FIM EWC

Sabato il Gran Finale del FIM EWC 2021 con la 6 ore di Most

Sabato in programma la 6 ore di Most, gran finale del Mondiale Endurance 2021 con il titolo FIM EWC in palio e tante tematiche d'interesse in pista.

6 ottobre 2021 - 11:26

Non potrà mai essere la 8 ore di Suzuka, ma una finale è sempre una finale. Questo sabato con la 6 ore di Most si concluderà un’intensa stagione 2021 del Mondiale Endurance FIM EWC con tante tematiche d’interesse e ancora qualche verdetto da scrivere. Per la dodicesima volta consecutiva, il titolo EWC verrà assegnato all’ultima gara, in questa circostanza con il confronto tra Yoshimura SERT Motul Suzuki ed i privati di VRD Igol Experiences Yamaha.

SI CORRE A MOST

Evento sostitutivo proprio di Suzuka (e di Oschersleben per quanto concerne la Superstock), il promoter Discovery Sports Events ha individuato in Most quale prova finale del Mondiale 2021. Cogliendo opportunamente la palla al balzo, facendo correre per la terza volta nella storia nello stesso weekend auto (FIA WTCR) e moto (FIM EWC), nonostante qualche criticità. Most non rappresenta propriamente il massimo in termini di standard di sicurezza e di impianto avveniristico, a maggior ragione per una specialità come l’Endurance. Non vi sono service road, con la corsa accorciata oltretutto da 8 a 6 ore per la mancanza di illuminazione e altre problematiche derivanti dalle restrizioni locali in materia di rumore.

SABATO LA 6 ORE

Fasciarsi la testa prima di rompersela non è mai il massimo, ancor più per una 6 ore che scatterà sabato 9 ottobre alle 11:00 che prospetta comunque molteplici spunti sul piano prettamente sportivo. Nonostante per molti sia una gara che non ha più nulla da dire per obiettivi di campionato, complessivamente 24 squadre saranno al via in Repubblica Ceca: per ovvie ragioni i team ufficiali, logicamente le due squadre in lotta per il titolo mondiale EWC. Sebbene questa prova preveda (da regolamento) il sistema di punteggio maggiorato del 150 %, l’aritmetica tiene in gioco i soli team Yoshimura SERT Motul Suzuki e VRD Igol Yamaha. I primi, capo-classifica di campionato in virtù delle vittorie tra Le Mans e Bol d’Or, partono con tutti i favori del pronostico. Ai più, suona come una mera formalità, ma nell’Endurance vale il motto “mai dire mai“.

YOSHIMURA SERT VS VRD IGOL YAMAHA

In questo confronto alla “Davide contro Golia“, VRD Igol Experiences Yamaha è obbligata a vincere, auspicando contestualmente in un passo falso della GSX-R 1000 #1. D’altro canto, il matrimonio del secolo Yoshimura-SERT è ad un passo dal celebrare il 17esimo mondiale della propria storia per quanto concerne l’ormai ex-Suzuki Endurance Racing Team. Sarà un confronto da seguire, per una gara dal pronostico apertissimo. YART Yamaha, capitanata dal nostro Niccolò Canepa, è l’unica ad avere qualche riferimento in virtù dei test e della wild card nel Mondiale Superbike a Most (ma con pneumatici Pirelli) con Marvin Fritz e Karel Hanika. Un piccolo vantaggio che potrà essere colmato dagli avversari nelle odierne 3 ore di prove, oltre che dall’intensa giornata di giovedì con libere e qualifiche in sequenza.

POTENZIALI PROTAGONISTI

Vogliono chiudere in bellezza anche illustri delusi della stagione come F.C.C. TSR Honda France (in trionfo fortunosamente ad Estoril), Kawasaki SRC e BMW Motorrad World Endurance, quest’ultimo senza Xavi Forés per il recente infortunio alla spalla rimediato al Bol d’Or. Grande attesa riposta anche in casa ERC Ducati, con Lorenzo Zanetti velocissimo a Le Castellet e con il podio alla portata, il tutto prima di una caduta di Mathieu Gines che ha comportato il ritiro. Da seguire anche Moto Ain Yamaha per le recenti vicissitudini che hanno comportato la decisione di Roberto Rolfo e Robin Mulhauser di lasciare la squadra, sostituiti per l’occasione da Loris Baz e Corentin Perolari.

OCCHIO ALLA SUPERSTOCK

Nella classe Superstock giochi-chiusi con la Kawasaki #24 di BMRT 3D Maxxess Nevers terza assoluta al Bol d’Or, vittoriosa di categoria conquistando la Coppa del Mondo con una prova d’anticipo. Le assenze di molte squadre (National Motos, Kawasaki Louit Moto, RAC41) non pregiudicano una 6 ore decisamente interessante per la Stock, anche per le ambizioni tricolori. Il No Limits Motor Team di Moreno Codeluppi con la Suzuki #44 andrà a caccia di un buon risultato di tappa e del secondo posto in campionato già ottenuto nella passata stagione, puntando sull’equipaggio formato da Luca Scassa, Kevin Calia ed Alexis Masbou. Ci sarà in pista anche il team AvioBike di Giovanni Baggi, in gara onorando gli impegni con partner e promoter, affidando la R1 #101 al trio tutto austriaco formato da Gerold “Geri” Gesselbauer , Hannes Schafzahl e Harald Huber.

ENTRY LIST 6H MOST 2021

1- Yoshimura SERT Motul – Suzuki GSX-R 1000 – Gregg Black/Xavier Simeon/Sylvain Guintoli (EWC)

4- Tati Team Beringer Racing – Kawasaki ZX-10RR – Enzo Boulom/Sebastien Suchet/Valentin Suchet (EWC)

5- F.C.C. TSR Honda France – Honda CBR 1000RR-R – Josh Hook/Yuki Takahashi/Mike Di Meglio (EWC)

6- ERC Endurance Ducati – Ducati Panigale V4 R – Etienne Masson/Lorenzo Zanetti/Mathieu Gines (EWC)

7- YART Yamaha – Yamaha YZF R1 – Niccolò Canepa/Karel Hanika/Marvin Fritz (EWC)

8- Team Bolliger Switzerland – Kawasaki ZX-10R – Nigel Walraven/Jan Buhn/Jesper Pellijeff (EWC)

11- Webike SRC Kawasaki France TRICK STAR – Kawasaki ZX-10RR – Jeremy Guarnoni/Erwan Nigon/David Checa (EWC)

14- Maco Racing – Yamaha YZF R1 – Anthony West/Ondrej Jezek (EWC)

18- Team 18 Sapeurs Pompiers CS Motostore – Yamaha YZF R1 – Hugo Clere/Johan Nigon/Philipp Steinmayr (Superstock)

24- BMRT 3D Maxxess Nevers – Kawasaki ZX-10RR – Anthony Loiseau/Jonathan Hardt/Julien Pilot (Superstock)

27- TRT27 Bazar 2 La Becane – Suzuki GSX-R 1000 – Regis Stolz/Hugo Girardet/Cyril Eruam (Superstock)

34- JMA Motos Action Bike – Suzuki GSX-R 1000 – Come Geenen/Julien Bonnet/Greg Ortiz (Superstock)

37- BMW Motorrad World Endurance Team – BMW M 1000 RR – Ilya Mikhalchik/Markus Reiterberger/Kenny Foray (EWC)

44- No Limits Motor Team – Suzuki GSX-R 1000 – Luca Scassa/Alexis Masbou/Kevin Calia (Superstock)

65- Motobox Kremer Racing – Yamaha YZF R1 – Geoffroy Dehaye/Stefan Strohlein/Lukas Walchhutter (EWC)

69- TME Racing – Yamaha YZF R1 – Filip Salac/Oliver Konig/Dominik Juda (Superstock)

77- Wojcik Racing Team – Yamaha YZF R1 – Gino Rea/Sheridan Morais/Dan Linfoot (EWC)

90- Team LRP Poland – BMW S 1000 RR – Dominik Vincon/Kamil Krzemien/Bartlomiej Lewandowski (EWC)

91- Energie Endurance 91 – Kawasaki ZX-10R – Karel Pesek/Noel Roussange/Martin Choy (Superstock)

96- Moto Ain – Yamaha YZF R1 – Randy De Puniet/Loris Baz/Corentin Perolari (EWC)

101- AvioBike – Yamaha YZF R1 – Gerold Gesselbauer/Hannes Schafzahl/Harald Huber (Superstock)

121- Falcon Racing – Yamaha YZF R1 – Hugo Robert/Julien Millet/Loic Millet (Superstock)

333- VRD Igol Experiences – Yamaha YZF R1 – Florian Alt/Florian Marino/Nico Terol (EWC)

777- Wojcik Racing Team 2 – Yamaha YZF R1 – Marek Szkopek/Michal Filla/Bartlomiej Wiczynski (Superstock)

Commenta per primo

POTRESTI ESSERTI PERSO:

24h Spa

La 24h di Spa nel calendario FIM EWC il 4-5 giugno 2022

Endurance

Dopo 6 ore, 0″070 per la vittoria: questo è l’Endurance

FIM EWC

YART Yamaha in pole alla 6 ore di Most del FIM EWC