125cc Le Mans Gara: ancora vittoria per Pol Espargaro

Battuto Nico Terol, sul podio Marc Marquez

23 maggio 2010 - 7:59

Quasi a riproporre la gara di Jerez, con il pensiero sempre più rivolto ad un potenziale duello per il titolo mondiale. Alla terza prova stagionale la 125cc vede la fuga di Pol Espargaro e Nico Terol in classifica, seguendo quest’ordine sul traguardo del Grand Prix de France sul circuito di Le Mans, l’esatto opposto in campionato con 2 punti a vantaggio del portacolori Bancaja Aspar. I due si erano presentati con 3 vittorie ciascuno alla vigilia dell’evento transalpino della ottavo di litro, ma la determinazione ed il carattere di “Polyccio” ha fatto la, seppur minima, differenza. Non ha “letto” bene l’andamento della corsa, rompendo gli indugi forse un pò troppo presto (a 9 giri dal termine) dopo una lunga fase di studio all’inseguimento della Aprilia #40; non è stato nemmeno esente da errori: nonostante un passo nettamente più veloce (è arrivato all’1’43″9) ha consentito al rivale di giocarsi le proprie carte, arrivando ad azzardare il sorpasso al penultimo giro.

Non la gara “perfetta”, ma quella giusta per riportarsi vicino alla leadership di classifica, conseguire il quarto successo in carriera ed il secondo stagionale/consecutivo. Con Espargaro e Nico Terol in fuga, le (poche) emozioni sono arrivate nella lotta per il podio, con Marc Marquez aggressivo nonostante la frattura alla clavicola rimediata a Jerez, giustificando la manovra di “spinta” fuori traiettoria ai danni di Smith all’ultimo giro, prendendosi un 3° posto che fa classifica.

Quarto in rimonta Efren Vazquez, mentre sono da evidenziare le prestazioni di Sandro Cortese, 6°, ma anche di Tomoyoshi Koyama, il più esperto della 125cc che sfiora la 7° posizione detenuta da Rabat nonostante la disponibilità di una “vecchia” Aprilia RSW. Apprezzabile il 10° posto all’esordio con la Aprilia Molenaar (dopo aver lasciato in settimana la Lambretta) di Luis Salom, talento iberico che era inspiegabilmente rimasto a piedi nel corso dell’inverno. Continua a convincere Jasper Iwema, tutto un altro pilota con la Aprilia dopo un anno con la Honda-Seel, 12° davanti ad un irriconoscibile Jonas Folger (2° lo scorso anno sul bagnato…) ancora alle prese con uno scarso affiatamento con la nuova RSA dell’Ongetta Team.

Poco da dire invece per gli italiani, tutti e tre ritirati: Savadori per una caduta nei primi giri, Ravaioli e Moretti (in zona punti) nel finale. Ancora una volta zero punti, giusto quando la Spagna festeggia la 13° vittoria consecutiva nella classe 125cc prendendosi le prime 4 posizioni sul traguardo.

Cronaca di Gara

Terol conserva la pole al via tenendo il comando delle operazioni davanti a Rabat, Espargaro, Smith, Marquez, Koyama con Moretti partito bene, subito 12°. Espargaro comprende subito il momento ed il tentativo di fuga del leader di gara decidendo di passare Rabat alla variante “Chemin Aux Boeus”: è 2°, ma già a 1″ netto dal capoclassifica di campionato. Si profila un duello per la vittoria ed un apertissimo confronto per il podio, dove si nota un quintetto da Smith a Vazquez con gli inserimenti di Rabat, Marquez e Koyama, con Cortese poco staccato come spesso gli capita in difficoltà nelle prime fasi di gara.

Gara soporifera e di studio per la coppia di testa, purtroppo come capita di recente poco esaltante per i colori italiani: all’ottavo giro cade Lorenzo Savadori, Riccardo Moretti è in zona punti (15°), Marco Ravaioli con le wild card locali in 25° posizione.

C’è veramente poco da raccontare fino a 9 giri da bandiera a scacchi, quando Pol Espargaro sorprende Nico Terol passandolo all’ingresso della Variante del ponte Dunlop. “Polyccio”, quasi a replicare Jerez, cerca di cambiare ritmo viaggiando sull’1’43″9, ma commette un errore consentendo a Terol di riprendersi il comando. Questione di poco: 3 giri più tardi Espargaro riconquista la leadership provando, adesso sì, la fuga. Fuori gioco invece gli altri due italiani: Moretti a -6 dalla bandiera a scacchi, Ravaioli due tornate più tardi.

Rush finale con Terol che prova l’attacco ma è costretto alla resa nei confronti di Espargaro, alla seconda vittoria stagionale e consecutiva. Sul podio Marquez che si “sportella” con Smith aprendo le porte anche a Vazquez. Gran Premio d’Italia al Mugello tra due settimane.

125cc World Championship 2010
Le Mans, Classifica Gara

01- Pol Espargaro – Tuenti Racing – Derbi RSA 125 – 24 giri in 41’52.280
02- Nico Terol – Bancaja Aspar Team – Aprilia RSA 125 – + 0.957
03- Marc Marquez – Red Bull Ajo Motorsport – Derbi RSA 125 – + 4.428
04- Efren Vazquez – Tuenti Racing – Derbi RSA 125 – + 4.736
05- Bradley Smith – Bancaja Aspar Team – Aprilia RSA 125 – + 5.143
06- Sandro Cortese – Avant Mitsubishi Ajo – Derbi RSA 125 – + 5.847
07- Tito Rabat – Blusens STX – Aprilia RSA 125 – + 11.047
08- Tomoyoshi Koyama – Racing Team Germany – Aprilia RSW 125 – + 11.165
09- Danny Webb – Andalucia Cajasol – Aprilia RSA 125 – + 37.808
10- Luis Salom – Stipa Molenaar Racing GP – Aprilia RSA 125 – + 39.585
11- Johann Zarco – WTR San Marino Team – Aprilia RSW 125 – + 40.519
12- Jasper Iwema – CBC Corse – Aprilia RSW 125 – + 40.817
13- Jonas Folger – Ongetta Team – Aprilia RSA 125 – + 42.149
14- Randy Krmmenacher – Stipa Molenaar Racing GP – Aprilia RSA 125 – + 44.741
15- Adrian Martin – Aeroport de Castello Ajo – Aprilia RSA 125 – + 46.320
16- Alexis Masbou – Ongetta Team – Aprilia RSW 125 – + 46.503
17- Alberto Moncayo – Andalucia Cajasol – Aprilia RSA 125 – + 46.979
18- Marcel Schrotter – Interwetten Honda 125 – Honda RS125R – + 59.626
19- Jakub Kornfeil – Racing Team Germany – Aprilia RSW 125 – + 59.770
20- Sturla Fagerhaug – AirAsia Sepang Int. Circuit – Aprilia RSW 125 – + 1’04.405
21- Louis Rossi – CBC Corse – Aprilia RSW 125 – + 1’05.731
22- Michael Van Der Mark – Lambretta Reparto Corse – Lambretta 125 – + 1’28.928
23- Kevin Szalai – Equipe de France Vitesse Espoir – Honda RS125R – + 1’47.143
24- Gregory Di Carlo – Equipe de France Vitesse Espoir – Honda RS125R – a 1 giro
25- Zulfahmi Khairuddin – AirAsia Sepang Int. Circuit – Aprilia RSW 125 – a 1 giro
26- Morgan Berchet – Xtreme Racing Team – Honda RS125R – a 1 giro

Alessio Piana

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO

Eddi La Marra:”Il Mugello non mi piace, ma voglio restare leader”

MotoGP, Sylvain Guintoli: “Ad Austin vittoria di squadra”

MotoGP, Jorge Lorenzo all’assalto di Jerez… con gli scongiuri