Alex Debon: “Sarò al via della 250cc con un’Aprilia ufficiale”

Colpo di scena nel mercato piloti della 250cc

24 febbraio 2009 - 15:38

In Italia si sarebbe detto “vergognoso”. In Spagna, invece, se n’è parlato poco, forse perchè non c’era tutta questa preoccupazione. Alex Debon, vincitore lo scorso anno di due gare nella 250cc alla sua prima vera stagione da pilota con una moto competitiva (l’Aprilia RSA 250 del team Lotus, ex-struttura che ha portato al successo Jorge Lorenzo), era rimasto a piedi complice la chiusura del team Motorsport48, con conseguente ritiro di Daniel Amatriain dalle scene iridate. Debon, che a lungo era stato avvicinato ai progetti di Aspar Martinez con una Kawasaki in MotoGP e alla Aprilia per il Mondiale Superbike, si era trovato così virtualmente senza una moto, anche se negli ultimi tempi è stata trovata una soluzione a lui particolarmente… vantaggiosa. L’ex collaudatore Aprilia Racing lo ha confermato al quotidiano sportivo spagnolo AS, completando una descrizione della sua prossima squadra…

“Posso dire che certamente correrò quest’anno nella 250cc”, afferma Alex Debon. “Lo farò con la stessa moto dello scorso anno, ovvero una Aprilia RSA, e con un team di colore… blu. E’ stato un inverno lungo per completare questo progetto, ma alla fine ci siamo riusciti e di questo sono davvero entusiasta”.

La descrizione fa venire in mente a tutti una squadra con base operativa a Barcellona che… vi lasciamo il mistero. Quanto ad Alex Debon, si sente davvero fiducioso in vista di questo campionato iniziato con grande ritardo.

“Certo, finora non ho provato, ma sono convinto che con l’esperienza dello scorso anno posso avvicinare piloti come Simoncelli e Bautista e lottare per il titolo iridato”.

Tenendo conto dei risultati raccolti lo scorso anno e dello scarto in classifica con i primi due, non è un pensiero così folle, sebbene i due piloti citati sembrano davvero di un’altra categoria.

Alessio Piana

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Tre jolly per Marc Marquez: telaio, motore e aerodinamica

Superbike Misano: Toprak, non c’è due senza tre?

Completata una giornata di test per Moto2 e Moto3 al Montmeló