaha Racing Team – Yamaha YZF R1 – + 0.261
03- Josh Waters – Team Suzuki ECSTAR Australia – Suzuki GSX-R 1000 – + 0.331
04- Bryan Staring – Kawasaki BCperformance – Kawasaki ZX-10R – + 1.594
05- Mike Jones – K & R Hydraulics / Race Dynamics – Kawasaki ZX-10R – + 1.670
06- Troy Herfoss – Penrite Honda Racing – Honda CBR 1000RR – + 11.259
07- Glenn Allerton – Next Gen Motorsports – BMW S1000RR – + 11.263
08- Matt Walters – Cessnock Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 12.107
09- Glenn Scott – GSR Kawasaki – Kawasaki ZX-10R – + 17.725
10- Max Croker – Mladin Racing – Suzuki GSX-R 1000 – + 18.304
11- Ted Collins – Next GEN Motorsports – BMW S1000RR – + 18.416
12- Mark Chiodo – Penrite Honda Racing – Honda CBR 1000RR – + 18.515
13- Arthur Sissis – Hoey Racing – Suzuki GSX-R 1000 – + 18.886
14- Alex Phillis – Team Suzuki ECSTAR Australia – Suzuki GSX-R 1000 – + 20.623
15- Damon Rees – Tony Rees Motorcycles – Honda CBR 1000RR – + 28.567
16- Lachlan Epis – Kawasaki BCperformance – Kawasaki ZX-10R – + 34.756
17- Sloan Frost – FILTA NZ / Black Ink – Suzuki GSX-R 1000 – + 36.171
18- Philip Czaj – Eco light Up / 11Motosport – Aprilia RSV4 – + 41.641
19- Ryan Yanko – Force 8 Contracting – Ducati 1299 Panigale FE – + 54.771
20- David Barker – Barker Racing – Kawasaki ZX-10R – + 55.182
21- Matt Tooley – Phillip Island Ride Days – Yamaha YZF R1 – + 56.922
22- Simon Barbacetto – Barbacetto Racing – Yamaha YZF R1 – + 1’01.757
23- Brendan McIntyre – Western Motorcycles Sydney – Suzuki GSX-R 1000 – + 1’04.515
24- Heath Griffin – Russell Symes & Company – Suzuki GSX-R 1000 – + 1’20.768
25- Brian Houghton – Conshift / K1 Racing – Honda CBR 1000RR – + 1’25.207
26- William Davidson – WD Racing Suspension Specialist – Yamaha YZF R1 – + 1’32.775
27- Hamish McMurray – Six ways from Sunday – Kawasaki ZX-10R – a 1 giro
28- Paul van der Heiden – Moto Adelaide – BMW S1000RR – a 1 giro
29- Evan Byles – SA Motorcycles – Kawasaki ZX-10R – a 1 giro
30- Dominic De Leon – AT1 Racing – Kawasaki ZX-10R – a 1 giro

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Superbike: “Jonathan Rea ora ha un avversario al suo livello”

British Talent Cup: Scott Ogden si impone in Gara 1

24h Le Mans: #44 No Limits Motor Team, la fine del sogno