250cc Donington Prove Libere 1: Debon precede Aoyama

Seguono Bautista e Simoncelli, bene Waldmann

24 luglio 2009 - 13:19

Lo aveva detto al Sachsenring, Alex Debon, di aver finalmente trovato con la squadra il giusto feeling e livello di competitività in grado di lottare con i primi. E’ arrivato il podio in Germania, è giunto il miglior tempo nella prima sessione di prove libere a Donington Park, dove l’ex tester ufficiale Aprilia ha spiccato il crono di 1’33″432 con la propria RSA. Per Debon una grande soddisfazione, ma anche per il team BQR di Raul Romero, che dopo la prima posizione (fortunosa) di Rabat nella 125 fa… doppietta con Debon in 250. Il turno di prove della quarto di litro è stato comunque molto complicato, con diversi protagonista in vetta alla classifica e… a terra.

A dar il via alle cadute ci ha pensato Shoya Tomizawa con un volo da videogame alla “Hollywood”, con poco più avanti Hector Barbera fermato dalla propria Aprilia. Successivamente è anche Alvaro Bautista a scivolare, ma grazie alla disponibilità della seconda moto è riuscito a ripartire chiudendo terzo alle spalle anche di Hiroshi Aoyama, rivale nella rincorsa al titolo che guida la sua Honda RS250RW come una… CRF450 preparazione Supermotard!

Quarto è invece Marco Simoncelli, seguito dal sorprendente Lukas Pesek, Mike Di Meglio, Thomas Luthi (leader dei primi minuti) ed Hector Barbera 8°, con Mattia Pasini 10°, Roberto Locatelli 13°, Alex Baldolini 14° e Raffaele De Rosa 17° in difficoltà. Alle sue spalle fa notizia Ralf Waldmann che ha letteralmente divertito (in positivo) il box del team Kiefer e si è preso il lusso di tener testa a ben 10 piloti viaggiando, a tratti, su di un buon ritmo. Davvero formidabile il 43enne pilota tedesco, possibile sorpresa del weekend a Donington Park.

Alessio Piana

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Superbike, Jonathan Rea

MotoGP, Jonathan Rea: “Grazie a Valentino Rossi”

MotoGP, Valentino Rossi

MotoGP, il coach Gavira: “Valentino Rossi non perde il sorriso”

Pecco Bagnaia, fan club

MotoGP: Misano non sarà solo giallo, decolla il Pecco Fan Club