Piloti italiani alla 8 ore di Suzuka: una lunga storia, anche di successi

Valentino Rossi in trionfo nel 2001, Niccolò Canepa Campione del Mondo 2017, i record di partecipazioni di Veghini (4) e Bellucci (3): l'Italia alla 8 ore di Suzuka.

21 luglio 2018 - 9:00

Chi dice che l’Italia non ha scritto pagine di storia della 8 ore di Suzuka? Nelle 40 edizioni della “gara delle gare” fin qui andate in archivio il tricolore, a più riprese, è riuscito ad imporsi raccontando storie particolari e di successo. Dal 1978 ad oggi complessivamente 33 nostri portabandiera hanno preso parte alla più prestigiosa competizione motociclistica del Sol Levante, due dei quali salendo sul podio a Suzuka: Valentino Rossi da vincitore nel 2001, Niccolò Canepa (nella foto d’apertura impegnato nei Test ufficiali 2018) lo scorso anno da Campione del Mondo Endurance, il primo italiano della storia.

L’ERA PIONIERISTICA – Il primo italiano in assoluto a prender parte alla 8 ore di Suzuka risponde al nome di una leggenda del calibro di Virginio Ferrari, al via dell’edizione 1980 (la terza nella storia) con una Honda RS1000 schierata da American Honda, addirittura in equipaggio con un “tale” Freddie Spencer. Un’esperienza conclusasi anzitempo al terzo giro di gara dopo aver sfiorato la top-10 nelle qualifiche. Per rivedere non uno, bensì quattro italiani al via si dovette attendere il 1984 e la prima partecipazione “diretta” Ducati con Oliviero Cruciani, Walter Villa, Carlo Perugini e Walter Cussigh, quest’ultimo schierato dal team Power House. La casa di Borgo Panigale si ripresenterò con una formazione tricolore nel 1991 con le 888 affidate a, tra gli altri, Davide Tardozzi (con Stephane Mertens) e Giancarlo Falappa (insieme all’iridato Superbike Raymond Roche) sotto le insegne del Team Sagawa Kyubin Ducati Racing. Da ricordare anche la partecipazione di Fabrizio Pirovano nel 1992 con una Yamaha ufficiale, oltre che di Piergiorgio Bontempi nel 1997 con Kawasaki France, in quel periodo grande protagonista proprio dell’Endurance e vincitore della 24 ore di Le Mans.

VALENTINO ROSSI IN TRIONFO NEL 2001 – Nell’immaginario collettivo, chiaramente, la partecipazione di Valentino Rossi nel biennio 2000-2001 resta e resterà memorabile. Alla prima partecipazione una caduta in gara con conseguente ritiro, nel 2001 il trionfo: tre-rimonte-tre del “Dottore”, vittoria insieme a Colin Edwards con la VTR 1000 SPW ufficialmente schierata sotto le insegne Cabin Honda. Quella di Valentino Rossi resta la prima e finora unica affermazione di un pilota italiano alla 8 ore di Suzuka.

TEAM TRICOLORI, ITALIANI DA RECORD – Nel terzo millennio si sono registrate anche diverse apparizioni di team italiani alla 8 ore: No Limits Suzuki nel biennio 2005-2006 (con lo stesso Moreno Codeluppi in sella nel 2005), X-One (anche con la splendida Mondial Piega nel 2003, successivamente con Yamaha), ma anche il Team Runner Bike (2008 con Ivo Bellezza, Stefano Cordara e Ivo Arnoldi con una Kawasaki) e, nel 2005, Aprilia insieme alla rivista Motociclismo con lady Samuela De Nardi, Federico Aliverti e Daniele Veghini. Proprio quest’ultimo, legato a doppio-filo alla casa di Noale, tuttora è l’italiano che vanta il maggior numero di partecipazioni: ben 4 (l’ultima lo scorso anno) a precedere Emiliano Bellucci, al via nel triennio 2014-2016. A proposito di italiani protagonisti, Lorenzo Zanetti nel 2014 è stato l’ultimo nostro portabandiera schierato da un top team della 8 ore: con F.C.C. TSR Honda in equipaggio con Kousuke Akiyoshi (caduto a gara in corso) e Jonathan Rea…

CANEPA PER IL BIS IRIDATO – A meno di novità dell’ultim’ora, l’unico nostro portabandiera al via dell’edizione 2018 sarà il nostro Niccolò Canepa, salito sul podio lo scorso anno da Campione del Mondo Endurance, primo italiano in 37 anni di storia della specialità a centrare un simile traguardo. Per ripetersi, sempre insieme a GMT94 Yamaha, dovrà recuperare 10 punti nei confronti di F.C.C. TSR Honda: missione difficile, ma nelle corse di durata (ancor più a Suzuka) vale il motto “Mai dire mai…“.

I 33 ITALIANI CHE HANNO PRESO PARTE ALLA 8 ORE DI SUZUKA

Virginio Ferrari (1980 e 1988)

Oliviero Cruciani (1984)

Walter Villa (1984)

Carlo Perugini (1984)

Walter Cussigh (1984)

Massimo Broccoli (1990)

Stefano Caracchi (1990)

Davide Tardozzi (1991)

Giancarlo Falappa (1991)

Fabrizio Pirovano (1992)

Corrado Catalano (1992)

Piergiorgio Bontempi (1997 e 2003)

Valentino Rossi (2000 e 2001)

Andrea Perselli (2003)

Maurizio Bargiacchi (2003)

Moreno Codeluppi (2005)

Andrea Giachino (2005)

Roberto Ruozi (2005 e 2006)

Samuela De Nardi (2005)

Daniele Veghini (2005, 2013, 2016 e 2017)

Federico Aliverti (2005)

Riccardo Ricci (2007 e 2008)

Paolo Tessari (2007 e 2008)

Ivo Bellezza (2008)

Stefano Cordara (2008)

Ivo Arnoldi (2008)

Ivan Goi (2010)

Andrea Bosio (2012)

Emiliano Bellucci (2014, 2015 e 2016)

Lorenzo Zanetti (2014)

Niccolò Canepa (2016, 2017 e 2018)

Gianluca Vizziello (2016)

Raffaele De Rosa (2017)

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

CEV Moto2: Piotr Biesiekirski operato per sindrome compartimentale

Endurance FIM EWC: Calendario 2019/2020 con la novità Sepang

CEV Moto2: Operazione del tunnel carpale per Yari Montella