200 Miglia del Mugello

Ad inizio novembre di scena la 200 Miglia del Mugello

Nei primi giorni di novembre ci svolgerà la 200 Miglia del Mugello, unico evento di durata per moto moderne in Italia. Informazioni e novità dell'edizione 2019.

8 ottobre 2019 - 11:33

Dal 2 al 3 novembre avrà luogo la 200 Miglia del Mugello. Rinnovato anche per quest’anno l’appuntamento con la classica Endurance di fine stagione, chiamata a chiudere l’annata di gare con un weekend ricco di spettacolo. Da tradizione, l’evento organizzato da Promo Racing in collaborazione con SH Group regalerà colpi di scena e show nella due giorni toscana. Una gara dove gli equipaggi iscritti dovranno alternare la velocità con la costanza di rendimento e la miglior tattica per sfruttare appieno rifornimenti e cambi pilota.

IL VIA IN STILE LE MANS

Come ogni anno, saranno tanti i piloti al via della 200 Miglia, unico evento di durata per moto moderne in Italia. La partenza sarà quella classica in stile Le Mans: corsa iniziale dei piloti verso le moto e poi a tutto gas. I team al via potranno avere equipaggi con un minimo di due e un massimo di tre piloti, con la possibilità di correre una moto per equipaggio oppure una per pilota. Una gara lunga, 62 giri da percorrere sul tracciato toscano. Ogni anno non sono mancate sorprese: in azione team e piloti blasonati contro equipaggi outsider che alla fine sono riusciti a dire la loro. Rispetto alle edizioni precedenti vengono riviste le premiazioni, dando così risalto a tutti gli equipaggi.

LE NUOVE CLASSIFICHE

Rimane la classifica assoluta, ma sono state introdotte classifiche speciali, suddivise a seconda dei componenti del team. Una novità dunque importante per tutti i partecipanti che, a seconda del coefficiente ottenuto, verranno inseriti nella classifica dedicata. Le classifiche verranno suddivise in PRO, SEMI PRO, AMA. I pro sono i piloti con un palmares importante e come da regolamento hanno un coefficiente pari a zero. I semi pro sono quei piloti che hanno partecipato alla Coppa Italia, al National Trophy o che si sono distinti nel Motoestate negli ultimi cinque anni. AMA sono tutti quei piloti che non hanno palmares o comunque non hanno partecipato ai trofei sopra descritti. Possono partecipare anche piloti di categoria diversa, ad esempio un PRO e un AMA e, in base al coefficiente ottenuto. verranno destinati nella classifica speciale.

INVARIATA LA FORMULA

Per quanto riguarda invece la formula di gara, rimane tutto invariato. In programma 62 giri da percorrere, con turni di guida di massimo 50 minuti e con cambi in cui il pilota deve riposare almeno 20 minuti. Attesi al via tanti equipaggi e alcuni stranieri. La 200 Miglia piace ed è diventata un appuntamento ormai imperdibile, che si corre sul circuito più bello del mondo. Una competizione in cui sarà fondamentale, oltre alla velocità dei piloti, anche il lavoro svolto dalla squadra nei box e nella strategia di gara.

LA ENDURANCE GP

Al via, oltre alla 200 Miglia, la Endurance GP, categoria sempre aperta a 600 e 1000. Si corre su una distanza di 23 giri, la stessa di una gara di MotoGP. Nata nel 2015, ha subito trovato il riscontro dei piloti che possono correre da soli, oppure in coppia. Anche nella EGP sarà obbligatorio effettuare almeno una sosta, dunque importante anche in questa gara fare tesoro della costanza di rendimento e tattica.

Per info ed iscrizioni rivolgersi a segreteria@trofeimoto.it .

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Macau

Macau Grand Prix 2019: ecco l’entry list

misano classic weekend

Misano Classic Weekend, oltre 10.000 presenze e pura passione

edgar pons campione cev moto2

CEV, Albacete: Edgar Pons Campione Moto2, in Moto3 Alcoba… quasi