Oschersleben

8 ore di Oschersleben: storia di una grande festa

La 8 ore di Oschersleben è presenza fissa del calendario del Mondiale Endurance FIM EWC: qui è stata scritta anche la storia della specialità.

4 giugno 2019 - 11:27

Ogni anno si fa sempre lo stesso discorso. “Forse questa sarà l’ultima volta del Mondiale Endurance ad Oschersleben“. In fondo, edizione dopo edizione, la tappa alla Motorsport Arena è diventata una presenza fissa del calendario FIM EWC. Una grande festa, una 8 ore spesso combattutissima che, nel corso degli anni, ha scritto memorabili pagine di storia della specialità. Con un futuro ancora tutto da scrivere, eccezionalmente domenica alle 13:00 prenderà il via l’edizione 2019 della maratona Endurance della Germania, nella speranza che non sia l’ultima trasferta ad Oschersleben della storia…

GERMAN SPEEDWEEK

Gira che ti rigira, questo weekend si assisterà alla 22esima edizione della German Speedweek, contenitore di alcuni campionati motociclistici nazionali ed internazionale che corrono, nel medesimo stesso fine settimana, ad Oschersleben. Oltre al FIM EWC, non mancherà l’apporto dell’IDM Superbike e persino dell’Europeo Endurance Classic. Insomma: moto, gare e campionati per tutti i gusti.

DA 24 A 8 ORE

Parlando del FIM EWC, tutto ha avuto inizio nel 1998 con una 24 ore, entrata a far parte del calendario del Mondiale Endurance a partire dal 1999. Dal 2008 il passaggio ad una gara di 8 ore, presenza fissa della serie iridata eccezion fatta per il biennio 2010-2011. Qui inoltre, in quattro distinte occasioni, sono stati assegnati i titoli iridati. Nel 2003 con la clamorosa caduta del team Zongshen e titolo a Phase One, nel 2004 gara e (primo) titolo per GMT94 complice il KO tecnico della SERT. La squadra-regina delle corse di durata riuscì a rifarsi l’anno dopo e, per quanto concerne la conquista del titolo, nel 2016. Proprio quest’ultima circostanza resta tuttora negli annali della specialità: l”ultimo hurrà mondiale della Suzuki SERT nonostante la vittoria GMT94, la disperazione di YART fuori gioco dopo 6 ore e 40 minuti con il titolo alla portata. Inoltre, doveroso ricordarlo, con 7 squadre potenzialmente in corsa per la conquista del campionato.

OSCHERSLEBEN DECISIVA

Oschersleben spessa decisiva per l’assoluta, ma per l’adozione del cosiddetto “calendario invernale” lo è diventata assiduamente per quanto concerne la classe Superstock. Domenica GERT56 BMW che farà di tutto per festeggiare il titolo in casa, confrontandosi con una serie di squadre con tanti nostri portabandiera al via. Sarà un confronto decisamente imperdibile.

MICHAEL SCHUMACHER

A conferma che la 8 ore di Oschersleben sia diventata una gara di interesse internazionale, nel 2008 prese parte all’evento Michael Schumacher, al via con Honda Holzhauer ed una Fireblade condivisa con il veterano Martin Bauer e Matthias Von Hammerstein. Settimo nel proprio gruppo in qualifica, nonostante una caduta riuscì a viaggiare in 1’29″466, da raffrontare all’1’28″681 di Bauer. In gara diversi problemi tecnici costrinsero la squadra al ritiro, con Schumacher che prese comunque parte ad un paio di stint debuttando in una gara di validità mondiale del motociclismo. Se non è storia questa…

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

Suzuka

Suzuka lascia strascichi: rivisto il regolamento EWC

8 ore di Suzuka

6 team ammessi di diritto alla 8 ore di Suzuka 2020: ecco come

Davide Gerosa

Davide Gerosa, Pirelli: “Titolo mondiale EWC? Una grande emozione”